LA PAGINA DI CASTELNUOVO SCRIVIA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   18/11/2020 00:00:01 

 

L'hashtag #castelnuovocasatua: nasce una brochure con tutto ciò che offre il commercio castelnovese

Per rilanciare gli acquisti in paese

 

L'idea è nata a Castelnuovo Garfagnana: favorire gli acquisti in paese, far conoscere i negozi e la loro offerta, puntare sui social con un hashtag appositamente creato: #castelnuovocasatua e un elenco di attività commerciali in una bella brochure rilanciata sui social. Tutti insieme per vincere una sfida unica: comprare in paese, anche da chi, chiuso, può consegnare a casa. "La campagna di comunicazione che si rivolgerà in particolare ai social - anticipa il sindaco Tagliani - vuole incoraggiare l'acquisto di cibo da asporto e prodotti presso i negozi castelnovesi facendo conoscere tutta la merce presente sul mercato. Dalle cartolibrerie alle lavanderie, passando per gli asporti classici delle pizzerie e dei ristoranti o dei bar con la loro tavola calda, per arrivare alle oreficerie ed alle aziende agricole con i loro prodotti di assoluta genuinità, senza dimenticare l'hobbystica, il settore alimentare, tutti i servizi offerti alla persona, l'igiene personale, la salute, omaggi floreali, tutto ciò che ci porta al mondo dei dolci e delle golosità, i prodotti da usare nelle nostre case o per noi, per farci belli. Ma anche soddisfare i momenti della giornata e gustare un caffè, acquistare un giornale, un libro, il pane, pensare a ciò che ci può servire per la casa, per il nostro arredamento, per un capo di abbigliamento, una cintura da indossare, una borsa. Insomma, una sorta di grande magazzino Amazon, con la differenza che la centrale di acquisto non è unica e così pure il pagamento. Accanto ad ogni esercizio si potranno trovare i vari riferimenti". Ci sarà anche una possibilità in più. Quella di un concorso tra tutte le immagini scattate e postate con l'hashtag #castelnuovocasatua. Un selfie di fronte al negozio, magari con i proprietari o la commessa, una foto con i prodotti acquistati o del piatto in delivery o di fronte ad una pizza fumante, qualsiasi immagine che si vorrà associare all'iniziativa postandola su Instagram senza dimenticare però l'hashtag. A gennaio saranno premiate le tre foto ritenute più significative, belle, coinvolgenti: alla prima 300 euro in buoni acquisti, alla seconda 200 ed alla terza 100.

Helenio Pasquali

 

In consiglio comunale giovedì 5 si è parlato di scuola e Grue

 

