LA PAGINA FLASH DI SETTE GIORNI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   20/11/2020 08:00:00 

 

Villa Charitas e convento Cappuccini in isolamento: il Covid c’è sempre

Tortona è la città capozona meno colpita della provincia ma i malati sono sempre numerosi, altri dieci paesi con contagi superiori alla decina

 

Non è stata una settimana positiva sul fronte del Covid. Anzi. Venerdì scorso 13 novembre i concittadini contagiati erano 162, sono saliti fino a 182 domenica scorsa per poi scendere fino a 173 martedì e risalire a 182 mercoledì (ultimo dato disponibile). Ciò significa che venerdì vi erano 5,83 tortonesi contagiati ogni mille abitanti con una percentuale dello 0,58% sul numero degli abitanti; mercoledì questi dati erano 6,56 e 0,66%. Negli stessi giorni per fare un esempio, in Alessandria si era a 12,81 contagiati per mille abitanti (1,28%) per salire mercoledì fino a 16,39. Insomma rimaniamo la zona meno colpita, da questa seconda ondata, anche se il distacco dall’altra città capozona si sta riducendo. A livello provinciale, invece, un’indagine del Sole24Ore ci pone al 27° posto tra le 107 province italiane con un’incidenza negli ultimi 30 giorni, di 1.356 contagiati su 100 mila persone, anche se ben lontani dalla provincia di Monza Brianza che ha il non invidiabile primato di 2.819 contagiati per 100 mila…

 

I Sindaci del Tortonese per il rilancio dell’ospedale

Documento approvato all’unanimità

 

Mercoledì 18 nel pomeriggio si è svolta l’assemblea dei Sindaci del Cisa, chiamati ad approvare le variazioni di bilancio di fine anno. La parte più importante della riunione verteva sulla discussione ed approvazione di un documento, preparato dal presidente dell’assemblea Gianni Tagliani e poi rivisto da alcuni sindaci, che esamina la questione del nostro ospedale e avanza una serie di richieste. Il documento è stato approvato all’unanimità dei presenti e nella discussione il sindaco di Pontecurone, Rino Feltri, ha introdotto una serie di altre considerazioni sulla gestione della sanità nella nostra provincia, con un documento che pubblichiamo integralmente in altra parte del giornale. Da rimarcare il fatto che Feltri non ha volutamente partecipato alla votazione sul documento per l’ospedale. Qui di seguito, invece, pubblichiamo la parte conclusiva del documento, quella ove vengono avanzate 12 richieste di grande interesse per il rilancio del nostro ospedale, prendendo in considerazione anche un parternariato pubblico-privato. Il documento inizia ripercorrendo la storia delle ultime decisioni, statali e regionali, sulla sanità pubblica e sulla rete ospedaliera, partendo dalla programmazione del 2013 per giungere alla famigerata delibera 1-600 del 2014 che declassò definitivamente il nostro nosocomio…

 

24 sanzioni per violazioni alle norme anti Covid - I carabinieri bloccano festa di compleanno, i vigili intervengono in una palestra

 

Strano popolo, veramente, quello italiano. E’ quasi un anno che combattiamo una guerra contro un nemico invisibile ma letale, contro il quale per ora l’unica difesa è frequentare meno gente possibile ed indossare la mascherina, eppure c’è ancora tanta gente che non rispetta le pur semplici e chiare limitazioni. Nello scorso fine settimana i carabinieri della compagnia tortonese hanno effettuato un servizio a largo raggio, su tutto il territorio di loro competenza, per controllare che le imposizioni previste per la zona rossa siano rispettate. Ebbene, purtroppo in tanti, troppi, violano le regole, addirittura i carabinieri sono stati costretti ad intervenire in città per porre fine ad una festa di compleanno di un bambino, sanzionando tutti i partecipanti, uomini e donne dai 30 ai 40 anni. In tutto tra Tortona, Castelnuovo Scrivia, Sale, Viguzzolo e Volpedo i carabinieri hanno denunciato o sanzionato, a seconda dell’infrazione commessa, ben 19 persone. Incredibile! Anche la polizia municipale tortonese ha svolto turni di controllo con due pattuglie che giornalmente sorvegliano la città dalle 7,30 alle 19,30…

 

Intervista a Gianni Tagliani presidente dell’assemblea del Cisa - “Ospedale e sanità territoriale due aspetti di un unico problema”

 

