LA PAGINA DI CASTELNUOVO SCRIVIA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   13/01/2021 00:00:02 

 

Ultimo consiglio comunale del 2020 - Per i rifiuti rimborsi ai cittadini per 44.720 euro

 

Si è svolto mercoledì scorso 30 dicembre, alle 8,30, l'ultimo consiglio comunale del 2020. Vediamo i passaggi più salienti soprattutto per quanto riguarda l'adozione del nuovo piano economico finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani, la cosiddetta Tari, la tassa rifiuti. Come ha illustrato il vicesindaco ed assessore al bilancio Gianni Girani "il nostro comune ha confermato, in via provvisoria, le tariffe Tari del 2019 anche per il 2020 sottoponendo ora all'approvazione del consiglio tutta la documentazione ricevuta dal Consorzio ed in particolare il nuovo piano finanziario. In questo documento si stabilisce una riparametrazione e pertanto il piano finanziario anno 2020 si determina nella somma complessiva di € 869.514, di cui € 593.234 costi in capo a Gestione Ambiente e € 276.280 costi di Srt e del comune. Per il comune sono stati stornati i costi di € 20.000 per interventi di recupero di rifiuti abbandonati e di € 24.000 per detrazioni sociali, oltre una riduzione di circa € 4.000 per costi amministrativi". In sostanza ci sarà un conguaglio a favore delle utenze di € 44.720 rispetto al piano finanziario approvato in via provvisoria lo scorso 30 luglio in attesa, appunto, del nuovo metodo di calcolo. "Quindi - ha concluso Girani - le utenze avranno una riduzione nella prossima bollettazione, anno 2021, usufruendo dell'importo sopraindicato". Nell'ultimo punto si è affrontato il tema della razionalizzazione periodica delle partecipate, società di cui il nostro comune detiene quote, senza peraltro apportare particolari novità, dal momento che le quote sono molto minoritarie.

Helenio Pasquali

 

Festa di Natale alla scuola dell'infanzia

 

Lunedì 21 dicembre presso la scuola dell'infanzia "C.Guerra" si è svolta la festa di Natale. Ogni gruppo sezione ha accolto separatamente nella propria "bolla", con canti e poesie, l'arrivo dell'aiutante di Babbo Natale. Quest'anno però, per iniziativa dei genitori, i nostri bambini non hanno solo ricevuto giochi e materiale educativo, ma hanno a loro volta donato giocattoli al Centro di Aiuto per la Vita, l'associazione parrocchiale che si occupa di famiglie in situazioni di disagio. Un gesto davvero ammirevole ed apprezzabile che ha illuminato di speranza questo Natale così particolare e sicuramente diverso da tutti gli altri.

Helenio Pasquali

 

Spettacolo teatrale in streaming - “Allarme nel presepe” per gli ospiti della Balduzzi

 

E’ stato realizzato tutto in remoto lo spettacolo "Allarme nel presepe" di Gianni Rodari, interpretato dalla Compagnia del Balduzzi per la regia di Roberta Ferraris. La Compagnia teatrale del Balduzzi è nata e cresciuta all'interno dell'omonima casa di riposo per ravvivare la vita degli ospiti durante le vacanze natalizie, quando la solitudine si fa più stringente. Il primo spettacolo risale al 2017, "Natale al Balduzzi, piccola recita con lieto fine", a maggio 2018 un secondo spettacolo: "Viva la mamma", in occasione della festa della mamma ed a dicembre "La favola di Natale". Due spettacoli anche nel 2019: "Il piccolo Principe", replicato a settembre alla Rsa Bossi di Pontecurone ed a novembre al Cora Kennedy e "Il Canto di Natale", replicato in sala Pessini, per gli alunni delle scuole della Bassa Valle Scrivia. Il 2020 è stato l'anno del Covid e lo spettacolo primaverile è saltato, ma non quello di Natale, realizzato interamente a distanza. Gli attori della commedia hanno infatti recitato ognuno a casa sua, realizzando autonomamente scenografia e costumi: Roberta Ferraris da Viguzzolo, Alessia Favata da Casalnoceto, Fabio Miloscio da Pozzolo Formigaro, Maricica Dumitru da Viguzzolo, Laura D'Angelo da Tortona, Anca Pavel da Mombisaggio, Maura Rango da Castelnuovo Scrivia, Elisabetta Rango da Molino dei Torti e Roberta Cresta da Isola Sant’Antonio.

 

Ristrutturazione edifici scolastici - L’amministrazione comunale dopo anni di ritardo sta andando verso la giusta direzione?

