205° ANNIVERSARIO DELL’ARMA - CONSEGNATI ENCOMI A MOLTI CARABINIERI TORTONESI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   12/06/2019 00:00:19 

 

I reati sono in diminuzione: -5,8%

 

Mercoledì 5 giugno in Alessandria presso il comando provinciale dei carabinieri si è svolta l’annuale commemorazione del 205° anniversario di fondazione dell’Arma. Nel corso della cerimonia, come sempre, sono state distribuite medaglie ed encomi. Tra questi con piacere dobbiamo qui riportare che al luogotenente carica speciale Graziano Del Rio, al maresciallo maggiore Paolo Tonon, al maresciallo capo Davide Palma, al brigadiere Alberto Gardin ed agli appuntati Alessio Adelfio ed Andrea Laratta è stato conferito un encomio semplice a seguito dell’operazione che a cavallo tra il 2017 e 2018 ha permesso di scoprire un grosso traffico di stupefacenti a Castelnuovo Scrivia. Questa la motivazione: “Comandante ed addetti a nucleo operativo e radiomobile di compagnia distaccata, evidenziando spiccato intuito investigativo ed alto senso del dovere, sviluppavano complessa attività di indagine nei confronti di sodalizio criminale dedito alla detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’operazione si concludeva con l’arresto di 14 soggetti, il deferimento di altri 25 ed il sequestro di oltre 4 kg di stupefacente”. Da ricordare anche il conferimento di due encomi al luogotenente Michele Brasca ed all’appuntato scelto Domenico Gallo, militari tortonesi in servizio in Alessandria, per altrettante operazioni che hanno portato all’arresto ed alla denuncia di numerosi delinquenti. Martedì il comandante provinciale colonnello Michele Lorusso ha illustrato l’attività dell’anno precedente dell’Arma. Innanzitutto un dato deve essere chiaramente spiegato: come negli ultimi anni il numero dei reati in provincia è calato del 5,8% passando da 12.358 a 11.663 mentre è rimasta invariata la percentuale dei reati scoperti (21,6%). L’unico dato in controtendenza è quello relativo alle truffe e frodi informatiche passate da 771 a 938 (+21,6%). Sensibile il calo degli scippi da 60 a 42 (-30%), quello dei furti in negozi (da 665 a 569 ovvero -14,4%) seguiti da quelli in abitazione che sono stati 1.473 contro i 1.636 dell’anno precedente (-9,9%) e con destrezza -8% (da 599 a 551). In totale i furti sono scesi del 10,3% passando da 6.357 a 5.699 risultando comunque il reato più consumato in provincia (48,9% contro il 51,4% precedente); l’unica tipologia di furto in aumento è quella su auto, +8,8% passando da 568 a 618. Diminuite anche le rapine, da 88 a 78 quindi dell’11,3% con il picco del -75% delle rapine in banca o uffici postali: sembra proprio un reato passato di moda. Grandi risultati, al conseguimento dei quali molto hanno contributo i militari della compagnia di Tortona, anche nel campo della lotta allo spaccio di stupefacenti: per questo tipo di reato denunciate 99 persone, di cui 30 in stato di arresto e sequestrati 900 kg di droga (882 di hashish, 2,1 di cocaina, 2 di eroina e 14 di marijuana). Ed in effetti tra le operazioni ricordate dal comandante provinciale al primo posto spicca l’operazione “Smoke Christmas” svoltasi a Castelnuovo Scrivia che ha permesso di arrestare 14 persone e recuperare oltre 5 chili di droga e l’operazione “Alta moda” sulla quale ci siamo dilungati sul numero del 24 maggio scorso. Infine da ricordare la mappatura, eseguita dai carabinieri delle 56 stazioni provinciali, di tutti i capannoni e cascinali abbandonati quali “possibili target di singoli imprenditori o organizzazioni criminali che li utilizzerebbero per stoccare rifiuti tossici”; l’istituzione dei punti di contatto nei vari comuni privi di stazione carabinieri; l’accordo operativo per la formalizzazione degli interventi a favore delle donne vittime di violenza e quello per l’emersione, assistenza ed integrazione sociale a favore di stranieri vittime di reati di riduzione in schiavitù. Insomma, ancora una volta, non si può che dire grazie all’Arma dei Carabinieri.

Nella foto: da sx Andrea Laratta, Alessio Adelfio, Alberto Gardin, Davide Palma, Paolo Tonon e Graziano Del Rio