Mercoledì scorso è stato approvato dal Cisa un documento che i Sindaci dei quaranta comuni del Tortonese hanno analizzato negli ultimi venti giorni. Di che si tratta? Abbiamo deliberato una cosa molto semplice e concreta: l’apertura di un tavolo di lavoro sulla situazione socio-sanitaria. Sul fronte dell’ospedale è stato ribadito che qualora non esista una qualsiasi strategia di investimento, che al momento non sembra essere vista come prioritaria nelle politiche sanitarie pubbliche, si propone e si sostiene, a parità di costi, l’avvio di un confronto per realizzare un progetto di partenariato pubblico - privato. Su quello della medicina territoriale, invece, posti alcuni interrogativi rispetto ai problemi di ogni giorno che tutti conoscono, che non sono risolti e che accrescono le difficoltà dei cittadini nel soddisfare le richieste di cure primarie.

 

Sinora sono state fatte promesse puntualmente disattese. Pensi che la Regione sia disponibile a intraprendere un percorso nuovo per un ospedale come il nostro? Credo che il tempo dei dubbi e delle incertezze, delle promesse e delle garanzie, sia finito. Con questo documento invitiamo la Regione Piemonte ad esprimersi chiaramente. Dal punto nascite chiuso per numeri che successivamente si sono dimostrati incoerenti per usare un eufemismo, passando per l’ormai famosa delibera 1-600 che ha declassato il nostro ospedale, siamo giunti a un punto di non ritorno: occorre decidere, non c’è più tempo per girarci intorno. Noi facciamo una proposta concreta che rappresenta un punto di partenza e non di arrivo…

 

Medici si rifiutano di vaccinare

 

Il 23 ottobre pubblicammo in prima pagina un’intervista al direttore del distretto sanitario Tortona Novi Orazio Francesco Barresi intitolata “Il medico di famiglia è tenuto a fare il vaccino antinfluenzale su prenotazione”. Ebbene, il giornale ha già ricevuto numerose segnalazioni e pubblicato lettere di pazienti che invece affermano che il loro medico di famiglia non vuole fare le vaccinazioni. Ora mercoledì scorso anche il sindaco di Viguzzolo, Giuseppe Chiesa, nel corso della riunione dei primi cittadini del Cisa, ha affermato che ben 3 medici su 5 che lavorano in paese si sono rifiutati di fare le vaccinazioni. Che si aspetta ad intervenire?

 

Rinviato il processo per spaccio di droga e furto di superalcolici - La prossima udienza si svolgerà il 26 aprile 2021

Imputati due tortonesi e una viguzzolese

 

Nei giorni scorsi si è tenuta la quinta udienza, non conclusiva, del processo a carico dei tortonesi Metzri Sbaihi, 34 anni, tunisino senza fissa dimora, Lino Civita, 36 anni, all’epoca dei fatti abitante a Mombisaggio e della 23enne viguzzolese Angela Ferrigno. Il 26 maggio 2016 i carabinieri controllando l’area dismessa di palazzo Busseti, ex Dante, in via Giulia, ed il parcheggio del Lavello, arrestarono Sbaihi per ricettazione e detenzione di stupefacenti, avendolo trovato in possesso di 22,10 grammi di cocaina quasi pura equivalente a 129 dosi. I tre imputati furono sorpresi nel parcheggio dietro il Dante a bordo di una Ford Ka, rubata un mese prima a Voghera, in compagnia di una studentessa di Cassine, già uscita dal processo. Nel cofano dell’auto furono rinvenute anche 19 bottiglie di superalcolici rubate da un supermercato della zona per un valore di 400 euro. Sbaihi deve rispondere di detenzione di droga ai fini di spaccio…

 

R9: tutto in alto mare

Nonostante le assicurazioni dell’amministrazione comunale che risalgono allo scorso settembre

 

Ricordate la vicenda della R9, la zona residenziale costruita negli ultimi anni oltre l’Ossona dietro la sede dell’Asmt? Ebbene è più di un decennio che l’amministrazione comunale cerca di risolvere questa situazione aggravata dal fallimento di alcune delle società che avevano operato nella realizzazione dei condomini. A fine settembre del 2019 la giunta Chiodi decise di escutere tutte le fideiussioni assicurative che erano state versate al momento dell’inizio lavori, in modo da poter prendere in carico i vari ambiti e concludere i lavori che non erano stati avviati dalle varie imprese. Soprattutto prendere in carico l’illuminazione pubblica per dare al quartiere la luce nelle strade! Operazione difficile, che noi subito qualificammo come avventurosa, per due ragioni: le assicurazioni non sono così veloci nel pagare quando devono ed immaginiamoci quando possono porre inciampi nel percorso, e anche e soprattutto ci potrebbe essere, in molti casi, la rivalsa verso il singolo cittadino…