 

“Dal tetto della scuola elementare è caduto solo qualche coppo”, così disse Gianni Tagliani nel 2016, con alle spalle ben 30 anni di amministrazione di cui almeno 10 come assessore ai Lavori Pubblici. Questo è solo un esempio della non conoscenza/incoscienza che fa da sfondo alla ristrutturazione degli edifici che partirà grazie ai finanziamenti a fondo perduto concessi al comune di Castelnuovo Scrivia per la messa in sicurezza (antisismica ed antincendio) della scuola media, elementare e materna. Eppure, come affermato dal sindaco, il bilancio sano avrebbe comunque permesso l’accensione di mutui per mettere in sicurezza gli edifici scolastici (il perché non è stato fatto nulla prima non è dato sapere). A questa premessa, che non è di certo una polemica politica bensì una semplice domanda, bisogna aggiungere che in consiglio comunale non abbiamo ottenuto chiarimenti in merito alle soluzioni che verranno adottate: addirittura Tagliani ci ha risposto insufficientemente, dicendo che è un perito agrario e che quindi non sa (anche se la firma sullo studio di fattibilità del progetto è sua. Speriamo sia consapevole almeno di questo!). L’unica cosa certa è che ci sono 4 milioni di euro da spendere. Per la scuola elementare, quella del famoso coppo caduto per intenderci, il progetto ammonta a 1,9 milioni di euro, l’edificio è storico e non c’erano margini di scelta da parte dell’amministrazione. La palestra della scuola elementare Bandello verrà abbattuta e ricostruita uguale a prima ma eliminando il rischio sismico, distaccandola dall’edificio scolastico e così aggiungendo in questo spazio la seconda scala di sicurezza che evidentemente mancava (criticità che si trascinano da anni e che dimostrano ulteriormente la poca attenzione delle passate amministrazioni targate Tagliani in materia di sicurezza scolastica). Per quanto riguarda la scuola media Baxilio verranno spesi 1,1 milioni euro per l’ala est della media ed altri 1,1 milioni per l’ala ovest (palestra e aula magna). Per l’ala est della scuola media l’amministrazione ha scelto di abbattere completamente l’ala dell’edificio e ricostruirla nuova ma in cubatura ridotta. L’aula magna e la palestra verranno consolidate, nonostante la relazione affermi che bisogna indagare tutte le cause delle lesioni della copertura dell’aula magna, per la quale è da valutare attentamente l’ipotesi di un suo totale rifacimento (da effettuarsi con strutture leggere). Secondo i calcoli contenuti nella relazione, rifare aula magna e palestra costerebbe 225.000 euro in più. Dato che il bilancio del comune è sano, e permetterebbe l’accensione di mutui, non si capisce come mai l’amministrazione non investa per rendere veramente sicura e fruibile l’aula magna e la palestra della scuola media. Ciò dimostra il poco feeling dell’amministrazione rispetto agli annosi problemi legati all’edilizia scolastica, amministrazione che in passato non ha tergiversato nemmeno un momento per accendere un mutuo di 1,4 milioni di euro per i lavori a Palazzo Centurione mentre i nostri giovani frequentavano strutture scolastiche non sicure e senza certificati richiesti dalle norme di sicurezza. Probabilmente, senza la caduta dei coppi della scuola elementare e lo squarcio sul porticato della scuola media nessuno a Palazzo Centurione avrebbe mosso un dito…

Giovanni Ferrari, Consigliere comunale

 

Auguri alle nostre vite!

 

Da una settimana è iniziato il nuovo anno ma quasi abbiamo paura a scrivere quel numero. Sono sempre di più le persone che dicono venti ventuno. La cabala dei numeri, la ricerca quasi spasmodica di tagliare, se proprio cancellare non si può, quei dodici mesi che hanno stravolto la nostra vita, la nostra quotidianità, il nostro modo di pensare e di relazionarci. Stavo sfogliando il primo numero del nostro giornale del 2020. E oggi stiamo scrivendo il primo numero del 2021. Qui non si tratta di cercare notizie nuove. Qui semplicemente, quel filo sottile che collega un anno con l'altro, è stato completamente spezzato. Un'onda spaventosa e terribile che cancella tutto ciò che con fatica e sacrificio abbiamo scritto sulla sabbia della nostra vita. Ma la tenacia, la forza, l'entusiasmo che ancora abbiamo, poco o tanto, ciascuno di noi lo alimenta ancora, cercando di produrre il massimo sforzo per scrivere in ogni pagina del diario "2021". Senza paura. Sembra quasi la notte prima degli esami. Anche se poi ti accorgi che nella vita, ogni giorno ti puoi trovare di fronte ad un esame. E chissà come saranno i giorni che verranno. Ma quanti "chissà" riempiranno i nostri pensieri. Oggi perchè sappiamo. L'anno scorso non sapevamo. Oggi sappiamo che abbiamo vissuto un anno che ha disorientato le nostre vite. Non abbiamo potuto vivere quelle tradizioni che accompagnano le stagioni castelnovesi: l'alba della primavera con le frittelle e la festa di San Giuseppe; il profumo di maggio con la rievocazione medievale e la riconoscenza al nostro patrono, San Desiderio; il cielo che si illumina di colori, di sogni, di ricordi e di tante emozioni con i fuochi di fine agosto; il concerto in piazza con l'associazione "Franca Cassola Pasquali" per salutare un'estate che viaggia ormai ai titoli di coda ma che da oltre vent'anni ci regala una serata di grande musica, spettacolo e solidarietà, e continuerà a farlo; infine la magia della Natività rivissuta in una rappresentazione che illumina di immenso la solennità del Santo Natale, riportandoci ai ricordi di un'adolescenza di tanti anni fa ma anche di un presente che vorremmo ritrovare, per poterlo vivere tutti insieme. Nella presenza di chi ci è accanto e nel ricordo di chi ci sarà accanto per sempre. Auguri alle nostre vite, ricordandoci che... "La vita è adesso".