Tra i punti all’ordine del giorno dell’ultimo consiglio comunale è stata portata una variazione al bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2020-2022, relativa ai 107.000 euro per gli interventi di adeguamento ed allestimento della nuova struttura della scuola dell’infanzia e ai 5.000 euro per la biblioteca. Approvato anche il documento per il servizio di distribuzione del gas naturale Atem Alessandria 4 Sud-Est in attesa di definizione dell’ambito territoriale, in merito ai lavori già realizzati ed a quelli in programmazione. Gli ultimi tre punti erano un’interpellanza e due interrogazioni presentate dalla minoranza le cui repliche vengono riportate a parte, pubblicando il comunicato che ci è stato trasmesso direttamente dall’opposizione. Sull’interpellanza del consigliere Giovanni Ferrari per quanto concerne la “situazione del torrente Grue, mancata manutenzione a sponde ed alveo”, questa la risposta del sindaco Tagliani: “Sul Grue sono stati compiuti dei lavori di consolidamento delle sponde quattro anni fa. I lavori, contrariamente a ciò che afferma Ferrari, sono stati condotti dal nostro comune anche sul territorio di Tortona chiedendo l’autorizzazione. L’esatto contrario di ciò che ha affermato il consigliere e quindi un’affermazione destituita di ogni fondamento, una fake news insomma. Su quelli invece che appalteremo, ricordando che il corso d’acqua è governato dalla Regione sino allo scolmatore e poi dall’Aipo, ci siamo mossi sin dalla scorsa estate, approvando ad agosto il progetto in linea tecnica per chiedere l’autorizzazione al settore regionale competente, arrivata il 20 ottobre. Una settimana dopo il progetto ha ottenuto un contributo regionale di 90 mila euro a fondo perduto. Si potrà così approvare il progetto esecutivo che sarà subito appaltato senza gara. Mi pare che oltre a non aver dormito riusciremo una ventina di giorni dopo il finanziamento ad appaltare i lavori”. Quindi le due interrogazioni, dal contenuto medesimo, che portano la firma dei consiglieri Ferrari, Ferilli e Villani della lista “Comune Trasparente” e del consigliere Nabila Balduzzi, lista “Movimento 5 Stelle” sul “trasferimento temporaneo della sede della scuola dell’infanzia comunale Guerra. Iniziative dell’amministrazione comunale per sopperire ai disagi procurati alle famiglie castelnovesi” hanno avuto la seguente replica da parte del sindaco: “Per quando riguarda la scuola dell’infanzia, come è noto, le restrizioni previste dalle disposizioni Covid ci hanno impegnato durante l’estate per trovare una soluzione che contemperasse le esigenze previste e l’avvio dei lavori sull’edificio per i quali, giova ricordarlo, abbiamo ricevuto un contributo a fondo perduto di 2 milioni di euro. Crediamo di aver trovato l’unica soluzione possibile, scartate le altre in loco o, peggio, davvero improponibili tipo l’ex mercato ortofrutticolo o il terzo piano di palazzo Centurione le cui stanze sono troppo piccole e farebbero triplicare la necessità di personale. Avremmo avviato un confronto de visu con le famiglie ma il Dpcm non ce l’ha consentito: ci vedremo comunque per discutere insieme eventuali forme di supporto per chi ne ha necessità”.

Helenio Pasquali

 

Replica della minoranza

 

Gentile Direttore, 

in data 20 ottobre 2020 i nostri gruppi consiliari di opposizione protocollavano una richiesta di convocazione del consiglio comunale per chiedere all’assessore alla pubblica istruzione Daniela Mattioli di illustrare come l’amministrazione intenda farsi carico dei disagi, soprattutto di tipo organizzativo e logistico, che verranno procurati alle famiglie dei ben 110 bambini interessati dal trasferimento dell’asilo “Guerra” presso un immobile sito nell’area industriale. Molto probabilmente solo a seguito della nostra richiesta (“a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca”), il sindaco Tagliani si è preoccupato di informare le famiglie interessate, cercando di mettere la solita toppa. L’affermazione di Tagliani “non ve ne abbiamo parlato prima perché eravamo in attesa del parere dell’autorità sanitaria” non regge molto, dato che, verificando la documentazione pubblicata sull’albo pretorio, risulta che l’idea del trasferimento dell’asilo in un immobile sito nell’area industriale era già stata maturata a fine agosto. Un po' come la matematica, le date riportate su documenti e giornali non sono un’opinione. Riteniamo inoltre poco credibile l’intenzione di avviare un effettivo e leale dibattito sulle problematiche che sicuramente sorgeranno, dato che per il sindaco di Castelnuovo Scrivia il genitore che solleva una qualsiasi questione è un “ritardato” (per chi volesse approfondire è sempre disponibile una registrazione in merito). Andando oltre queste premesse, il consiglio comunale si è riunito lo scorso 5 novembre alle 8,30 del mattino ed in quella sede sono state discusse le interrogazioni da noi presentate. Come prima cosa, abbiamo chiesto se la giunta avesse preso in considerazione altri immobili, di proprietà comunale o di privati, più facilmente raggiungibili. A quanto pare sarebbe stata effettuata un’indagine di mercato (non documentata) che non ha prodotto altri risultati. Dobbiamo fidarci? La seconda questione da noi sollevata riguardava il come l’amministrazione intenda farsi carico dei numerosi problemi accessori da risolvere, quali, per esempio, il trasporto dei frequentanti in una zona periferica del paese. Su questo tema ci è stato risposto che “sarà effettuato un sondaggio rispetto alle necessità ed una verifica sulla legislazione in corso” (traducibile in “siamo ancora in alto mare”). Ci spiace dover sottolineare che a dare queste risposte, per nulla soddisfacenti, sia stato il sindaco Tagliani e non l’assessore interrogata, dalla quale mai ci saremmo aspettati una “scena muta”, innanzitutto perché pagata dai castelnovesi per la delega a lei attribuita dal primo cittadino. Ma d'altronde come avrebbe potuto l’assessore Mattioli rispondere alle nostre interrogazioni dato che nel corso di quasi 5 anni si è presentata ben poche volte alle riunioni della giunta comunale, risultando perfino assente alla decisione di trasferimento dell’asilo? Concludiamo con questa domanda dalla risposta scontata e ringraziamo per lo spazio concessoci.

