PONTECURONE - AUTO BRUCIATE: UNA CONDANNA A 3 ANNI E 6 MESI E 2 ASSOLTI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   27/11/2019 00:00:04 

 

Si è concluso con una condanna e due assoluzioni il processo per le auto bruciate a Pontecurone tra l’ottobre del 2013 ed i primi mesi del 2014. Massimo Ursomarso di 40 anni è stato condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione, accogliendo in toto le richieste del pubblico ministero, mentre Elvis Bernini di 37 anni e Caterina Arilotta di 39 da Casei Gerola sono stati assolti. Ursomarso ed Arilotta dovevano rispondere di aver bruciato il 14 ottobre 2013 assieme a Christina Pierro di 47 anni, ritenuta la capobanda che nel 2016 patteggiò una pena di 3 anni e 6 mesi, ed al figlio di questa, Carlo Spada di 24 anni, che ha patteggiato una pena di 2 anni e 6 mesi, una Scenic ed una Clio parcheggiate in via Berlinguer. Bernini doveva invece rispondere di tentato furto ai danni di un ingegnere di Casasco che i carabinieri riuscirono a sventare con l’ausilio delle intercettazioni telefoniche. Nel processo era a suo tempo imputato anche il tortonese Giuseppe Corbo di 35 anni, condannato a 3 anni perchè ritenuto l’istigatore dell’incendio del 9 ottobre 2013 della Punto di Claudio Boellis, parcheggiata in via Tortona. Non è escluso che il pubblico ministero proponga appello nei confronti dei due imputati assolti.