LA PAGINA DI CASTELNUOVO SCRIVIA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   16/09/2020 00:00:01 

 

E' iniziata la scuola

 

Proponiamo un po' di numeri sulle iscrizioni del nuovo anno scolastico iniziato lunedì 14 settembre, e che vede le scuole del Comprensivo Bassa Valle Scrivia ospitare 1.113 iscritti. Per quanto riguarda la scuola dell'Infanzia, Castelnuovo si presenta ai nastri di partenza con 105 iscritti, di cui 23 nuove iscrizioni; Isola Sant'Antonio ha 18 iscritti, 5 al primo anno; il numero complessivo di Molino dei Torti è di 5 bambini, di cui 1 nuova iscrizione; ad Alluvioni 28 iscritti di cui 5 al primo anno; 60 gli iscritti a Sale con 14 al primo anno; infine a Pontecurone 61 sono gli iscritti complessivi, 16 i nuovi iscritti. Passiamo ora alla scuola Primaria con Castelnuovo che parte da 209 iscritti, di cui 48 nuove iscrizioni; ad Isola gli iscritti sono 9 con un solo nuovo ingresso; a Molino 19 iscritti di cui 3 nuove iscrizioni; a Grava 28 iscritti di cui 6 nuove iscrizioni; Sale si presenta ai nastri di partenza con 144 bambini complessivi di cui 30 al primo anno; infine Pontecurone con 111 iscritti, di cui 25 nuove iscrizioni. Concludiamo il nostro viaggio con la scuola Secondaria: a Castelnuovo gli iscritti complessivi sono 136, gli iscritti al primo anno 43; a Sale 112 di cui 41 nuove iscrizioni; Pontecurone 68 iscritti complessivi, 27 al primo anno. Nella ripartizione delle scuole, ufficialmente vengono inserite anche la scuola dell'infanzia e la primaria di Molino dei Torti ma in un articolo a parte, nelle pagine interne del giornale, affrontiamo nello specifico la questione.

Helenio Pasquali

 

Raccolta rifiuti Porta a Porta: calendario degli incontri

 

Entro fine anno partirà il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti Porta a Porta. E’ un cambio radicale, sia per i passaggi presso le abitazioni sia per la tariffazione: è importante che i cittadini siano adeguatamente informati e per questo Gestione Ambiente e il comune avvieranno gli incontri a partire dalla prossima settimana. Il ritrovo sarà la Sala Pessini in piazza Vittorio Veneto. Sono state suddivise le strade considerando la densità abitativa e una percentuale stimata di partecipazione. L’accesso sarà consentito a un solo componente per famiglia per limitare le presenze e dovranno essere rispettate le norme attualmente in vigore: mascherina indossata, non febbre, non sintomi influenzali. La sala al termine di ogni riunione sarà sanificata. I partecipanti saranno tracciati con le proprie generalità, sarà misurata la temperatura corporea e va rispettato il calendario secondo la residenza prevista. Saranno ammesse un massimo di 70 persone. 

Martedì 15 settembre ore 18 Via De Bonis, vicolo Butteri, via Carlo Alberto, via Roma, vicolo del Castello; ore 21 Via Caduti per la Patria, via Gramsci, viale IV Novembre.

Mercoledì 16 settembre ore 18 Via De Gasperi, Dante, Don Orione, Valentino Curone; ore 21 Via Gioberti, Solferino, XX Settembre, M.L. King.

Venerdì 18 settembre ore 18 Via Marguati, Cavour, Delle Rose, Mazzini, Costa; ore 21 Via Dei Bandello, Galilei, D’Azeglio, Gattinara, Giglio Pietro, Milano, Montebello, Umberto I°, Flavio Torti, Piazza Vittorio Emanuele II, Vicolo Grassi Pietro.

Mercoledì 23 settembre ore 18 Piazza V. Veneto, Vicolo Valenti, Via De Agostini, Einaudi, Vicolo del Basiglio, Via Montegrappa, Piave, Vicolo Scarabelli, Volta, Via XXV Aprile, Vicolo G. Torti, Via P.S. Marie, Piazza delle Scuderie; ore 21 Via Soldini, Torino, Zanchetta.

