AL LICEO PEANO +52 ALUNNI E 38 CLASSI (+3) 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   20/05/2020 00:00:06 

 

L’anno scolastico 2020/’21 si aprirà con un importante incremento del numero di classi per il Peano. A fronte delle 35 attuali da settembre vi saranno 38 classi. In particolare, le prime saranno nove, come mai era successo fino a ora: tre di scientifico, due di liceo delle scienze umane, due di linguistico, una di classico e una di liceo delle scienze umane opzione economico sociale. Gli studenti saranno 904, a fronte degli 852 del corrente anno scolastico. “E’ una grande soddisfazione sapere che le famiglie, gli studenti e il territorio credono nell’offerta formativa proposta dal liceo - ci dice il dirigente scolastico Maria Rita Marchesotti (in foto) - Abbiamo, nel corso degli ultimi anni, implementato l’aspetto peculiare e imprescindibile della personalizzazione dell’apprendimento, con particolare attenzione ai bisogni educativi speciali ma anche alle numerosissime eccellenze presenti in istituto. Abbiamo cercato di soddisfare al meglio le esigenze degli studenti, cercando di valorizzare talenti e risolvere criticità, con un ampio spettro di proposte didattiche che vanno ad implementare il nostro piano di offerta formativa e che garantiscono una seria riflessione sul quotidiano processo educativo. In particolare, il nostro liceo, come si evince dal rapporto di autovalutazione d’istituto (nel quale vengono confrontati dati oggettivi paragonati con quelli dell’Italia, del Nord Ovest e del Piemonte) oltre a garantire una solida preparazione di tipo universitario, dimostra particolare attenzione al successo formativo di tutti gli studenti (non vi è dispersione scolastica), affiancando ogni giorno ciascun alunno nel proprio personale processo formativo, ponendo in atto strategie per favorire l’inclusione e l’acquisizione delle competenze chiave di cittadinanza e facendo loro prendere coscienza del valore intrinseco alla dimensione scolastica. Siamo pieni di nuove idee per il prossimo anno, idee che coinvolgeranno gli studenti in percorsi che li vedranno protagonisti del loro progetto di studio e di vita, che li vedranno confrontare con esperienze uniche legate al territorio locale, italiano ed europeo. Non sapremo come inizierà il futuro anno scolastico, ma stiamo già lavorando in sinergia con il nostro responsabile per il servizio di prevenzione e protezione, con il neo costituito Comitato interno Covid-19 e con gli enti preposti per garantire un adeguato rientro in classe. In ogni caso, il senso d’appartenenza, di unitarietà (docenti, studenti, personale Ata, famiglie, territorio), di solidarietà e di umanità, che sono stati la vera forza che ci ha dato straordinaria energia durante il difficile periodo legato all’emergenza sanitaria, saranno la base sulla quale edificare, a settembre, un nuovo cammino educativo e formativo”.