 

Scuola: iscrizioni anno scolastico 2020/’21

 

Le iscrizioni all’anno scolastico 2020/’21 si aprono alle 8 di martedì 4 gennaio e si chiudono alle 20 di lunedì 25. La procedura per il 2021 è completamente online per primaria, media e superiori, cartacea per l’infanzia. I genitori dovranno iscriversi sul sito istruzione.it/iscrizionionline a partire dalle ore 9 del 19 dicembre. Chi possiede un’identità Spid può accedere al servizio senza effettuare altre registrazioni. Alla scuola dell’infanzia possono iscriversi tutti i bambini tra i 3 e i 5 anni compiuti entro il 31 dicembre 2021 e i bambini che compiono 3 anni entro il 30 aprile 2022. E’ possibile scegliere fra tempo normale (40 ore settimanali), ridotto (25 ore) o esteso (fino a 50 ore). Anche per primaria e media, se l’organico lo permette, possono essere richieste, rispettivamente, le opzioni di tempo pieno (40 ore) e tempo prolungato (36-40 ore). Gli studenti delle superiori devono indicare l’indirizzo scelto fra quelli proposti dall’istituto. Dall’infanzia alle superiori va indicata al momento dell’iscrizione la scuola prescelta ed indicare come opzione altri due istituti. Ogni scuola prima di ricevere le iscrizioni è tenuta a pubblicare i criteri ministeriali di precedenza definiti secondo criteri di razionalità, come vicinanza della residenza dell’alunno alla scuola o gli impegni lavorativi delle famiglie. 

 

Centro di Ascolto Medico Soter

 

Il Centro di Ascolto Medico di via Emilia, una delle belle realtà sociali della nostra città, nonostante l’emergenza sanitaria ha continuato a svolgere il proprio ruolo, anche se in maniera ridotta. Il Centro di Ascolto Medico Soter nasce nel 2013 dalla collaborazione tra Caritas diocesana ed il suo ente gestore Agape cooperativa sociale onlus, realizzando un servizio di rilevanza medico sanitaria a favore di persone disagiate, italiane e straniere, del territorio diocesano. Il centro di ascolto medico agisce in risposta alle necessità evidenziate in un'ottica di "Educazione alla salute" dove gli utenti vengono ascoltati rispetto alla loro situazione medica grazie alla consulenza di medici di base (4) e specialistici (20) che operano in regime di assoluta gratuità in collaborazione alle volontarie dell’accoglienza. Attualmente il servizio di sportello di ascolto medico si svolge 3 volte a settimana. Il giovedì, in particolare, è destinato ad accogliere pensionati con la pensione minima e/o invalidità, i cosiddetti nuovi poveri, mentre gli altri giorni di apertura il servizio è rivolto a un bacino più ampio, con particolare attenzione all'utenza straniera che presenta spesso una difficoltà terminologica e legislativa crescente ad avvicinarsi a questioni mediche e di cura della salute…

 

Le filiali Ubi Banca del Tortonese sono passate a Bper

Villalvernia e Pozzolo Formigaro vanno ad Intesa Sanpaolo

 

Circa nove mesi fa era stata lanciata un’opas (offerta pubblica di acquisto e scambio) che aveva come principale soggetto da acquistare l’Ubi Banca. Venerdì scorso, a mercati chiusi, è stato annunciato che tra Intesa Sanpaolo e Bper (Banca Popolare Emilia Romagna) era stata raggiunta l’intesa per la cessione dalla prima alla seconda banca di 620 filiali di cui 486 sportelli e 134 punti operativi privi di autonomia contabile. Assieme agli immobili ed ai punti filiale passeranno a Bper anche i dipendenti: 5.107, permettendo alla banca emiliana di aumentare del 40% la propria attuale rete distributiva facendone il terzo gruppo bancario italiano. L’accordo interessa in modo particolare la nostra città in quanto sono passati a Bper la sede di piazza Duomo a Tortona (ex Crt) con i mini sportelli di Sarezzano e Villaromagnano, la filiale di Castelnuovo Scrivia con il mini sportello di Isola Sant’Antonio, quella di Pontecurone con il mini sportello di Casalnoceto, quella di Vignole Borbera con i mini sportelli di Garbagna, Borghetto Borbera, Rocchetta Ligure e Cabella Ligure. Le filiali di Pozzolo Formigaro e Villalvernia, invece, passano ad Intesa Sanpaolo.

