LA PAGINA FLASH DI SETTE GIORNI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   29/11/2019 11:30:00 

 

Intervista al direttore generale Giancarlo Perla - “Il Policlinico di Monza per il rilancio dell’ospedale di Tortona”

“Pronti ad aiutare l’ortopedia di Novi Ligure ed interessarci alla struttura ospedaliera tortonese per attivare il reparto di riabilitazione motoria”

 

Rilanciare il ruolo dell’ospedale di Tortona, facendolo tornare un punto di riferimento per tutti i residenti (e non solo) che oggi si rivolgono alle strutture sanitarie della Lombardia, trasformandolo insieme a Novi in un polo di eccellenza in campo ortopedico. È il progetto del Policlinico di Monza (che in provincia gestisce le cliniche Salus e Città di Alessandria convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale). A spiegarlo Giancarlo Perla, alessandrino, che del gruppo è il direttore generale: «Non intendiamo sostituirci alla sanità pubblica. L’obiettivo al contrario è sostenerla laddove si trova in difficoltà, offrendo servizi efficienti a budget inalterati e senza costituire, quindi, un aggravio ulteriore per le casse regionali».

Perché un grande gruppo sanitario come il vostro guarda verso Tortona?

«Credo che i piccoli ospedali possano e debbano ancora svolgere un ruolo importante per il cittadino. Per gli interventi chirurgici complessi è giusto rivolgersi ai grandi centri specializzati. Ma per le patologie più comuni avere un ospedale “vicino a casa” costituisce un vantaggio, specialmente oggi che dobbiamo fare i conti con l’invecchiamento della popolazione. Per una famiglia, è più semplice accudire una persona anziana ricoverata a qualche chilometro da casa....

 

Il fenomeno presente anche a Tortona e nei paesi

Atti di violenza sulle donne: in 64 curate al Pronto Soccorso

 

Il 25 novembre era la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Nelle vetrine della nostra città, nella settimana dal 25 al 30, sono state esposte scarpe rosse simbolo della Giornata che Sette Giorni onora con un’indagine che interessa il territorio tortonese purtroppo non esente dal fenomeno. Mentre scriviamo o mentre voi leggerete queste righe sull’argomento è spiacevole pensare che donne vengono picchiate anche nella nostra Tortona e nei paesi vicini. Da gennaio ai primi giorni di novembre sono state 64 le donne che si sono rivolte al Pronto Soccorso cittadino e curate con il codice rosa. In poche hanno dichiarato espressamente di aver subìto violenza dal proprio marito, la maggior parte ha indicato “una persona nota”. I traumi più comuni per i quali sono state curate sono quelli facciali, occhi neri, arti e polsi fratturati o contusi, policontusioni e traumi al viso, agli arti inferiori e superiori, al torace, al capo, al seno, al busto e su tutto il corpo, con lesioni cervicali, torsioni delle braccia, “contusioni dei tessuti molli profondi”, probabili violenze sessuali, ed in un caso irritazione delle vie aeree dovuta a sostanza urticante. Tali traumi sono procurati da percosse, strattoni, calci, pugni, graffi, lancio di oggetti come piatti e coltelli, ma anche da un investimento con l’auto. Le vittime sono donne giovani, adulte e, in un caso, in stato di gravidanza avanzata e lamentano, tutte, dopo la violenza, stati d’ansia e stress psicologico....

 

I dati Inps relativi al reddito di cittadinanza

 

L’Inps ha reso noto nei giorni scorsi i dati relativi ai redditi di cittadinanza richiesti e rilasciati nella nostra provincia. In Piemonte le domande accolte sono state quasi 58 mila, pari al 5,7% delle richieste, in provincia siamo invece a 6.209, il numero maggiore dopo gli oltre 34 mila di Torino! Di contro ne sono state respinte 2.504. Ciò significa che per il reddito di cittadinanza sono coinvolti 5.079 nuclei familiari per 11.451 persone per un importo mensile medio di 497,63 euro, contro la media regionale di 490,59. Numeri diversi per la pensione di cittadinanza: in provincia sono interessati 861 nuclei, sempre il numero maggiore dopo Torino, per 934 persone ed un importo medio mensile di 198,88 euro, contro i 203,84 di media regionale....

