RAPINA NOTTURNA ALL’UNIEURO: TRAFUGATI CELLULARI PER 20 MILA EURO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   24/06/2020 00:00:11 

 

La guardia giurata aggredita dai banditi con lancio di bottiglie

 

Intorno alle 1,30 di sabato 13 giugno un forte boato mette in allarme la guardia giurata che presta servizio, come ogni notte, all’interno del Centro Commerciale Oasi. Dopo il primo attimo di sorpresa la guardia comprende che è stata sfondata la vetrata di una uscita di sicurezza, a lato della entrata, ora utilizzata solo come uscita. Accorre e sorprende una decina di uomini, uno dei quali con un grosso piccone, che parlano una lingua straniera, probabilmente romeno, e che si avvicinano agli stand di Unieuro, la società che da alcuni mesi ha allestito un suo punto vendita all’interno dell’Iper. L’uomo punta la pistola ai banditi, intima loro di fermarsi ma per tutta risposta, mentre una parte dei malviventi fa razzia dei cellulari esposti nelle bacheche, rotte con il piccone, gli altri iniziano un fitto lancio di bottiglie contro la guardia, che quindi deve ripararsi. Il tutto dura una decina di minuti, poi i banditi si allontanano a bordo di auto, che la guardia non ha potuto vedere, abbandonando il Doblò, servito come ariete per sfondare la vetrina e risultato rubato nel Milanese. I carabinieri giungono velocemente sul posto e, con il rilievo delle impronte digitali, iniziano le indagini che si orientano verso il Milanese, da dove proviene il mezzo rubato ed abbandonato e in modo specifico sulla comunità romena della zona. Gli investigatori tortonesi, al comando del tenente Del Rio, stanno seguendo numerose tracce per scoprire gli autori della rapina, autori che potrebbero essere gli stessi che hanno replicato il colpo domenica scorsa ai danni dell’Iper di Serravalle Scrivia. Qui, però, la guardia giurata ha sparato in aria e i banditi, costretti alla fuga, non sono riusciti a portare a segno il colpo. Il danno per l’Unieuro si aggira sui 20 mila euro.

© riproduzione riservata