ESORDIO CON IL CANELLI: Č SUBITO BIG MATCH 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   08/09/2019 13:00:00 

 

Pellegrini: “Gara difficile ma vogliamo vincere davanti al nostro pubblico”

 

Finalmente si riparte. Al termine di una estate ancora carica di entusiasmo per i trofei vinti durante la stagione in Promozione e con alle spalle un mese di allenamenti, amichevoli e tanta fatica, i leoni di mister Pellegrini, dopo la convincente vittoria (2-0) in Coppa sul Castellazzo ottenuta in trasferta domenica scorsa, ricominciano a fare sul serio con la prima giornata di campionato che domenica li vedrà ospitare al Coppi la corazzata Canelli. La società ha lavorato alla grande sul mercato per rinforzare il gruppo in ogni reparto e renderlo competitivo anche nella nuova categoria con gli arrivi di Manasiev, Spoto, Mazzocca, Grillo, Teti, Fiore, Torre e Ventre e mister Pellegrini sta lavorando con enorme abnegazione per migliorare conoscenza reciproca, affiatamento e meccanismi rendendo la squadra sempre più competitiva. Da domenica la parola passa al campo. 

 

Castellazzo. Prima uscita stagionale più che soddisfacente per i bianconeri che nella gara valida per i sedicesimi di andata della Coppa Italia, liquidano con un secco 0-2 il Castellazzo e si garantiscono una buona fetta di qualificazione che si deciderà nel ritorno in programma mercoledì al Coppi. Gara equilibrata e combattuta nel primo tempo in cui si registra un palo colpito da Merlano in girata dal limite dell’area. Nella ripresa dopo tante occasioni da goal è Gigi Russo, subentrato a Spoto, a siglare la rete del vantaggio al 67’ con un tap-in sugli sviluppi di un angolo battuto da Mazzocca. Da qui in poi fioccano i legni da entrambe le parti ed i portieri si superano in più di un’occasione fino alla rete del definitivo 0-2 segnata all’88’ da Soumah con un’incornata su azione di angolo. “Sono abbastanza contento della prestazione e della vittoria - dice mister Pellegrini - abbiamo giocato una buona gara per il periodo in cui siamo ma dobbiamo crescere ancora tantissimo, abbiamo enormi margini di miglioramento in tutti i reparti. Nel primo tempo abbiamo sofferto più del dovuto sul palleggio e dobbiamo migliorare sia nel gioco senza palla che quando siamo noi in possesso. La vittoria è stata comunque incoraggiante. Quello che mi dà sicurezza e fiducia è la profondità della nostra rosa, abbiamo una panchina di alto livello con una grande mentalità e tutti saranno utili alla causa durante la stagione”. Come hai visto i singoli reparti? “In difesa abbiamo fatto abbastanza bene e sicuramente dobbiamo migliorare alcuni aspetti; il centrocampo è andato molto bene con Soumah, Palazzo e Bardone che hanno fatto un grande lavoro. Davanti invece possiamo fare qualcosa di più, purtroppo alcuni giocatori sono ancora in ritardo nella condizione fisica per la loro struttura ma col tempo possono solo migliorare”

 

Canelli San Domenico Savio 1922. La dicitura SDS deriva dal fatto che l’attuale società è frutto della fusione, dell’estate 2018, tra l’ASD Canelli (che era in Promozione) e il San Domenico Savio Rocchetta (Eccellenza). Nella stagione scorsa il Canelli SDS ha vinto la Coppa Italia di Eccellenza Regionale (battuto in finale il Borgomanero) e sfiorato la promozione in Serie D dopo un entusiasmante duello con Fossano e Alfieri Asti, giungendo al 2º posto in classifica. Dopo aver superato l’Alfieri Asti ai playoff regionali, gli “spumantieri” si sono dovuti arrendere alla formazione bresciana del Breno, a un passo dal traguardo. E’ chiaro l’intento di riprovare quest’anno il salto di categoria (l’hashtag della stagione è #creDiamocii!). La società è molto organizzata e ambiziosa, con un settore giovanile di grande livello e una sezione femminile in grado di iscrivere una formazione in Serie C. I biancoazzurri, guidati dal confermato Stefano Raimondi, sono stati in grado di battere in amichevole il Casale al Natal Palli per 3-2. In rosa, di grande valore, ci sono pezzi da novanta per la categoria e oltre, come il bomber Vincenzo Alfiero, 22 reti lo scorso anno al Fossano, che con Niccolò Bosco (capocannoniere con 26 reti) costituisce una coppia d’attacco formidabile. Si sono aggiunti inoltre anche Edoardo Cornero, attaccante esterno ex Santostefanese, il fantasista di centrocampo Luca Begolo (ex Cuneo e Borgaro Nobis, nel 2018-’19 a Pinerolo) e l’under di difesa Antonio Capogreco, dal Borgaro Nobis. In Coppa lunedì ha pareggiato 1-1 in casa dell’Asti. Che gara ti aspetti? “Si parte subito forte. Mi aspetto un match difficile contro la favorita per la vittoria del campionato che verrà a Tortona con un buon seguito di tifosi. Il Canelli ha un budget notevole ed ha costruito un team di primo livello per la categoria, sarà difficile ma vogliamo vincere davanti al nostro pubblico che spero ci sostenga numeroso come sempre”. Hai squalificati o indisponibili? “Ventre è squalificato”. Calcio di inizio domenica ore 15 al Coppi.

 

Formazione. (4-3-3) Teti, Cattaneo, Grillo, Magnè, Mazzocca; Bardone, Soumah, Palazzo; Rizzo, Spoto (Russo), Merlano. All. Pellegrini.

 

Nella foto: il Coppi gremito dai tifosi

D.M.