 

Progetto per un altro supermercato

 

Fino al 7 dicembre è possibile prendere visione presso gli uffici del settore territorio ed ambiente del comune del piano esecutivo convenzionato (Pec) presentato dalla società Codelfa spa sul terreno un tempo destinato a parcheggio camion lungo la circonvallazione cittadina all’altezza dell’incrocio con viale Piemonte. Come noto il comune mise in vendita il terreno, di 14.350 metri quadrati, che fu acquistato dalla società del Gruppo Gavio. Ora a firma dell’ingegner Alessandro Zanardi è depositato in comune il pec finalizzato alla realizzazione di un complesso commerciale di media struttura con superficie di vendita inferiore ai 2.500 metri quadrati (in modo da non dover ottenere permessi regionali). In particolare, come si può vedere dal disegno, si tratta di 3 unità immobiliari per complessivi 3.909 mq in cui sarebbero “insediabili altrettante attività commerciali rispettivamente di mq 1.500 di vendita per quella maggiore a scopi alimentari (in celeste), mentre le restanti 2 di mq 600 e 400 per commercio di generi non alimentari” (viola e arancione). L’area sarà dotata di 211 parcheggi (per legge ne sarebbero necessari 165, in grigio) e la volumetria sarebbe di 28.653 mc di poco inferiore a quella ammessa di 28.700 metri cubi A scomputo degli oneri di urbanizzazione la società si impegna a:...

 

328 mm di pioggia caduti a novembre

 

Da giovedì scorso 21 novembre la nostra zona è in allerta: prima gialla, poi da venerdì arancione, fino a lunedì quando il livello di allerta è ritornato verde, ovvero nella normalità. Nell’Alessandrino, invece, da sabato il livello è aumentato a rosso e gli effetti, purtroppo, li abbiamo visti tutti in televisione. E a noi è andata bene: in città venerdì sono caduti poco più di 10 millimetri, ma sabato la pioggia è sempre stata incessante ed i millimetri sono stati 63,4, mentre domenica ci siamo fermati a 4,5. In totale, in 3 giorni sono caduti 78,1 millimetri, tanto quanto un “normale” mese di ottobre. Altra pioggia, abbondante, mercoledì 27, con circa 30 millimetri e qualche disagio nei paesi ed in campagna. Fino ad ora, comunque, i millimetri di pioggia di novembre sono circa 328 mentre per tutto il 2019 siamo già a 1.065, come dire che a novembre è piovuto quasi un terzo di tutto l’anno....

 

Il livello dei corsi d’acqua durante le ultime piogge

 

Il maltempo dell’ultimo fine settimana ha obbligato la protezione civile a tenere costantemente sotto controllo il livello dei torrenti del Tortonese. Quello che non ha dato alcun problema è stato il Curone, che, misurato a Volpedo, era salito martedì 19 a quasi 1 metro sul livello idrometrico per poi scendere velocemente a livelli normali, a zero o poco meno. Nelle prime 12 ore di sabato 23 si è invece registrata una repentina risalita nell’arco delle prime 12 ore sempre al livello di 1 metro, per poi ridiscendere definitivamente.

Più importanti, invece, le oscillazioni dello Scrivia che aveva già superato, seppur di poco, il livello di guardia il 19 novembre, ovvero quasi 7 metri, per poi scendere fino a quota 2,5 metri venerdì 22. Dalle 12 di venerdì lo Scrivia è risalito, anche se di poco, per poi impennarsi improvvisamente nelle prime ore di sabato fino a superare abbondantemente il livello di guardia e toccare i 7,5 metri. Ma già nelle prime ore di domenica il torrente era sceso sotto il livello di guardia toccando i 3 metri per poi rimbalzare mercoledì a quasi 5 metri.

Decisamente più pericolosa la situazione del Po che ad Isola Sant’Antonio nella notte tra domenica e lunedì ha sfiorato il livello di pericolo, situato a 8 metri. E pensare che solo venerdì 22 era a poco più di 2 metri di altezza sul livello idrometrico! Ma anche in questo, caso passata in poche ore la piena, tutto è ritornato nella normalità.

Infine da ricordare il Grue, non considerato nelle misurazioni dall’Arpa, che però non è mai stato realmente pericoloso. Il suo corso è sempre stato abbastanza lento e regolare, e nessuna arcata di ponte è stata realmente sfiorata dall’acqua.