Venerdì 25 settembre ore 18 Via Tortona, Via Zibide, J. F. Kennedy, Giovanni XXIII°, De Berris, Piazzetta del Bosco; ore 21 Via Fornasari, Castelfidardo, Bellini, Luraghi, Bertetti, Puccini, Donizzetti, Verdi, Piazza Libertà.

Martedì 6 ottobre ore 18 Strada Maccarina, Sgarbazzolo, Piccagallone, San Damiano, Piccagallo, Prati, Ceroggia, San Bartolomeo, Molino, Buschi Tortona, Bovera, Bassa Cantona, Panatera, Marca Mora, Sale, Infermera Ova, Scrivia, Trio Sicchè, Ragni, Pavesa, Pompea, Palazzina, Guazzora, Cantonata, Pontecurone, Bassa, Viale Scrivia; ore 21 Strada Cerro, Casei Gerola, Frazione Secco, Strada Secco, frazione Ova, Strada Viguzzolo, Tortona, Via San Damiano.

Mercoledì 7 ottobre ore 18 Via Marconi, S. Desiderio, Madonna delle Grazie, Colli, Perosi, Vicolo Milazzo, Grassi Giovanni, Via Lamarmora; ore 21 Via Palestro, Moro, Berri, Canina, Magenta, Bixio.

Giovedì 8 ottobre ore 18 Via Masnaco Nicolosio, San Martino, Bersani, Borghi, Zerba, Vicolo Frambaglia; ore 21 Vicolo Monza, Via Matteotti, Garibaldi. 

 

E’ morto Francesco Castellini, l’unico sopravvissuto all’eccidio del Secco

 

Ha superato tanti momenti difficili ma purtroppo non l'ultimo e così Francesco Castellini si è spento a 94 anni dopo aver riportato giovedì scorso una frattura al bacino. Da tutti riconosciuto come una persona brillante, effervescente, sapeva coinvolgerti raccontando mille aneddoti della sua lunga e ricca vita, con quel garbo e quell'educazione che da sempre hanno tratteggiato i suoi anni vissuti amando la sua famiglia, le sue radici. Quanti racconti ho ascoltato da Francesco, ed in ogni avvenimento raccontato trovavi la sua passione, quella memoria consegnata ai suoi figli ed ai suoi nipoti, patrimonio indimenticabile di affetti, di laboriosità e di amore per la vita. Negli ultimi anni  arrivava dalla sua cascina sulla sua inseparabile bicicletta, e quando facevi due passi a piedi con lui, seguirlo non era poi così semplice: "Lo so - mi diceva - ho un passo forse troppo spedito, ma cosa ci vuoi fare, sono abituato così!". E giù una risata perchè anche il buon umore ha sempre trovato ospitalità nella sua vita. Pur avendo vissuto anni molto difficili. Francesco Castellini è stato l'unico sopravvissuto dell'eccidio del Secco, avvenuto il 29 giugno 1944: vennero trucidate sette persone, massacrate da tre disertori delle truppe naziste, un austriaco e due slavi. E proprio per non dimenticare, ogni anno viene commemorato l'eccidio del Secco e la presenza di Francesco non è mai venuta meno sotto quel pioppo che egli stesso aveva piantato e che su iniziativa del Comune, è oggi inserito tra gli alberi sotto tutela a livello nazionale. In tanti mercoledì lo hanno voluto salutare per l'ultima volta nella nostra chiesa parrocchiale. Francesco, che lascia i figli Oscar e Giovanna con le rispettive famiglie, ora riposa in pace ritrovando l'indimenticata Luigia, compagna di una vita, vissuta in tutta la sua pienezza.

Helenio Pasquali

 

Riparte il nido “Primavera”

 

