HSL DERTHONA - INTERVISTA AL PRESIDENTE TOSO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   09/06/2019 12:00:00 

 

“Sarà un’annata da battaglia, prima di tutto la salvezza”

Fabrizio Scalzi entra in organigramma ed assume il ruolo di Direttore Area Tecnica

 

Terminata la stagione regolare e tutti gli strascichi di Coppa e di poule scudetto, abbiamo contattato il Presidente Fabio Toso per fare un primo punto su presente e futuro dell’Hsl Derthona.

 

Che primi movimenti ci può indicare?

“Prima di tutto Vi segnalo delle novità in organigramma: Fabrizio Scalzi assume il ruolo di Direttore Area Tecnica e sarà il responsabile di questo settore affiancando così Luca Sacco e Luca Pellegrini sia nei movimenti di mercato sia nella gestione della squadra durante l’annata. Siamo molto contenti che Scalzi abbia accettato perché come abbiamo avuto modo di affermare più volte è una persona competente, si è innamorato del Derthona e potrà dare una grossa mano ad affrontare una stagione molto impegnativa sotto tutti gli aspetti. Abbiamo anche contatti per una sorta di Direttore e Responsabile Segreteria e potrebbero esserci novità a breve anche per questo ruolo”.

 

Parliamo del mercato? La notizia di Spoto?

“Spoto è uno dei vari giocatori interpellati per sondare la disponibilità a venire a Tortona ed i costi da sostenere. Per ora non c’è nessuna chiusura con nessuno anche perché occorre vedere e rivedere i conti, le riconferme, le eventuali partenze ecc. Il mese di giugno è tutto improntato su questo tipo di lavoro”.

 

Può già dirci che tipo di stagione ci aspetta e con quale budget?

“Il budget non è ancora completamente definito perché come voi sapete la raccolta risorse è per noi fondamentale, siamo solo agli inizi e speriamo che chi ci ha aiutato continui a farlo. Ripeto, ci teniamo molto come società a fare le cose per bene, a non lasciare un euro di scoperto con nessuno ed a guardare, prima di tutto, ai conti a posto ed alla salvaguardia del bilancio, così come è stato nel corso delle ultime due stagioni”.

 

Una prima indicazione di massima sugli obiettivi?

“Presupponendo che il budget si scosti non di molto da quello dell’anno passato, deve essere chiaro sin da subito che sarà un’annata da “battaglia” nella quale il Derthona dovrà badare essenzialmente a salvarsi ed a consolidare la categoria. Tutti i tecnici affermano che l’Eccellenza è un altro campionato ed il tasso tecnico è ben diverso da quello della Promozione. Dovremo essere tutti bravi, società, squadra e pubblico, a capire che per noi, dopo due campionati vinti, sarebbe una gran cosa riuscire ad assestarci in una categoria come l’Eccellenza che fino a dodici  mesi fa era assolutamente impensabile. Diciamo che ci aspetta una stagione da Derthona, da combattimento, come quelle degli anni 80’ e 90’ nelle quali la salvezza all’ultima giornata era assolutamente identica ad una vittoria di campionato. Se poi si riuscirà a fare meglio, allora saremo tutti più felici”.

 

Il Fausto Coppi?

“Noi abbiamo già mandato la P.e.c. al Comune con la manifestazione di interesse. Sul nostro budget la gestione dello Stadio incide però veramente troppo per cui aspettiamo di sederci ad un tavolo e di trovare con l’Amministrazione un accordo che ci consenta di proseguire a conservare un “gioiellino” che ha ripreso vita e che è patrimonio di tutta la città. Senza che questo ci tiri il collo”.

 

Nelle foto: il Presidente Fabio Toso e Fabrizio Scalzi, nuovo Direttore Area tecnica

D.M.

 

Nella classifica dei migliori 11 giovani del Girone D di Promozione, al termine del campionato, risultano al 2° posto Sèkou Gerrard Soumah (1998), ad un solo centesimo di punto di distacco dal primo classificato (Labella del Mirafiori), mentre al 4° posto troviamo Davide Rizzo (2000), con il minutaggio complessivo più alto (è il giovane che ha giocato di più!).