 

Ancora pioggia, frane e strade allagate: urgono interventi

 

Al netto di alcune situazioni possiamo ben dire che la grande paura dello scorso fine settimana ha fatto stare tutti sul chi vive e ha provocato danni anche nel Tortonese. Da registrare una frana che minaccia la sede della Soms di Costa Vescovato, un’altra frana che ha costretto alla chiusura la provinciale che da Garbagna porta in val Borbera, una frana sul versante di Sorli ed acqua torbida in alcuni acquedotti dovuta ad infiltrazioni. Il problema è stato gestito al meglio a Sant’Agata Fossili, Garbagna ed Avolasca ove l’allarme acqua è rientrato nella mattinata di lunedì, mentre è continuato ancora per alcuni giorni a Cerreto Grue ed a Fabbrica Curone ove interessato era l’acquedotto consorziale che eroga acqua al capoluogo ed alla frazione Bastardini. 

Per il resto le “solite” strade allagate perché i campi non assorbono più l’acqua e la riversano nei fossi, spesso inesistenti o quasi e non più adatti a ricevere grandi quantità di acqua. Le strade sono state parzialmente chiuse al traffico, spesso solamente per qualche ora (la provinciale 83 all’altezza di Sale, la Pontecurone-Viguzzolo che per altro era percorribile a passo d’uomo, la 130 per Costa Vescovato per numerosi allagamenti, la rotonda all’altezza di Hobby Verde sulla nuova provinciale per Viguzzolo allagata a metà nella corsia in uscita dalla città, la 93 a Castelnuovo Scrivia per l’ormai annoso problema del rio Calvenza). Da segnalare anche la mancanza di energia elettrica in città ed a Pontecurone.

 

La pioggia ha “sciolto” l’asfalto

Voragini sulle strade: danni a gomme e sospensioni

 

In questa settimana l’incidente che si è verificato più volte sulle strade del Tortonese è stato quello dello scoppio e della foratura delle gomme o la rottura delle sospensioni delle auto a causa delle buche, meglio delle voragini, che si sono aperte sulle strade provinciali. Decine sono stati gli interventi da parte delle forze dell’ordine chiamati per ufficializzare l’accaduto, in modo che gli automobilisti vittime degli incidenti possano usufruire dell’assicurazione, e dei carri attrezzi per la rimozione delle auto non più utilizzabili. La situazione non è delle migliori neanche in città. La foto, inviataci da un lettore, è stata scattata sulla provinciale tra Volpeglino e Monleale che, a quanto pare, è tra le più danneggiate. La Provincia ha assicurato che appena il tempo lo permetterà le buche saranno “tappate”. C’è però da chiedersi: come mai la pioggia ha causato simili voragini nell’asfalto? Forse perchè l’asfalto non è di prima qualità?

 

Gianluca Silvestri nuovo amministratore unico Amias

 

Gianluca Silvestri è il nuovo amministratore unico di Amias srl, azienda multiservizi idrici ed ambientali Scrivia, che nacque nel 1977 come Consorzio di bonifica del bacino dello Scrivia per poi trasformarsi nell’azienda consortile intercomunale del bacino dello Scrivia nel ‘96 e finalmente nel 2002 nell’attuale denominazione. Sostituisce nella carica Gianni Mutti, che era stato nominato nel giugno dello scorso anno. Amias controlla la società Gestione Acqua assieme all’Acos spa di Novi Ligure ed all’Asmt spa di Tortona. Per accordi la designazione dell’amministratore unico spetta al comune di Tortona che lo ha fatto nel corso dell’assemblea di martedì 26. L’oggetto sociale è l’attività di controllo, trattamento, difesa, valorizzazione delle risorse idriche, compreso il riutilizzo a fini irrigui ed industriali, la valorizzazione a fini energetici e la gestione del servizio idrico integrato formato dall’insieme dei servizi di captazione, accumulo, adduzione e distribuzione dell’acqua ad usi civili ed industriali, di fognatura e depurazione delle acque reflue....