L'asilo nido primavera ha iniziato il 1° settembre il nuovo anno formativo: le prime due settimane sono state dedicate ai bambini che già frequentavano. Da lunedì 14 invece inizieranno gli inserimenti dei nuovi iscritti a piccoli gruppi e secondo un calendario che è stato concordato tra  educatrici e genitori. I posti disponibili al nido sono stati tutti occupati: ci sono 36 iscritti che saranno suddivisi in modo da creare gruppi “bolla", come previsto dalle linee guida. In pratica i gruppi saranno sempre seguiti dalle stesse educatrici e non avranno scambi tra loro, questo per avere sempre sotto controllo la rete dei contatti. Il nido riapre con gli orari consueti: 7.30-17.30 con la possibilità di scegliere il part – time, uscendo dalle 12.45 alle 13.15 e usufruendo di uno sconto del 30% sulla quota fissa; contestualmente è subito partito anche il servizio mensa, con la cucina interna alla struttura. Come ci spiegano la coordinatrice Emanuela Barbieri e le educatrici Adelina Cacciola, Katia Ferrari, Paola Olivieri, Chiara Oberti e Federica Villani, equipe completata dalla cuoca Katia Carrara e dalla collaboratrice Mary Bellezza, “in queste settimane, il tema della riapertura della scuola ha tenuto banco ovunque ma troppo spesso l'argomento, lungi dall'essere affrontato con la serietà e la progettualità che merita, è diventato strumento per sterili polemiche. Di nido non si è mai parlato, verrebbe da dire per fortuna, se i discorsi continuano ad essere questi! L'importante, consci delle difficoltà, del “nuovo” e dell'imprevisto con cui bisogna fare i conti nell'anno complicato che ci aspetta, è essere ripartiti! I bambini non potevano attendere ancora: i loro diritti al gioco e alla socialità sono stati sospesi per troppo tempo. Infatti come diceva il pedagogista Loris Malaguzzi, i nidi e tutti i servizi educativi non sono fatti letterari o semplicemente pedagogici: sono prima di tutto atti e realizzazioni che debbono sfidare ogni giorno le qualità e i significati della vicenda politica e dentro quella ritrovare l’identità del possibile... e dell’impossibile. Luglio è stato importante per provare sul campo l'applicazione delle norme stabilite dalle linee guida: siamo partiti così con un po’ di vantaggio rispetto ad altre realtà. Desideriamo rivolgere un caloroso ringraziamento alle famiglie per la collaborazione e un augurio speciale ai “nostri" bimbi e bimbe pronti ad iniziare l'avventura della scuola dell'infanzia”.

Helenio Pasquali

 

Due premi per Nicolò Turco

 

Per parlargli devi alzare gli occhi al cielo, per contrastarlo in campo devi solo sperare che sia in una giornata storta perchè anche in allenamento i suoi compagni non riescono a stargli dietro. Gioca con una naturalezza impressionante, come impressionante è la sua costante crescita. A soli 16 anni è alto 1 metro e 89 centimetri, protagonista assoluto nella Juventus Under 17 guidata in panchina da Francesco Pedone, nel ruolo di punta centrale di movimento. Dopo i primi passi al "Beppe Spinola", gli osservatori del Genoa lo hanno voluto in rossoblù dove è rimasto tre anni; quindi una parentesi di due anni ad Alessandria prima di fare ritorno nel capoluogo ligure. Da tre anni veste il bianconero e con la Juventus si sta togliendo già molte soddisfazioni al punto che si prospettano già alcune convocazioni nei prossimi mesi con la Primavera. Dopo lo stop forzato causa Covid, Nicolò ha subito ripreso alla grande disputando in agosto un torneo internazionale in Germania, a Stoccarda, l'Euro Youth Cup, dove è stato premiato quale miglior giocatore in assoluto e i bianconeri sono saliti sul gradino più alto del podio superando in finale i belgi dello Standard Liegi dopo aver eliminato in semifinale il Lipsia. Quindi lunedì pomeriggio altro successo: vinto il trofeo "Scopigno" dominando in finale, ad Amatrice, la Lazio ed anche qui la giovane promessa castelnovese ha conquistato l'ambito riconoscimento di miglior giocatore del torneo. Per l'occasione Nicolò è stato premiato da Paolo Di Canio (in foto). Apprezzamenti unanimi anche dai telecronisti di Rai Sport che lo hanno più volte considerato tra le "promesse più interessanti e da seguire nel panorama calcistico italiano". Ora fari puntati al campionato che inizierà domenica 27 settembre ed anche quest'anno si rinnoverà un derby speciale tra la Juventus di Nicolò Turco da una parte ed il Genoa del suo grande amico e castelnovese Andrea Palella.

