AUTOMOBILISMO - ENDURANCE - UN 2021 DI FUOCO PER PIER GUIDI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   09/01/2021 14:30:00 

 

Ufficiali i calendari di WEC, ALMS ed ELMS. C’è Monza

 

Dopo una breve pausa per le feste natalizie e dimenticate le vittorie del tribolato 2020, che hanno visto il pilota tortonese Alex Pier Guidi trionfare nella Endurance Cup del GT World Challenge Europe con la Ferrari 488 GT3 Evo numero 51 di AF Corse e chiudendo 5° nel WEC (in cui non ha corso tutte le gare), a fine gennaio si riaccendono i motori dei bolidi gran turismo dei campionati endurance. Il primo appuntamento è l’affascinante 24h di Daytona in Florida a cui Pier Guidi prenderà parte l’ultimo weekend del mese per poi viaggiare direttamente ad Abu Dhabi dove si correranno, nel giro di soli 15 giorni, tutte e 4 le tappe dell’Asian Le Mans Series (5,6,19 e 20 febbraio). Tornati dal medio oriente non ci sarà poi tempo per riposare ma si partirà subito a metà marzo con il prologo del Wec a Sebring che precede di una settimana lo start della prima gara dell’anno proprio in Florida. A maggio si vola poi in Belgio per la 6h di Spa per poi buttarsi testa e cuore nella 24h di Le Mans fissata per giugno. A luglio l’appuntamento atteso da tutti gli appassionati italiani, la gara di Monza che entra per la prima volta in calendario.

 

Le ultime due tappe a settembre al Fuji ed in Barhain. Cosa pensi dei nuovi calendari? Sarà una stagione normale? “Lo spero tanto - dice Pier Guidi - dopo l’esperienza di quest’anno credo che l’organizzazione sappia come muoversi e le gare si terranno nei tempi prestabiliti. Forse per i primi 6 mesi ci saranno ancora le solite restrizioni ma con l’estate è possibile che possa tornare il pubblico alle gare, sarebbe bellissimo”. 

 

La stagione è di nuovo annuale. Meglio per voi? “Molto meglio, sono contento che sia di nuovo annuale e non spalmata su due anni. E’ meglio per piloti, team, sponsor e per questioni di contratti che nel nostro sport scadono tutti a fine anno solare”.

 

Finalmente nel WEC è stata inserita Monza. Sei contento? “Una pista fantastica che mi piace molto e spero tanto che ci possa essere il pubblico, sarebbe bello poter invitare i tifosi e gli amici”. 

 

Prima però si parte con l’ALMS, tutta ad Abu Dhabi. Una scelta strana? “Sì ma non si poteva fare altrimenti. Sarà la prima volta che si corrono 4 gare così ravvicinate e tutte sulla stessa pista anche se verranno usati due layout per il tracciato. Yas Marina è un bel circuito ma non credo sarà così affascinate correre sempre sulla stessa pista. Ma in Asia non è possibile andarci e quindi era l’unica soluzione. Ci saranno comunque tante auto, circa una quarantina”. 

 

Niente ELMS? “La Ferrari non mi ha ancora comunicato nulla ma non credo farò il circuito europeo bensì credo che mi mandino a fare il GT World Challenge dove abbiamo vinto nella stagione appena passata”. 

D.M.