Helenio Pasquali

 

Per la prima volta al termine del Te Deum la benedizione a tutto il paese

 

Un gesto compiuto all'insegna dell'eccezionalità dettata da questo momento così particolare che si sta affrontando. Il 31 dicembre, al termine della funzione religiosa solennizzata dal coro "Bandello", e dopo il canto di ringraziamento, Te Deum, il parroco don Paolo Caorsi si è recato sul sagrato della chiesa impartendo la benedizione solenne a tutta la comunità pastorale San Luigi Orione. Come ha spiegato lo stesso don Paolo "in questo modo, oggi più che mai, ho voluto esprimere la volontà della Chiesa di farsi carico del destino di tutti ed al tempo stesso annunciare un messaggio di speranza che ci arriva proprio dal Vangelo". 

(Foto Luigi Bloise)

Helenio Pasquali

 

Grosso furto d’auto

 

Approfittando delle vacanze di fine anno ignoti ladri, probabilmente muniti di una o più bisarche, hanno rubato dal piazzale sito lungo la provinciale per Pontecurone, 24 vetture di varia marca e cilindrata (Range Rover, Volvo, Golf, Skoda, Fiat, Ford). Il furto è stato scoperto alla riapertura  il 4 gennaio dal castelnovese Bruno Torti, amministratore della società Torri srl che gestisce il piazzale, privo a quanto pare di telecamere e sistemi di sicurezza. Il  danno non è stato quantificato ma è sicuramente ingente.

 

Nuovo medico di famiglia

 

Dal 4 gennaio il dottor Paolo De Luca ha sostituito la dottoressa Cuniolo che aveva coperto per alcuni mesi l’ambulatorio medico dopo la scomparsa del dottor Granata. Il cellulare del nuovo medico di famiglia è 320 2374460.

 

Un bel gesto per ricordare Elena Trovamala

 

I coscritti della classe 1977 nel ricordo dell'indimenticata Elena Trovamala, prematuramente scomparsa, hanno devoluto 430 euro all'associazione "Franca Cassola Pasquali" per sostenere l'Unità di Senologia dell'Ospedale di Tortona, Breast Unit provinciale. In particolare quest'anno verrà ulteriormente ampliato l'innovativo progetto sulla prevenzione oncologica in ambito alimentare e nutrizionale.

 

Finanziata la rete di videosorveglianza

 

Il ministero degli Interni ha finanziato in provincia 22 comuni per l’installazione di una rete di videosorveglianza. Tra questi vi è Castelnuovo che, riconosciuto con incidenza criminale “elevatissima”, riceverà un contribuito di 57.400 euro su un totale di 82 mila euro.

 

Appalto per la palestra

 

E’ stato aggiudicato alla Giagnorio srl di Sannicandro Garganico in provincia di Foggia che ha offerto un ribasso del 21,332% l’appalto per la demolizione e ricostruzione della palestra della scuola Bandello per un totale di 419.163 euro.

 

Bilancio di previsione della Balduzzi

 

Il consiglio d’amministrazione della casa di riposo Balduzzi ha approvato il bilancio di previsione con 146.832 euro di entrate effettive e 139 mila partite di giro. In uscita 144.832 euro per le spese correnti, e 2 mila per quelle in conto capitale.

 

Area verde commemorativa

 

L’amministrazione aveva espresso l’intenzione di ricordare tutti i deceduti per Covid che così duramente ha colpito il paese questa primavera con la predisposizione di un’area verde commemorativa in via Marconi. Ora è stato approvato il progetto per un costo di 15 mila euro e liquidati 1.022 euro al progettista Alberto Mallarino.

 

Progetto

 

Approvato dalla giunta il progetto per il riordino e deflusso del Grue, del rio Calvenza e fossi minori nel tratto fino allo scolmatore per un costo di 90 mila euro.