GESTIONE AMBIENTE: SI RIPARTE CON IL NUOVO PROGETTO DI RACCOLTA RIFIUTI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   01/07/2020 00:00:08 

 

Dove eravamo rimasti? Il 2020 doveva essere l’anno di chiusura degli avvii del nuovo progetto di raccolta nei Comuni ancora operativi con il vecchio sistema e gestiti da Gestione Ambiente S.p.A. (Castelnuovo Scrivia, Gavi, Novi Ligure, Spineto Scrivia, Tortona) e così sarà, nonostante lo stop dovuto all’emergenza Covid-19, che ha obbligatoriamente rinviato molte attività già programmate. Ora siamo tutti pronti a riprendere e a completare l’avvio del nuovo sistema di raccolta differenziata. Ricordiamo che si tratta del primo passaggio per l’introduzione del nuovo sistema di raccolta che punta ad assolvere agli obblighi di Legge Regionale 1/ 2018 e raggiungere, entro la fine del 2020, il 65% di raccolta differenziata e 159 kg ad abitante all’anno (secco non riciclabile/indifferenziato). Nel Comune di Tortona, da lunedì 29 giugno verranno ultimate le consegne a domicilio dei nuovi contenitori e del kit informativo nella Zona 5 (località Cascinotti, frazione Torre Garofoli, frazione Passalacqua e Strada Statale per Alessandria), che comprende sia le attività artigianali-industriali sia le utenze domestiche, già avviata prima del Covid-19: tutti i cassonetti della zona verranno internalizzati. Gli operatori di Gestione Ambiente saranno muniti di tesserino di riconoscimento e consegneranno dalle 8 alle 19,30, sabato compreso. Gli utenti potranno delegare al ritiro dei contenitori un’altra persona, compilando l’apposito modulo di delega, che possono trovare in Comune o scaricare dal sito gestioneambiente.net. Al momento della consegna a domicilio, si dovranno ritirare i contenitori e firmare il modulo di consegna. Sono previsti contenitori per la raccolta di imballaggi in plastica e lattine (con coperchio di colore bianco), carta e cartone (con coperchio di colore giallo), umido (colore marrone) e secco non riciclabile /indifferenziato (con coperchio di colore grigio); su richiesta, saranno consegnati anche quelli per la raccolta del vegetale (con coperchio di colore beige), che diventerà un servizio a pagamento dal 1° gennaio 2021. L’alternativa al ritiro del contenitore dell’umido e/o del vegetale è la compostiera; si potrà farne richiesta in fase di consegna. Per le utenze domestiche residenti nelle villette e nei condomìni sono state studiate, dopo specifici sopralluoghi, le soluzioni più adatte in base allo spazio a disposizione. Tutti i contenitori sono dotati di una targhetta identificativa (TAG) con un codice alfanumerico che consentono di identificare il proprietario, di monitorare il flusso dei rifiuti e determinare così la quantità di rifiuto indifferenziato prodotto da ciascun utente in vista dell’applicazione della futura tariffa puntuale, ma anche la qualità del rifiuto differenziato. La data di avvio del nuovo sistema di raccolta differenziata nella Zona 5 verrà comunicata in seguito. Da quel momento, si dovranno esporre i contenitori nuovi provvisti di TAG, seguendo il calendario dei passaggi di raccolta consegnato a domicilio e scaricabile dal sito gestioneambiente.net. Contestualmente, dagli operatori di Gestione Ambiente verranno rimossi i vecchi contenitori stradali, eccetto le campane del vetro, la cui raccolta continuerà ad essere stradale. A seguire, saranno avviate le altre zone di Tortona, secondo la suddivisione territoriale prevista, scaricabile dal sito di Gestione Ambiente gestioneambiente.net.. Nell’ordine: Zona 3A (Oasi e Villoria); Zona 4A (Paghisano); Zona 4B (Zona Castello e Bedolla); Zona 1 (Città Giardino e San Bernardino); Zona 2 (Zona “Municipio” Corso Alessandria); Zona 3B (Oasi); Centro Storico; Frazioni limitrofe (Vho, Mombisaggio); Zona 6 (Rivalta e Castellar Ponzano). Ogni avvio sarà preceduto dalle necessarie attività di comunicazione. Gli incontri pubblici, inizialmente previsti con i cittadini, al momento sono sospesi a causa dell’emergenza sanitaria in corso. L’obiettivo che comune e Gestione Ambiente si sono posti è di completare la maggior parte delle attività entro la fine dell’anno in corso, tenendo anche conto che con il 2021 dovrà avvenire il passaggio al sistema di tariffazione puntuale.