LA PAGINA DI CASTELNUOVO SCRIVIA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   07/04/2021 00:00:01 

 

Assoluzione e prescrizione per i lavoratori della Lazzaro

 

Il processo che vedeva imputati sei lavoratori della azienda agricola Lazzaro ed il sindacalista Antonio Olivieri, accusati di violazione di domicilio e violenza privata nei confronti degli imprenditori agricoli titolari della Lazzaro, si è concluso con l’assoluzione. Per la violazione di domicilio gli imputati sono stati assolti, mentre è intervenuta la prescrizione per il secondo reato di violenza privata. La vicenda che portò alla denuncia e quindi al dibattimento in tribunale risale alla mattina del 18 agosto 2012 quando un gruppo di lavoratori trovarono affisso ad un albero un foglio con scritto “I marocchini non lavorano più qui”. Il gruppo di lavoratori accompagnati da Olivieri andarono a chiedere spiegazioni e, secondo le testimonianze, solo il sindacalista fece qualche passo nella proprietà per spiegare alla moglie di Lazzaro la loro presenza lì ma la donna disse che avrebbe chiamato i carabinieri. Seguirono la denuncia ed il processo. Nelle varie udienze è emerso che i Lazzaro avrebbero maltrattato gli extracomunitari con soprannomi umilianti sottopagandoli in nero, prima con 5 euro poi scesi a 4. Bruno e Mauro Lazzaro hanno a loro tempo già patteggiato un anno e mezzo per maltrattamenti e favoreggiamento della presenza di stranieri in Italia senza permesso e nelle cause civili intentate a loro carico sono già stati condannati a pagare anche in appello. Nel processo ai 6 braccianti e a Olivieri i Lazzaro si erano dapprima costituiti parte civile poi hanno rinunciato aprendo una causa chiedendo agli imputati un milione e mezzo di risarcimento lamentando mancati introiti da grossi clienti per la cattiva immagine data dai presidi all’azienda.

 

La scuola dell’infanzia viaggia a mille all’ora

Nonostante tante difficoltà e restrizioni

 

Anche alla scuola dell'Infanzia "C. Guerra", in seguito alla sospensione delle attività in presenza, è stata adottata la didattica a distanza (Dad) seguendo le linee guida dell'Istituto Comprensivo "Bassa Valle Scrivia". Come ci spiegano le insegnanti "abbiamo mantenuto i contatti con i nostri alunni attraverso l'invio di proposte didattiche coinvolgenti. Grazie alle potenzialità della piattaforma Gsuite, è stato possibile creare delle classi virtuali, una per ciascuna sezione, per interagire con gli alunni. Ad esempio, abbiamo realizzato un contenuto multimediale sul nostro paese. Partendo da un'immagine del castello, sono stati introdotti dei tag con video, foto, audio che rappresentano Castelnuovo vista dai bambini". Ma non sono mancate altre importanti iniziative quali gli incontri settimanali via Meet, in orario tardo pomeridiano, per consentire ai genitori di essere presenti ed affiancare i bambini nell'utilizzo dei dispositivi. "Durante queste videolezioni - proseguono le insegnanti dell'Infanzia - abbiamo coinvolto gli alunni con attività sincrone, come lavoretti, esperimenti di semina e giochi guidati. Sono continuati anche a distanza i vari progetti che la nostra scuola sta realizzando, in particolare quello di inglese e quello di musica, condotto dalla maestra Molinari, insegnante dell'Infanzia di Alluvioni, attraverso un approccio giocoso al ritmo ed al canto". Alla fine, pur tra mille difficoltà e restrizioni, anche i bambini ed i genitori si sono adeguati a questo nuovo sistema formativo che ha comunque permesso di mantenere un legame educativo, in attesa di ritrovarsi per vivere insieme nuove ed entusiasmanti esperienze.

In foto: un gruppo di insegnanti della scuola dell'Infanzia castelnovese

Helenio Pasquali

 

Domenica 11 aprile comune e volontari puliscono il territorio - Occorre prenotarsi entro giovedì

 

L’amministrazione comunale in collaborazione con i gruppi di volontariato organizza per domenica 11 aprile l’annuale pulizia del territorio. In caso di brutto tempo l’intervento si farà la domenica successiva 18 aprile. Il ritrovo è fissato alle ore 8,15 nel piazzale del mercato vicino al ponte Scrivia (piazza delle Erbe). Al fine del rispetto della normativa attualmente in vigore che limita gli spostamenti è indispensabile che i cittadini che intendono partecipare segnalino la loro adesione entro giovedì 8 aprile tramite messaggio WhatsApp al numero 3345297321 (Carbonato) oppure 3331029147 (Girani) indicando nome e cognome per la formazione di un elenco nominativo che verrà autorizzato con provvedimento del sindaco a svolgere l’opera di volontariato. Presentarsi muniti di guanti e scarpe robuste indossando naturalmente la mascherina.

 

Furto

 

Brutta esperienza quella capitata sabato al nostro concittadino Andrea Stefanet, titolare dell'omonima ditta. Dopo aver parcheggiato il proprio furgone in un piazzale e aver fatto alcune commissioni, di ritorno ha trovato che ignoti sono riusciti a rubargli gli attrezzi e le carte di lavoro, soprattutto le schede clienti, documenti di cui con ogni probabilità i malviventi non sanno neppure cosa farsene.

 

Nuovo orario vendita buoni pasto

 

In vigore dal 6 aprile. Lunedì 9,30-12,30; martedì 9,30-12,30 e 14,30-17,30; giovedì 9,30-12,30; venerdì 9,30-12,30.

 

Liquidazioni

 

• Liquidati 976 euro alla Progetto Cia per la sanificazione del locali comunali; 33.195 alla TecniLux di Garlasco quale secondo stato di avanzamento lavori per l’efficientamento della pubblica illuminazione; 16.714 euro alla Raineri Service di Brescia per l’acquisto di un montaferetri; 253.578 euro a Gestione Ambiente per la raccolta rifiuti mesi di aprile e maggio.

• Liquidati 2.213 euro a favore dello studio legale Giardini, Mazza, Sanvido di Torino per il patrocinio legale nella causa dinnanzi il tribunale di Alessandria con la Viarengo srl per la concessione dell’illuminazione votiva, avanzata dalla società per richiedere i danni; 2.770 euro al geometra Andrea Milanesi per l’incarico di supporto nelle fasi di affidamento dei lavori relativi alle scuole.

 

Spese per la scuola materna

 

La Fastcon è stata incaricata di installare la rete internet presso la sede temporanea della scuola dell’infanzia per un costo di 895 euro; l’installazione di contaenergia nello stesso fabbricato è stata affidata a Luca De Angelis del paese per un costo di 1.342; la messa in opera di pavimento in pvc eseguito da Antonio Cardillo del paese è costata 3.000 euro.