RIVOLTA NOMINATO NUOVO DIRETTORE DI 5 VALLI SERVIZI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   20/05/2020 00:00:04 

 

Non c’è proprio pace per la 5 Valli Servizi, la società che gestisce la raccolta ed il trasporto dei rifiuti per moltissimi paesi del Tortonese, il cui amministratore delegato è Angelo Gandini. Il Cda è composto inoltre dalla presidente Marina Paola Persano e dai consiglieri Stefano Guagnini, Giacomo Ponzano e Patrizia Tuis. Come noto la società è appena uscita da una grave crisi a causa di un “buco” di oltre 500 mila euro nel bilancio 2018, approvato a fine anno e che è stato coperto dai vari comuni per evitare lo scioglimento della società. In piena crisi sanitaria il direttore Butti, che aveva già dato a suo tempo le dimissioni per poi ritirarle, ha lasciato l’incarico e il 22 aprile è stata bandita la selezione per il nuovo direttore generale, che rimarrà in carica fino al 31 dicembre 2020 con possibilità di proroga. Non possiamo non rilevare come una selezione poco pubblicizzata in un periodo di grave crisi come l’attuale lasci un poco perplessi. Comunque le domande di partecipazione sono state 2 ed il 29 aprile, cioè 7 giorni dopo l’apertura della selezione, si è tenuta la commissione di valutazione. La prima candidatura è dell’ingegner Marco Rivolta, attuale direttore tecnico dell’Aral, l’azienda rifiuti alessandrina; la seconda del tortonese Gian Francesco Galanzino. La scelta avviene con l’assegnazione di un punteggio suddiviso in quattro voci: 30 punti per i titoli professionali; 30 per l’esperienza nella gestione dei rifiuti urbani; 30 per l’esperienza di direzione; 10 per la richiesta economica. Rivolta ottiene il massimo nelle prime due valutazioni, 21 punti per i 15 anni di esperienza nel settore della direzione e 10 per la richiesta economica pari a 27 mila euro annui. Galanzino ottiene 0 punti “in quanto nel curriculum vitae inoltrato, sia in prima che in seconda trasmissione, non è presente alcun titolo formativo specifico”; 30 punti per l’esperienza di oltre “30 anni” nel settore; 30 punti per “oltre 20 anni di esperienza nel settore in analisi” e 0 per la richiesta economica pari a 72 mila euro. In totale Rivolta ottiene 91 punti su 100, Galanzino 60: dal 6 maggio, quindi, l’ingegner Rivolta è il nuovo direttore della società. Auguri, crediamo ne abbia proprio bisogno!

© riproduzione riservata