REPARTO DI ORTOPEDIA: RISPONDE IL PRIMARIO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   09/09/2020 00:00:06 

 

In relazione all'articolo intitolato "Per il reparto di Ortopedia nessuna risposta dall’Asl" pubblicato sul periodico Sette Giorni a Tortona del 31/07/2020, il direttore del reparto di ortopedia del P.O. di Tortona dottor Giancarlo Bonzanini fornisce i seguenti chiarimenti: 

- con la trasformazione del P.O. di Tortona in Covid hospital è stato necessario trasferire l’equipe ortopedica presso il presidio di Novi Ligure al fine di garantire il trattamento della patologia traumatologica urgente della zona;

- attualmente l'attività chirurgica ortopedica elettiva è ripartita presso il presidio di Tortona e per motivi organizzativi la degenza è unificata a quella della chirurgia generale;

- al termine del periodo estivo (che prevede una fisiologica riduzione delle sedute operatorie) si riprogrammerà l'attività per permettere una riapertura progressiva del reparto.

Si precisa inoltre che, a differenza di quanto riportato nell’articolo, la dirigenza Asl Al tramite l’ufficio stampa si è resa disponibile a fornire riscontro alle domande ricevute e che, esclusivamente a causa delle tempistiche legate al reperimento delle informazioni, tale riscontro non è stato fornito in un momento compatibile alla pubblicazione cartacea del periodico Sette Giorni a Tortona.

 

Ps. Oh povera Asl! Il 24 luglio in prima pagina pubblichiamo un articolo chiedendo, già nel titolo, “perchè non riapre il reparto di ortopedia”? Il 31 luglio replichiamo affermando “per il reparto di ortopedia nessuna risposta dall’Asl”. Finalmente il 7 agosto è giunta la mail che avete potuto leggere. Due appunti: la risposta è data dal primario, dottor Bonzanini, che però non ci risulta essere titolare della decisione di riaprire o meno il reparto tortonese, cosa che spetta ai vertici dell’Asl; se i dirigenti dell’azienda sanitaria alessandrina ci mettono così tanto tempo a reperire le informazioni che abbiamo richiesto, cosa che invece dovrebbe essere di conoscenza quotidiana, in che mani siamo?