VOLPEDO: CAMPAGNA ELETTORALE CON I RIFIUTI? 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   16/09/2020 00:00:04 

 

Beh la situazione sarebbe surreale se non ci fossero le votazioni per le comunali. Parliamo di Volpedo e del disservizio nella raccolta rifiuti che l’amministrazione sta lamentando praticamente da inizio anno. In tutti questi mesi c’è stato un continuo scambio di lettere tra il presidente della società 5 Valli, Angelo Gandini, per altro volpedese, e il vice sindaco Elisa Giardini. Il primo richiedeva il pagamento delle rate arretrate, praticamente saldate ad agosto, la seconda metteva in risalto i disservizi evidenziati e ricordava che il comune volpedese non era l’unico ad essere in ritardo con i pagamenti e che in ogni caso il servizio doveva svolgersi con la normale puntualità. Addirittura l’amministrazione fece intervenire il compianto avvocato Simonelli, e la situazione, almeno da questo punto di vista, pare si sia normalizzata. Rimangono i disservizi, che la Giardini pochi giorni fa ha evidenziato con una missiva inviata non solo a 5 Valli, ma anche al Csr ed al prefetto. Nella lettera sono descritti numerosi disservizi: il cassonetto della carta di via Garibaldi, andato a fuoco e non sostituito; il bidone dell’indifferenziata in via Cornaggia, stracolmo di rifiuti che ha ceduto e non sostituito; la mancata sostituzione di cassonetti in via II Giugno, o dietro il palazzo comunale, rotti e bucati con i coperti sfasciati, ed altro ancora. Poi si scopre, sarà solo un caso ma come diceva il grande Andreotti “a pensar male si fa peccato, ma si indovina” che lo stesso Gandini presidente di 5 Valli sulla sua pagina Facebook fa campagna elettorale per la lista avversaria a quella della Giardini. Ed allora qualche dubbio ci viene.