Helenio Pasquali

 

Con la Corale “Bandello” a Colleri

 

E' una bella collaborazione che prosegue da diversi anni e domenica è stata rinnovata all'insegna della condivisione con la partecipazione del nostro Coro "Bandello" che ha animato la celebrazione tenutasi a Colleri e presieduta da don Massimiliano Bergomi, parroco del Brallo di Pregola. Tutto nasce dalla passione del sacerdote per l'agricoltura e l'allevamento ed infatti è proprio lui che dona ai nostri volontari del presepe vivente gli animali che ritroviamo poi durante le rappresentazione del periodo natalizio. Da qui è nato un bel rapporto che si è andato a consolidare nel corso degli anni. E proprio domenica durante la funzione, sono stati ricordati anche Lucio Tagliani, il papà del nostro sindaco, recentemente scomparso ed originario di Colleri, e Lucio Bettoni che per tanti anni è stato una colonna del presepe vivente castelnovese.

 

Da sx il sindaco Gianni Tagliani, don Massimiliano Bergomi, il maestro Lorenza Lombardi ed il presidente della corale, Pierangelo Balduzzi

Helenio Pasquali

 

La festa dei coscritti 2002

 

Dopo le bizze del tempo che hanno costretto a rinviare la sfilata, venerdì 4 in piazza si è tenuta la tanto attesa festa per i coscritti della classe 2002. La manifestazione, presentata da Andrea Botosso e Gianni Tagliani, si è svolta tra l'entuasiasmo di tutti i ragazzi che hanno potuto "presentarsi" ufficialmente in piazza e salutare così i familiari e gli amici accorsi, per un appuntamento tradizionale per il paese. In ordine alfabetico i coscritti che hanno sfilato venerdì sera: Riccardo Alfano, Giulia Baiardi, Elvira Balduzzi, Emanuele Bandiani, Sonia Beja, Almante Bertasiute, Loris Bianchi, Gianluca Breglia, Tommaso Cerchi, Paola Colnaghi, Alessandro De Luca, Margherita Doga, Francesca Ferrari, Alice Ghiglia, Francesco Giordano, Matteo Grossi, Edoardo Ingrati, Sara Macina, Edoardo Mainoli, Carlo Megardi, Carlotta Milanese, Francesco Notaro, Alberto Pedemonte, Luca Pedemonte, Matilde Repetto, Lorenzo Ricci, Sofia Ricci, Edoardo Riva de Onestis, Alice Russo, Aurora Savalli, Carlo Setti, Rebecca Simonelli, Martina Tollardo, Luca Vecchi, Bianca Venuti, Alessia Zhivanaj, Arianna Zinzi, Reda Zouane. Il padrino è stato Gianluca Breglia e la madrina Martina Tollardo; Sofia Ricci ed Emanuele Bandiani sono stati proclamati miss e mister coscritti 2002. Calato il sipario in piazza, la festa è proseguita in piscina.

 

Nelle foto: Da sx Martina Tollardo, madrina, Gianluca Breglia, padrino, Sofia Ricci miss ed Emanuele Bandiani mister (Foto Studio Fotografico Maggi)

Helenio Pasquali

 

Castelnuovo Scrivia nei secoli

 

In sala Pessini giovedì prossimo 17 settembre alle 21,15 presentazione del volume "Castelnuovo Scrivia nei secoli" di Antonello Brunetti. La serata si aprirà con il saluto del sindaco Gianni Tagliani, cui seguiranno gli interventi di Giorgio Gatti ed Ernesto Stramesi prima di lasciare la parola all'autore dell'opera che spiegherà i motivi che lo hanno spinto a raccontare la storia secolare del nostro paese. Dal 18 settembre il volume sarà in vendita anche presso la cartoleria Cassinelli, le edicole Orsi e Cerri così come potrà essere prenotato presso il negozio di casalinghi di Francesco Massone.

