INTERVENTO DEL CONSIGLIERE PROVINCIALE MATTEO GUALCO - “LA PROVINCIA HA LAVORATO PER STRADE E SCUOLE: STANZIATI OLTRE 2,6 MILIONI DI EURO” 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   16/09/2020 00:00:12 

 

Buongiorno Direttore, la ringrazio nuovamente per lo spazio che ogni volta gentilmente mi concede all'interno del suo giornale. Questo 2020 è un anno decisamente particolare caratterizzato dalla tragica comparsa del Covid-19 che ha drammaticamente condizionato la vita di tutti noi e purtroppo continua a farlo e ritengo inoltre sia assai doveroso rivolgere un pensiero a tutti coloro che ne sono stati  vittima. Parlando dell'operatività della Provincia sul territorio tortonese, sono diversi gli interventi che verranno svolti. E' stato finalmente affidato il lavoro per il ripristino di altre 2 pile ammalorate che sostengono il cavalcavia sulla 211 intersezione sp 10. E' un intervento per un valore complessivo di 500.000 euro. L'inizio dei lavori è previsto tra circa un mese e mezzo, e i tecnici sono tutt'ora al lavoro per studiare soluzioni che non creino eccessive problematiche alla normale viabilità anche se qualche disagio sarà sicuramente inevitabile, ma è un intervento divenuto assolutamente necessario per garantire la sicurezza. Il tempo previsto per la realizzazione dell'opera è di circa 60 giorni. Sono finalmente pervenuti i fondi denominati FSC nell'ambito dei  quali già due anni orsono avevamo deliberato di destinare 450.000 euro per la sistemazione della sp 129 che collega Cerreto Grue con la provinciale per Villaromagnano. Si tratta di un territorio soggetto a continui movimenti idrogeologici, infatti la strada in quel punto versa davvero in pessime condizioni. Entro l'anno si svolgerà la gara per l'assegnazione dei lavori e quindi prevedo che nel corso del 2021 il problema sarà definitivamente e finalmente risolto almeno per quel che concerne il tratto interessato. Sono previsti lavori per 400.000 euro sulla sp 120 nel Comune di Garbagna in prossimità della galleria, per regimentare le acque di versante di monte e quindi la messa in sicurezza delle scarpate adiacenti alla provinciale. A Pozzol Groppo sulla sp 105 partiranno i lavori per risanare il ponte sullo Staffora: è un intervento del valore complessivo di 1.200.000 euro, anche questo da molto tempo atteso ma che finalmente verrà eseguito. Si è inoltre alla ricerca di fondi necessari a realizzare una rotonda a Pontecurone, come giustamente richiestoci dall'amministrazione comunale all'altezza dell'incrocio in uscita verso Voghera, incrocio che più volte è stato teatro di fatali incidenti. Abbiamo ultimato il progetto esecutivo: qualora non riuscissimo a dargli immediatamente esecuzione, il progetto verrà trasferito al nuovo proprietario della strada ossia l'Anas. Sì, perchè è opportuno rammentare che la proprietà delle ex statali dovrebbe essere ceduta entro la fine dell'anno. Inoltre inizieranno a breve una serie di pavimentazioni su svariate provinciali del Tortonese. Abbandoniamo la viabilità per trasferirci all'assai complesso capitolo relativo alle scuole. Come ben sapete il Covid caratterizzerà l'inizio di questo difficile anno scolastico con delle prescrizioni necessarie a garantire la sicurezza, prescrizioni che mirano a mantenere soprattutto le distanze tra gli studenti. Le scuole gestite dalla Provincia in Tortona sono il Marconi e il Peano. Al Marconi sono stati realizzati interventi che garantiscono accessi contingentati e separati mentre più problematica è la situazione che contraddistingue il Peano, poichè tale scuola risulta essere  maggiormente congestionata dal gran numero di studenti. Per aumentare le aule stiamo lavorando per ottenere in locazione i locali della Soms, già una volta sede dell'Istituto Carbone. A tal fine siamo in attesa di una risposta da parte del ministero per ottenere i fondi necessari, diversamente utilizzeremo quelli presenti nel nostro bilancio. Ci tengo comunque a precisare che da parte ministeriale le prime farraginose linee guida sono pervenute nel mese di luglio e i primi fondi per eseguire i lavori necessari sono stati assegnati nel mese di agosto. Lascio quindi  a voi immaginare quale possa essere stata la difficoltà nel portare avanti tutti i vari adempimenti  durante un mese tradizionalmente  vocato alle ferie. Devo quindi ringraziare tutta la direzione in particolare l'architetto Roberta Bocchino per l'impegno profuso. E'  invece opportuno precisare che l'organizzazione dello svolgimento delle attività didattiche è di competenza dei dirigenti scolastici che l'adatteranno alle problematiche via via riscontrate con obiettivo primario garantire nel limite del possibile la sicurezza. Invece per quel che concerne il turismo stiamo lavorando alla firma di un protocollo d'intesa tra comuni e associazioni del territorio per la nascita e il successivo mantenimento della via Micaelica. Questo cammino attraverserà il nostro centro zona e passando per la val Curone arriverà fino a Bobbio. Credo molto in questo progetto promosso dal giornalista Sandro Vannucci, coadiuvato anche dall'entusiasmo e dall'attività delle svariate associazioni che si adoperano insieme al nostro ente per la sua realizzazione. Il turismo lento è un fenomeno in via di espansione e si abbina perfettamente non solo alla promozione del nostro territorio ma anche ai suoi eccellenti prodotti enogastronomici. Ne riparleremo presto. Caro direttore prima di salutarci vorrei fare una riflessione su quello che è il prossimo appuntamento elettorale del 20-21 settembre ossia il referendum confermativo sulla proposta di modifica della nostra Costituzione. Credo innanzitutto che sia un dovere civico oltre che un sacrosanto diritto partecipare a questa consultazione, ma va precisato che la nuova legge non prevede solamente il taglio dei parlamentari che già di per sè andrebbe a ridurre la rappresentanza dei cittadini in Parlamento (leggendo l'articolo si dovrebbe comprendere la necessità di essere rappresentati) ma andrà anche a semplificare la metodologia per le future modifiche della nostra Costituzione e inoltre il Senato non sarà più eletto a suffragio universale ma i suoi membri verranno scelti tra i consiglieri regionali e sindaci. Molte competenze, oggi regionali, verranno trasferite allo Stato allontanando così sempre più le future leggi dalle esigenze territoriali. Faccio quindi un appello ai cittadini che si recheranno alle urne affinché meglio approfondiscano quelle che saranno le conseguenze della loro scelta. Come voterò io? Credo si sia ben capito.

Matteo Gualco

consigliere provinciale delegato