IL COVID HA COLPITO DI PIÙ NELLA FASCIA D’ETA 70-79 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   20/05/2020 00:00:11 

 

Indagine Istat sui decessi

L’Istat ha pubblicato la scorsa settimana la prima indagine, in oltre 4.400 comuni italiani, sui decessi del periodo 1º gennaio-15 aprile per gli anni 2015-2020, corredandoli da una serie di grafici che visivamente mettono subito in evidenza la gravità dell’emergenza sanitaria nella nostra zona. Lo spazio a disposizione non ci permette di pubblicare tutti i grafici dei comuni presi in considerazione dall’istituto di statistica, non tutti purtroppo, per cui ad esempio comuni rilevanti per la nostra zona come Pontecurone e Viguzzolo  non sono inseriti. L’andamento dei decessi in alcuni casi di piccoli comuni (ad esempio Brignano Frascata) evidenzia una mortalità maggiore nella media degli anni dal 2015 al 2019 rispetto a quanto è avvenuto quest’anno. In altri, Tortona in primis, la diversità tra la riga rossa relativa al 2020 e quella blu al 2019 è macroscopica e drammatica. 

L’Istat ci fornisce anche grafici differenti per classe di età e per genere, ma anche in questo caso lo spazio non ci permette di pubblicarli tutti. Abbiamo scelto i comuni più grandi tra quelli presi in esame, cioè Tortona, Sale e Castelnuovo Scrivia confrontando il 2019 con il 2020. La sintesi del rapporto ci dice che “nonostante il calo dei contagi dovuto alle misure di distanziamento sociale intraprese fin dai primi giorni di marzo, le curve nazionali dei casi diagnosticati e dei decessi hanno iniziato a decrescere solo negli ultimi giorni di marzo”. Per quanto riguarda i contagi il 52,7% dei casi è di sesso femminile, anche se nella fascia  0-9 anni, 60-69 e 70-79 il numero maggior dei casi avviene per i maschi mentre nella fascia oltre i 90 anni le femmine sono più del triplo probabilmente a causa della prevalenza femminile in questa fascia d’eta. Diverso il discorso per quanto riguarda la mortalità: l’eccesso più consistente si ha nella fascia degli uomini di 70-79 anni (2,3 volte in più) seguita dalla fascia di età 80-89 (+2,2) ma la mortalità nelle donne è più contenuta in tutte le fasce di età e solamente a fine marzo raggiunge il 20% di incremento rispetto alla media degli anni 2015-2019 nella classe di età 70-79. L’età media dei decessi è di 62 anni, e la letalità è più elevata nei maschi in tutte le fasce di età e, in generale, nel 34,7% dei decessi viene segnalata anche una co-morbilità. Ed ancora: il 91% dell’eccesso di mortalità a marzo 2020 si concentra nelle aree ad alta diffusione dell’epidemia: 37 province del Nord. 

 

In alto: Tortona: morti totali, totale maschi e totale femmine; sotto: Sale: morti totali, totale maschi e totale femmine