 

Studentessa della quarta liceo classico Peano

Magda Agosti presidente provinciale e coordinatrice regionale delle Consulte scolastiche

 

La scorsa settimana la studentessa Magda Agosti, della quarta classico del liceo ‘Peano’, ha deciso di candidarsi con un dettagliato programma alla guida della Consulta Provinciale di Alessandria ed è stata eletta presidente. Lunedì e martedì a Torino, nel primo incontro previsto per il coordinamento regionale delle consulte (composto dagli otto presidenti provinciali) alla presenza del direttore regionale Fabrizio Manca, del dirigente del Provveditorato Leonardo Filippone e del docente referente professoressa Loredana Barbone, è stata anche eletta coordinatore regionale del Piemonte. Magda ricoprirà per un biennio questi importanti incarichi diventando di diritto membro della consiglio nazionale dei presidenti di Consulta e dell’Ufficio di Coordinamento Nazionale, organismi convocati periodicamente dal Ministro dell’Istruzione per ascoltare la ‘voce’ e le proposte degli studenti e dei territori sulle situazioni delle scuole di tutta Italia. Un bel risultato ottenuto in questo mese di novembre durante il quale, come consuetudine, nelle scuole di ogni ordine e grado si svolgono le elezioni per il rinnovo degli organismi di partecipazione alla vita scolastica....

 

Lunga serie d’iniziative dal 5 dicembre al 6 gennaio

Un Natale a Tortona come non si è mai visto

 

Un Natale 2019 ricco di iniziative a Tortona che celebra la festa più amata dell’anno con numerosi appuntamenti che si svolgeranno per tutto il mese di dicembre fino all’Epifania. Un programma che il Comune di Tortona ha organizzato in collaborazione con il Comitato dei Commercianti del Centro con l’importante sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, senza il quale non sarebbe stato possibile realizzare molte delle iniziative proposte, di UBI Banca e degli sponsor FarmaTortona, Ariel Car-Ecoprogram, Alpla e Intesa Srl-UnipolSai.

L’avvio ufficiale delle festività si terrà giovedì 5 dicembre, alle ore 16,30, in piazza Arzano, con l’accensione delle illuminazioni degli alberi allestiti in città: in piazza Marconi, piazza dell’Annunziata (nel cortile del Teatro Civico), i due in piazza Duomo, via Carducci, largo Borgarelli e piazza Malaspina.

Sabato 7 dicembre dalle 15.30, la prima “Caccia al tesoro degli Elfi” organizzata da PazzAnimazione in collaborazione con i commercianti della via Emilia Sud;

• alla stessa ora, presso il Museo Diocesano in via Seminario, apertura della mostra “Presepi d’arte” a cura dell’Associazione ArquaTor Presepi Onlus aperta fino al 12 gennaio;

• alle 16.30, sul sagrato della chiesa di San Michele, “Colinda” canti natalizi della tradizione rumena a cura del Coro amatoriale Colindita....

 

Garbagna - Mercatino di Natale

 

Il Consorzio la Torre organizza per domenica 1 dicembre il Mercatino di Natale nei locali riscaldati della struttura posta in piazza Cesare Alvigini. Ci saranno bancarelle di artigianato ed enogastronomia con prodotti della tradizione, antiquariato, mobili artigianali, idee regalo. Il mercatino sarà aperto dalle 9,30 alle 19,30. Durante la giornata gli alpini del Gruppo Val Grue distribuiranno il vin brulé....

 

Allagato il sottopasso a Torre Garofoli

 

Situazione paradossale per il sottopasso di Torre Garofoli nei pressi del cimitero: da una settimana è allagato, e già alcuni concittadini sono rimasti bloccati e sono stati portati all’asciutto grazie all’intervento di volontari. Nei giorni scorsi un gruppo di agricoltori ha utilizzato le proprie pompe per prosciugare la strada ma l’intervento pare non sia stato definitivo ed il transito rimane vietato. Nella foto un mezzo agricolo rimasto impantanato viene trainato da un camion fuori dall’acqua.

