OSPEDALE: I TORTONESI VOGLIONO ALTRO! 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   15/05/2019 00:00:13 

 

La Regione ha finalmente trovato il tempo di finanziare il progetto per la riabilitazione di secondo livello presso l’ospedale di Tortona con una spesa di 3 milioni 489 mila euro! Il comunicato, altisonante, dimentica di ricordare che il finanziamento riguarda una “delibera dell’assessore alla sanità” di fine 2015! In più si afferma: “la creazione della riabilitazione di secondo livello oltre ad essere il mantenimento di un impegno assunto dalla Regione, costituisce un ulteriore tassello nel percorso di rilancio e di potenziamento dell’ospedale di Tortona intrapreso negli ultimi anni (dove? Ndr) e renderà il Santi Antonio e Margherita un punto di riferimento della specialità anche per i pazienti che arrivano da altre regioni. L’area si troverà al secondo piano dell’ospedale e l’Asl, che ha già approvato il progetto, potrà ora effettuare le procedure per la gara d’appalto”. Ed anche qui l’altisonante comunicato dimentica di dire che il progetto è già pronto dallo scorso mese di agosto, ovvero da 8 mesi. Infine il comunicato afferma: “con l’investimento di circa 3,5 milioni, frutto dei risparmi ottenuti dalla Regione in questi anni grazie alla riorganizzazione dei servizi e alla riduzione degli sprechi nella sanità, saranno effettuati una serie di interventi strutturali ed impiantistici e saranno acquistati gli arredi e le attrezzature necessarie all’attivazione dell’area di riabilitazione”.  Pare quasi una presa in giro nei confronti dei tortonesi venire a dire che il finanziamento, di una delibera vecchia di 3 anni (!), è frutto di risparmi da riorganizzazione, riorganizzazione che a tutti noi è costata la soppressione degli eccellenti reparti di neurologia e cardiologia, per altro inaugurati tutti in questo millennio! Insomma fuori tempo massimo per la credibilità di tutta quanta l’operazione.