I CRIMINI SONO DI MENO MA AUMENTA LA PAURA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   30/10/2019 00:00:08 

 

Cattiva informazione o eccessivo allarmismo?

 

E’ sempre un problema non facile quello di scrivere sulla sicurezza di cui gli italiani godono (o non godono) o meglio che percepiscono. Perché i dati ufficiali riguardanti la commissione dei reati sono sempre più confortanti, mentre la percezione della paura è sempre più alta. Recentemente un’indagine statistica ha stabilito che il 27,6% degli italiani, ovvero più di uno su quattro, ha paura a girare da solo per strada la sera. In Piemonte stiamo un poco meglio (22,5%) lontani dalla serafica tranquillità degli altoatesini: il loro indice di paura è infatti al 12,4%. I più spaventati sono i lombardi, con 34,9%. E come combattiamo questa paura? Il 12% ha dichiarato di non uscire mai di casa da solo, ma questa percentuale media nazionale va dai 16,4% della Campania al 4,6% della Valle d’Aosta, seguita a ruota dal Trentino; in Piemonte siamo all’8,6%. Di più: il 7,7% quando “si trova a passare per una strada buia la sera porta qualcosa con sé per difendersi”. Nella nostra regione la percentuale scende al 5,7% per salire al 16,8% nel Lazio. Le percentuali più basse, poco sopra il 3%, in Puglia, Basilicata, Marche e Campania. Inevitabile a questo punto parlare di armi da fuoco non per uso di caccia. In Italia, nonostante le leggi severe, il 4,2% degli italiani possiede almeno un’arma; in Piemonte si scende al 3,5% fino all’1,7% in Puglia. La regione più “armata”, almeno ufficialmente, è il Lazio con il 6,9%; ma temiamo che questi dati siano non veritieri perché, purtroppo, nel campo delle armi da difesa il sottobanco in molte regioni la fa da padrone. Eppure i dati offerti dal Viminale sull’andamento della criminalità da agosto 2017 a luglio 2018 dicono tutt’altro. Esaminiamo solo i fatti più eclatanti: gli omicidi in Italia nel 2012 furono 555, nel periodo agosto 2017 - luglio 2018 sono divenuti 319 con un continuo decrescere, l’anno prima furono 371, 398 nel 2016 e così via. Anche i furti sono scesi: da 1 milione 497.744 del 2012 si è giunti a 1 milione 189.499, ovvero 113.137 in meno dello stesso periodo dell’anno precedente. Infine le rapine: furono 41.281 sei anni fa, sono state 28.390, quasi dimezzate. Insomma i numeri ci dicono che non dobbiamo avere paura, ed invece….