 

 

 

Domenica in città il “7 Colli Urban Trail”

 

Domenica 1 dicembre  all’interno della città si svolgerà la gara podistica competitiva “7 Colli Urban Trail” e di conseguenza fino alle 14 sarà vietato il parcheggio in piazza Ubertis (quella del palazzetto Camagna) e dalle 7 alle 13 in corso Alessandria nel tratto tra via Legnano e corso Garibaldi ed in corso Repubblica nel tratto tra corso Cavour e corso Alessandria. Nel corso della mattinata, poi sia nelle vie del centro che in quelle di periferia e collinari interessate dalla corsa ci sarà una sospensione temporanea della circolazione per il tempo strettamente necessario al transito dei concorrenti dal momento del passaggio del segnale di inizio gara a quello di fine gara. In ogni caso la durata della chiusura non può superare i 10 minuti dal transito del primo concorrente e sarà attuata a cura dei vigili e dei volontari della Protezione Civile “almeno 5 minuti prima del transito del primo concorrente”. Attenzione, quindi, e procedere con prudenza.

 

Eccellenza - Girone B - Domenica l’Olmo. In Coppa c’è il Baveno

Pellegrini: “Attenti all’attacco dei cuneesi. In Coppa non sarà facile”

 

Ancora Olmo. Dopo le due tiratissime gare di Coppa, da cui è uscito vincitore il Derthona, i bianconeri domenica, a causa del rinvio della scorsa giornata dovuto alle forti piogge, affronteranno ancora una volta l’Olmo di mister Magliano che nel doppio incontro infrasettimanale ha dimostrato di essere squadra tosta e pericolosa, in grado di colpire con più armi e sicuramente sarà mossa da spirito di rivalsa. In campionato inoltre i cuneesi sono a sole 3 lunghezze dalla zona playoff e non faranno sconti. Tre giorni dopo poi l’asticella della difficoltà si alzerà ulteriormente perchè al Cucchi arriverà il Baveno per giocarsi la semifinale di andata della Coppa Italia di categoria. 4 giorni di fuoco per il Derthona. 

La situazione. Mister dopo due gare ricche di goal ed emozioni cosa dobbiamo temere maggiormente dell’Olmo?....

 

Basket - Serie A2 - Girone Ovest - Derthona a Treviglio. Ancora out Tavernelli

Lunedì 2 dicembre è attesa la decisione sul ricorso alla squalifica del PalaOltrepò

 

Tornati da Napoli con l’amaro in bocca per una sconfitta evitabile in una gara dal punteggio molto basso (69-64), coach Ramondino ed i suoi ragazzi in settimana hanno analizzato il match e lavorato duramente in palestra per ovviare agli errori ed alle palle perse che hanno indirizzato la gara in terra campana dove il Derthona ha dimostrato ancora una volta di essere ancora incompleto nella sua crescita. I leoni, infatti, dopo i primi due quarti giocati a buon livello e con la giusta mentalità, hanno sprecato il buon lavoro fatto con un terzo periodo da dimenticare in cui sono stati travolti dal “pressing” napoletano e hanno tirato con percentuali pessime. Non è bastato poi un quarto periodo molto buono in cui hanno tirato con maggior precisone e continuità ed addirittura messo il naso avanti nel punteggio. Poi però la cura dei dettagli ha indirizzato la gara a favore dei padroni di casa. Ciò che ha caratterizzato maggiormente questa gara sono quindi gli alti e bassi all’interno della stessa, letali per l’esito delle partite e frutto di poca esperienza da parte di qualche elemento e di poca lucidità da parte dell’intero gruppo, parso a tratti slegato....

 

Automobilismo - Alms - Pier Guidi 4° in Cina

 

Quarto posto finale per Alessandro Pier Guidi al termine della prima tappa dell’Asian Le Mans Series che si correva domenica scorsa sul circuito di Shanghai. Pier Guidi ed i suoi soci di abitacolo, Piovanetti e Negri Jr., partivano con il secondo tempo in griglia dopo le buone qualifiche del sabato ma poi perdevano progressivamente terreno a causa anche di un malinteso con le comunicazioni ai box per cui, ad un certo punto della gara, la Ferrari 488 del team Spitit of Race è rientrata inutilmente in pit lane facendo praticamente un pit stop in più degli altri equipaggi, perdendo così moltissimo tempo e ritrovandosi settima in classifica. Nel finale poi Pier Guidi, grazie alla sua guida aggressiva e veloce, ha recuperato posizioni chiudendo con un 4º posto dietro ad Aston Martin, Lamborghini e Bmw M6, che tutto sommato può considerarsi un buon risultato.....

 

Il resto delle notizie le potete trovare su "Sette Giorni" attualmente in edicola o sul sito a partire da mercoledì 4 dicembre