Consiglieri di opposizione: Nabila Balduzzi, Giovanni Ferrari, Giorgio Ferilli, Mirco Villani

 

Bcc: premi ai medici

 

Sabato scorso, prima della gara contro Crema, il vicepresidente della Legabasket Femminile, Paolo Manclossi, ha consegnato a Gabriella Stringa, moglie del dottor Renzo Granata, la targa del premio a lui intitolato, istituito in suo nome dalla Lega e consegnato a tutti i medici della Serie A1 e A2 come riconoscimento per l'immane opera da loro prestata in questi mesi di 'battaglia' contro il Covid. Ricordiamo che Renzo Granata è stato medico sociale del Basket Club Castelnuovo Scrivia, nonché uno dei soci fondatori della stessa società 35 anni fa. Il presidente Sacchi ha poi premiato il nuovo medico del Bcc Cesare Battegazzore, ormai castelnovese a tutti gli effetti.

 

In foto: da sx il dottor Battegazzore, il presidente Bcc Sacchi e Gabriella Stringa vedova del dottor Granata

Helenio Pasquali

 

Riattivato il servizio di consegna a domicilio

 

Il comune con il supporto della Protezione Civile, in questa fase di secondo lockdown, riattiva il servizio di consegna a domicilio per generi alimentari, farmaci e prodotti di prima necessità. «Al servizio - dice il responsabile dei volontari Angelo Secondo - potranno accedervi le persone con più di 70 anni e chi non può uscire di casa perchè in quarantena e non può contare sull’aiuto di familiari e amici». Per prenotare il servizio telefonare allo 0131826125 int. 2. Per la consegna degli alimenti saranno privilegiate le giornate del weekend.

 

Nuovi orari uffici comunali

 

Cambiano le modalità di accesso agli uffici di palazzo Centurione. Il numero unico per prenotare è il seguente: 0131 826125.

 

Affari Generali, Segreteria, Ragioneria, Tecnico Urbanistica, Tecnico Lavori Pubblici: obbligo di appuntamento telefonico seguendo successivamente la voce guida per selezionare l’ufficio di interesse.

 

Ufficio Urp Protocollo generale aperto dalle 9,30 alle 12,30 lunedì, martedì, giovedì e venerdì. 

 

Ufficio Tributi aperto dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 14 alle 17 il mercoledì previo appuntamento telefonico.

 

Ufficio Anagrafe e Stato Civile (demografico) aperto dal lunedì al sabato dalle 9,30 alle 12,30. E’ consigliata la prenotazione telefonica.

 

Ufficio Polizia Locale aperto dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 previo appuntamento telefonico seguendo la voce guida e selezionando l’interno corrispondente alla Polizia Locale. Per emergenze è attivo il numero 348 1449882.

 

Distribuzione bidoni

 

La consegna dei bidoni Porta a Porta dal 16 al 21 novembre interessa il quintiere Stradalciano: via Agostino De Bonis, Alfonso Lamarmora, Antonio Gramsci, Caduti per la Patria, Carlo Alberto, Flavio Torti, Giovanni Grassi, Guglielmo Butteri, Madonna delle Grazie, Magenta, Milazzo, strada Molino, Nicolosio Masnaco, Paolo Canina, Roma, San Martino. Sarà casa per casa e solo ai privati.