FLAVIANO GNUDI: PER I RIFIUTI SONO A FIANCO DI TORTONA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   31/07/2019 00:00:19 

 

Intervista al sindaco di Carbonara Scrivia

“In paese per l’avvio del Porta a Porta ok a Gestione Ambiente”

 

Il primo sindaco che, nella riunione di mercoledì 17, ha dato parere favorevole alla richiesta di proroga presentata dal comune di Tortona per l’avvio della raccolta differenziata Porta a Porta è stato Flaviano Gnudi, primo cittadino di Carbonara. Lo abbiamo intervistato.

 

Quali sono le amministrazioni comunali che hanno formulato rilievi nella seduta del Csr del 10 giugno 2016?

All’assemblea del Csr, come si evince dalla deliberazione 14/16, l’unico voto contrario è stato espresso dal sottoscritto, con astensione dei rappresentanti dei comuni di Alzano Scrivia e Castelnuovo Scrivia.

 

Perché ha votato contro?

Ricordo bene che nei giorni precedenti mi ero confrontato con il segretario comunale, Ercole Lucotti, che ringrazio per la sua preziosa collaborazione, e si era  convenuto che l’affidamento del servizio di raccolta e trasporto rifiuti proposto dal Consorzio non era rispondente ai requisiti previsti dalla normativa nazionale e comunitaria.

 

Cosa ritiene di fare per superare e chiarire quanto emerso in questi giorni?

Credo sia opportuno richiedere un parere sul contratto all’autorità anticorruzione Anac e all’Arera, autorità che potrà anche fornirci utili indicazioni sui costi medi in Italia. 

 

Se il parere di questi enti fosse negativo, cosa si potrà fare?

Occorrerà predisporre un percorso che porti al conferimento del servizio ad un’unica società e la scelta del contraente, considerato il notevole importo, dovrà essere con gara a livello europeo, oppure in riferimento alla salvaguardia delle maestranze delle varie società che ad oggi si occupano del servizio, valutare la praticabilità di una soluzione in house, ad un'unica nuova società interamente sotto controllo pubblico, nata tra quelle che operano nell’ambito ottimale. 

 

Che caratteristiche dovrà avere la nuova società?

Certamente dovrà garantire la salvaguardia delle maestranze, ma altresì attenersi ai principi di efficienza, economicità ed efficacia, eliminando le cause che determinano rilevanti costi che poi si riversano di conseguenza sui cittadini con le tariffe.

 

Il suo comune ha attivato la raccolta differenziata spinta da pochi giorni, cosa ne pensa e quali sono i primi risultati?

Crediamo fermamente che il nuovo tipo di raccolta porti innanzitutto ad una crescita e maggiore consapevolezza civica, e ad una forte riduzione dell’indifferenziato nelle discariche. Nei vecchi contenitori stradali della differenziata si trovava di tutto, rendendo quasi sempre inutilizzabili e non recuperabili quanto i volonterosi cittadini differenziavano. Certo è che nell’avvio Gestione Ambiente ha svolto un buon lavoro, dimostrando flessibilità e affrontando di volta in volta ogni singola problematica. Dobbiamo continuare su questa strada con flessibilità nella tipologia. Eventuali correzioni si andranno a realizzare nei mesi successivi. 

 

Cosa ne pensa della proroga richiesta da Tortona?

Nella riunione territoriale della settimana scorsa, ho espresso parere favorevole, in quanto si comprendono le difficoltà che si possono incontrare nell’attivare il nuovo modello di raccolta in presenza di varie tipologie di fabbricati.

© riproduzione riservata