APPROVATO DALLA GIUNTA IL PROGETTO PER LE ROGGE 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   12/09/2018 00:00:14 

 

 

Per un costo complessivo di 1 milione 600 mila euro

 

Nella seduta del 30 agosto la giunta ha approvato due atti sulle rogge.

Sulla sponda destra dello Scrivia è presente la roggia Maghisello con le sue diramazioni (rogge Ronco, Cadè, San Sisto), mentre sulla sponda sinistra troviamo le due rogge Fraschetta (dalla quale derivano le rogge Marencano, Cerca, Vero e Terzo) e la roggia Laciazzolo. 

Con una prima delibera si è approvato lo schema di convenzione con cui il comune mette a disposizione del Consorzio di I Grado “Rogge Tortonesi” e del Consorzio di II Grado “Alessandrino Orientale Scrivia” le professionalità interne necessarie a supportare tutte le attività di competenza della stazione appaltante, ruolo in capo al Consorzio di II Grado. In particolare sono stati attribuiti al settore lavori pubblici i compiti di redazione del progetto esecutivo, direzione e contabilità dei lavori, collaudo tecnico amministrativo, gestione delle procedure di verifica e validazione del progetto, scelta del contraente, nonché di alimentazione delle banche dati previste dalla normativa vigente in materia di opere pubbliche, ovvero Osservatorio Regionale Opere Pubbliche ed Anac – Bdap (Banca Dati Amministrazioni Pubbliche).

Approvati inoltre gli elaborati tecnici progettuali, già trasmessi alla Regione, che prevedono due interventi principali: la razionalizzazione della prese principali del comprensorio sinistro delle rogge con la realizzazione di un nuovo canale tra le rogge Fraschetta e Laciazzolo e la ristrutturazione della rete irrigua principale, con la risagomatura dei canali. Il primo intervento è finalizzato a risolvere le criticità dei punti di presa della roggia Laciazzolo, siti poco sotto l’abitato di Rivalta Scrivia, dove l’alveo dello Scrivia si è approfondito rispetto alla soglia del manufatto, con conseguenti disagi di approvvigionamento e sofferenza idrica, soprattutto nei mesi estivi. Il secondo intervento prevede il rivestimento della sezione d’alveo delle canalizzazioni principali, con impermeabilizzazione di 38.805 metri di canali mediante scavo di sbancamento, pulizia generale dell’alveo, regolarizzazione del fondo e delle scarpate laterali e successiva formazione di adeguato rivestimento.

Il progetto, dell’importo complessivo di 1.600.000 euro, è ora soggetto ad approvazione da parte della Regione Piemonte che, in virtù del bando regionale per il finanziamento a favore dei consorzi gestori dei comprensori di irrigazione per la realizzazione di infrastrutture di importanza strategica, finanzierà il 95% dell’intervento, mentre al comune spetterà coprire il rimanente 5% per 57.576,62 euro.