VERSO IL TORTONESE TUTTO “COVID FREE” 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   05/06/2021 11:30:00 

 

Ci siamo, quasi, e crediamo che tra qualche giorno anche la nostra provincia potrà essere dichiarata libera dal Covid. Lo scorso anno fu il 3 giugno il primo giorno dopo la prima ondata quando non furono segnalati casi di contagio in provincia; quest’anno non abbiamo ancora raggiunto questo traguardo, ma i numeri, tutti ormai al di sotto delle 20 unità, fino a scendere a 3 contagiati lunedì scorso, dicono che possiamo ben sperare. E’ un sollievo, così come è un sollievo vedere che tutto il Piemonte sta uscendo dalla pandemia, e si sta avviando a divenire, dopo mesi e mesi di sofferenza, regione bianca. Anche Tortona può dirsi quasi del tutto libera; lo scorso anno il bollettino del 2 giugno riportava questi numeri: 44 concittadini contagiati, e ben 460 in quarantena, ora ci sono solo 18 malati e 259 in quarantena. Lo stesso andamento vale anche per i sette centri zona della provincia: in totale alla data del 2 giugno i contagiati sono 168 e dal 31 maggio per la prima volta dallo scorso autunno si è scesi sotto le 200 unità. E per ricordare quanto sono state terribili la seconda e la terza ondata, basti citare qualche dato di novembre: al 19 di quel mese i contagiati nei centri zona erano 3.154, con Tortona all’ultimo posto con 181 malati (lo 0,66% ovvero 6,63 malati ogni 1.000 abitanti) ed Alessandria al primo con 1.623 malati (1,73% e 17,33 malati ogni 1.000 abitanti). Infine il Tortonese: i paesi con contagiati sono scesi a 6 con 29 malati (la scorsa settimana erano 42). Se c’è ancora qualcuno che contesta le severe misure adottate in inverno, il distanziamento sociale, le scuole, i bar ed i ristoranti chiusi, l’obbligo delle mascherine e poi le vaccinazioni, lo invitiamo a meditare su questi dati. Prosegue lentamente, infine, lo “svuotamento” dell’ospedale: ora i ricoverati sono 16 di cui 5 in terapia intensiva; intanto sono iniziati i lavori all’ingresso per le ambulanze. Prosegue intanto la campagna vaccinale, anche se con qualche piccolo intoppo, di cui scriviamo in altra parte del giornale. Domenica scorsa in città sono giunte 3.200 dosi di J&J e 2.600 di Moderna, a Castelnuovo Scrivia, nonostante il giorno di festa, sono state inoculate 110 dosi, mentre in città oltre 260 e per il fine settimana sono previste 400 dosi al giorno, tutte di Moderna; la Regione ha già calendarizzato le giornate per la vaccinazione di massa degli abitanti di Fabbrica Curone e Gremiasco, come si potrà leggere in altro articolo. Insomma, forse veramente possiamo “uscire a riveder le stelle”.