 

Basket Club Castelnuovo Scrivia - Alice Pedrazzi entra nello staff tecnico. Premio speciale in onore del dott. Granata

 

Lo staff tecnico dell’Autosped si arricchisce di un nuovo, prestigioso, nome potendo contare sull’arrivo di Alice Pedrazzi che collaborerà, unitamente a Primo Maresca, Massimiliano Pani ed al preparatore atletico Preti, con coach Zara. Curriculum infinito, sia in ambito sportivo che lavorativo, quello di Alice, che oltre ad un passato cestistico di tutto rispetto (poco meno di 200 presenze in serie A1 con le casacche di Pavia, La Spezia, Alessandria e Taranto e l’orgoglio di aver vestito in più di una occasione la divisa della nazionale) può vantare un post carriera ricchissimo: dopo le due lauree (Scienze Politiche e Giurisprudenza) una lunga esperienza nel giornalismo (in video, in qualità di commentatrice per la Rai e Sportitalia, con i quotidiani, con La Stampa e, da ultima, come consulente comunicazione e marketing per il Derthona Basket) affiancata ad una attività professionale di successo (ricopre la carica di direttore generale dell’Ascom Confcommercio Alessandria). La sua presenza, favorita anche da un consolidato rapporto di amicizia con l’allenatrice del Bcc, costituirà, grazie al bagaglio di conoscenza ed esperienza accumulato, un valore aggiunto per le giraffe. Giraffe che intanto proseguono il lavoro di preparazione in vista dell’inizio del campionato (3 ottobre); lavoro che prevede una serie di test. Prima amichevole sabato 12 al PalaGiraffe (ore 18) contro Milano Basket Stars, formazione di punta della Serie B lombarda; a seguire, mercoledì 16 (sempre a Castelnuovo, alle 20) sfida più probante contro Sesto San Giovanni, compagine della massima serie.      

 

Dottor Granata. Sono trascorsi quasi sei mesi dalla prematura scomparsa del dottor Renzo Granata e la situazione di emergenza, tuttora perdurante, non ha permesso al Bcc di ricordarlo come meritava; la promessa è che, non appena sarà possibile, la società non mancherà di tributare un doveroso riconoscimento alla persona che tanto ha fatto per la comunità castelnovese perché sarebbe limitativo fermarsi al solo ambito cestistico. Detto questo segnaliamo con orgoglio l’iniziativa che, partita dalla Lega Basket Femminile, vedrà prossimamente destinare a tutti i medici delle formazioni di serie A1 e A2 femminile una targa premio, proprio in virtù della loro opera in questi mesi tribolati a dir poco. La società del presidente Sacchi ha proposto che le targhe venissero intitolate proprio al compianto dottor Granata, ottenendo l’assenso della Lbf che ha peraltro annunciato l’istituzione di un premio speciale sempre a suo nome. Certo tutto questo non restituirà Renzo ai suoi cari ed a noi ma crediamo che questo riconoscimento sia una magari piccola ma importante testimonianza della sua opera.        

 

Nelle foto: lo staff tecnico dell'Autosped 2020/2021 al completo: Maresca, Pedrazzi, Zara e Pani; Renzo Granata

 

 

2ª Categoria - Girone I - Castelnovese ok nella prima amichevole della stagione

 

Procede spedita la preparazione della nuova Castelnovese targata mister Sterpi. Da domenica 20 settembre si inizierà a fare sul serio con il debutto della Coppa Piemonte che si aprirà con un girone a tre squadre e subito dopo si apriranno le porte del campionato. Lo sa molto bene anche Pippo Sterpi, tecnico della Caste, che con il suo carisma e la sua esperienza sta plasmando l'organico con un lavoro molto mirato sia a livello tecnico-tattico che atletico. "Sono soddisfatto di come i ragazzi stanno rispondendo - queste le sue parole - considerando che la ripartenza di quest'anno è molto particolare e ci troviamo in una situazione mai capitata. Il primo test affrontato sabato pomeriggio al Beppe Spinola è stato ampiamente positivo, soprattutto nel secondo tempo quando ho visto l'applicazione sul campo di quanto proviamo ripetutamente da circa tre settimane in allenamento. E' ovvio che dobbiamo lavorare ancora molto per ritrovare gli spazi giusti e gli equilibri tra i reparti che ci permetteranno di affrontare la partita con maggiore tenuta e con adeguata copertura di tutte le aree del campo per gli interi 90' di gioco. Posso dire che siamo sulla strada giusta". Per la cronaca l'amichevole contro la Valmilana è stata vinta 3-1 con reti di Giaconia, Breglia e Neve su calcio di rigore. Ora, altri due test in programma, il primo con il giornale già in stampa, a Valenza contro i padroni di casa; quindi sabato a Piovera affrontando la Spinettese. 

 

In foto: mister Pippo Sterpi

Helenio Pasquali