 

Zerba Pagella riconfermato ai vertici di Federfarma Al

 

Il noto farmacista tortonese Luca Zerba Pagella nei giorni scorsi è stato riconfermato presidente di Federfarma Alessandria fino al 2023. Congratulazioni ed auguri di buon lavoro! Nel collegio sindacale è stato eletto Angelo Ricci, titolare a Villalvernia e si è avuto l’ingresso, come supplente, di Gabriele Maggi, titolare a Rivalta Scrivia. Il confermato presidente Zerba Pagella, nella sua prima dichiarazione, ha ricordato la costante presenza della categoria nell’ormai lungo periodo di emergenza sanitaria, ha anticipato la volontà di mettere in atto preparazione e disponibilità per ogni eventuale servizio idoneo a fronte dell’evolversi della pandemia e degli strumenti per combatterla.

 

Scopo e funzione delle Cure Palliative

11 novembre giornata nazionale per le cure palliative - I 28 anni dell’Associazione Enrico Cucchi

 

L’11 novembre era la giornata nazionale per le cure palliative, un aspetto che fortunatamente nella nostra zona è tenuto ben presente e che ha, grazie all’abnegazione della dottoressa Pia Camagna e all’associazione Enrico Cucchi, un centro di eccellenza che tutti noi dobbiamo tenere ben stretto. Basti pensare che, secondo una ricerca della Bocconi, in Italia solo il 23% delle persone che abbisognano di questo tipo di cure può essere assistito, contro il 64% della Germania o il 78% dell’Inghilterra. Peggio ancora è la situazione a livello pediatrico, ove solo il 5% riesce ad accedere a questo tipo di cure. Della nostra realtà, a 28 anni dalla fondazione, ne abbiamo parlato con la dottoressa Pia Camagna. Nel 1992 a Tortona, voluta da uno sparuto numero di medici ed infermieri, è nata l'Associazione “Enrico Cucchi” Volontari per le Cure palliative che, con l'andar del tempo si è ampliata, aumentando non solo il numero dei volontari, ma anche la loro tipologia.  Ricordo a chi mi legge, ma anche a me stessa, la definizione di cure palliative.  "Le cure palliative sono la cura attiva e globale dei malati quando non rispondono più ai trattamenti clinici capaci di guarire o di prolungare la vita. L'obiettivo è il controllo del dolore, degli altri sintomi fisici e psichici, dei problemi emotivi, spirituali e sociali, dando dignità alla vita del malato fino al suo termine"...

 

Basket - Serie A2 - Girone Verde - Derthona: doppio impegno in Sicilia Trapani e Capo d’Orlando in 3 giorni

“Vogliamo essere una delle squadre migliori del girone”

 

Dopo mesi di soli allenamenti e amichevoli domenica, finalmente, riparte il campionato di basket di Serie A2 e per il Derthona si inizia subito a fare sul serio. I ragazzi di coach Ramondino saranno infatti impegnati in un doppio scontro ravvicinato in Sicilia dovendo affrontare, nel giro di soli tre giorni, prima Trapani (domenica, gara valevole per la terza giornata) e poi Capo d’Orlando (martedì, valevole per la seconda giornata). Una partenza ad alto tasso di difficoltà che metterà subito alla prova il livello di preparazione dei bianconeri, costruiti per stare in alto e giocare una stagione da protagonisti. Coach finalmente si parte. Come sta la squadra? “Sono contento, è da troppo tempo che i ragazzi non giocano gare importanti, la partenza del campionato è un sollievo per tutti. La squadra sta abbastanza bene, ci sono leggeri acciacchi ma nulla di preoccupante e tutti sono pronti per la trasferta in Sicilia”. Due gare in tre giorni con partenza al sabato, siete pronti? Avrete un solo giorno per preparare la gara con Capo. “Per ora preferisco focalizzare l’attenzione solo sulla gara di Trapani che si gioca la domenica, credo che non pensare al doppio impegno sia più vantaggioso e sia il modo migliore per preparare questa situazione”. Che stagione ti aspetti? “Non ho aspettative particolari ma sono molto curioso di come le squadre si riapprocceranno alla competizione vera. Le gare di Supercoppa hanno già fatto vedere qualcosa ma lasciano il tempo che trovano, da domenica si farà sul serio. Sono curioso anche di noi, di come affronteremo la competizione. Dovremo da subito essere determinati e coesi, mettere sul parquet la giusta attitudine e la mentalità vincente”…

 

Serie A2 Femminile - Girone Nord - Autosped in campo a Vicenza

 

