ENTRO IL 10 LUGLIO A TORTONA C DA PAGARE LA TARI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   03/07/2019 00:00:14 

 

In questi giorni sono giunte nelle case dei tortonesi le lettere, inviate da Gestione Ambiente, con tre F24 per il pagamento della Tari, tassa sui rifiuti, la cui prima scadenza è il 10 luglio, cui seguiranno quelle del 10 settembre e del 10 novembre. La prima rata riguarda la tassa per i primi 4 mesi dell’anno, la seconda da maggio ad agosto, e l’ultima da settembre a dicembre. Purtroppo, come lo scorso anno, Gestione Ambiente non ha inviato l’F24 che comprende l’intera tassa, nel caso il contribuente voglia pagare in un’unica soluzione, che scade con lo scadere della prima rata. Lo scorso anno ci furono molte lamentele al riguardo, perché la compilazione di un modello F24 agli sportelli bancari o postali non è cosa semplice. Speravamo che quest’anno la società avesse rimediato all’errore, ma così non è stato. Da ricordare, infine, che il versamento Tari non è previsto qualora l’importo annuale sia inferiore ai 12 euro. Le tariffe cui occorre far riferimento sono state approvate dal consiglio comunale del 26 marzo e sono modificate rispetto all’anno precedente, come si può agevolmente vedere nella tabella. In particolare: una famiglia tipo di 3 persone in un appartamento di 100 metri quadri risparmiava nel 2018 rispetto all’anno precedente quasi 7 euro; ora, invece, per il gioco delle variazioni fra tariffa fissa (diminuita) e variabile (leggermente in aumento) la tassa è aumentata di 15,9 euro. Per quanto riguarda questa tassa, ricordiamo che il costo della raccolta rifiuti di 6 milioni 64.402 euro viene suddiviso per il 41,82% sulle utenze domestiche e per la restante quota su quelle non domestiche. Le utenze domestiche sono 12.735 (lo scorso anno erano 12.614) per una superficie lorda di 1 milione 282.897 (1 milione 286.158) mentre quelle non domestiche sono 2.369 (2.355) per una superficie complessiva, purtroppo da anni in diminuzione, di 742.733 metri quadrati (752.203).