Smaltito lo stop dovuto al rinvio del match di Udine, richiesto dalla società friulana a causa della convocazione della slovena Cvijanovic con la propria nazionale in occasione dei concentramenti per le qualificazioni agli Europei, l’Autosped si rituffa nel campionato con un’altra trasferta sul difficile campo di una motivatissima Pallacanestro Vicenza (domenica 22 ore 18), senza ombra di dubbio la vera sorpresa di questo primo scorcio di stagione. Le venete, infatti, anch’esse reduci dallo sosta forzata per il posticipo, a data ancora da destinare, del match contro Moncalieri, occupano attualmente, a sorpresa ma con merito, il secondo posto (ma con una gara in meno rispetto alla capolista Crema); squadra molto pericolosa non solo per le qualità tecniche e fisiche ma anche per la fiducia e l’entusiasmo che l’eccellente avvio di campionato sta infondendo nelle ragazze di Rebellato…

 

Hsl Derthona - 11 punti in 6 partite. Intervista al presidente - «Inizio stagione, bene così»

“Squadra valida, ambiente sereno, possiamo fare buone cose. Sanguina il cuore non avere i tifosi allo stadio”

 

Nell’attesa di sapere quando l’Hsl Derthona ritornerà in campo per i recuperi, Sette Giorni ha incontrato il presidente bianconero Fabio Toso per una chiacchierata in cui analizzare la buona partenza della squadra in campionato ed il futuro che attende tutta la Serie D. 

Iniziamo con la parte “sportiva”. Un giudizio sulla gara di Vado. “Non abbiamo fatto la nostra miglior partita ma Vado è stata la testimonianza lampante che in Serie D ogni domenica è una guerra. Il Vado tra l’altro è una squadra attrezzata ed ha giocatori quotati come Taddei, Gulli e Sampietro, uscire da una trasferta così con uno 0-0 ed esserne arrabbiati secondo noi è un buon segnale”.

 

La partenza in campionato della squadra che voto merita? Vi aspettavate un rendimento del genere? “A parte lo «scossone» di Caronno siamo stracontenti di questo inizio stagione. Se ci fosse più regolarità nelle partite penso che il nostro rendimento ne sarebbe pure avvantaggiato. 11 punti in 6 gare, da neo-promossi, sono per ora un gran bel bilancio”.

 

Il gruppo è unito e ben amalgamato, Pellegrini sta dimostrando di valere la Serie D e non solo forse? “La coesione del gruppo Derthona è percepita da tutti quotidianamente. E’ una nostra forza ormai da 4 anni. In questo lo staff ha grossissimi meriti. Per quanto riguarda il mister vi dico solo che finché potremo ce lo terremo stretto (n.d.r. ride)”…

 

Gt World Challenge Europe - Alessandro Pier Guidi si laurea campione. Decisiva la vittoria alla 6h del Paul Ricard

 

L’ha fatto di nuovo. Dopo la vittoria del mondiale nel 2017 ed i successi nelle più famose gare di Endurance internazionali, Alex Pier Guidi, insieme alla sua Ferrari 488 GT3 EVO di AF Corse, si è laureato domenica campione della Endurance Cup nel GT World Challenge Europe grazie ad uno straordinario successo nella 1.000 km (6h) del Paul Ricard, atto conclusivo del campionato. Un successo che porta la firma del campione tortonese ed arriva al termine di una gara combattutissima dove la coraggiosa scelta strategica di cambiare due soli pneumatici in occasione dell’ultima sosta a 41’ dal termine, ha permesso a Pier Guidi di portarsi in testa alla corsa e di tagliare il traguardo con 1”6 di vantaggio sulla Porsche di GPX Racing con cui il ferrarista si stava giocando il titolo. La corsa è stata avvincente, per quanto condizionata nella parte centrale dalla pioggia che, pur non costringendo i piloti a cambiare gli pneumatici, ha rallentato un ritmo altrimenti decisamente sostenuto. 

 

La gara. La Ferrari numero 51 partiva in pole dopo le ottime qualifiche del sabato ma dopo una partenza difficile i soci di abitacolo di Pier Guidi, Ledogar e Blomqvist, scendevano anche in 7ª posizione, per poi riuscire a recuperare ed arrivare a conquistare la terza piazza allo scadere della 4ª ora di gara. Con lo scoccare della 5ª ora iniziavano le soste e la Ferrari estendeva il turno cercando di sfruttare al massimo la pista libera. Pier Guidi rilevava Ledogar al 125° giro, rientrando in pista in seconda posizione…

 

Il resto delle notizie lo potete trovare su "Sette Giorni" attualmente in edicola o sul sito a partire da mercoledì 25