CHIERI IN TRASFERTA E PDHA AL COPPI - “DOBBIAMO CHIUDERE BENE LA STAGIONE. DIPENDE SOLO DA NOI, SIAMO TUTTI SOTTO ESAME” 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   12/06/2021 13:00:00 

 

Mancano solo tre gare al termine della stagione e nonostante il Derthona di Zichella abbia già conquistato con merito una sudata salvezza, con 4 turni di anticipo, le ultime sfide in programma non “saranno da sottovalutare” e nemmeno da “giocare come l’ultima a Borgosesia” dove i ragazzi in bianconero non sono praticamente scesi in campo. Il motivo? “Tutti sono sotto esame” e tutti devono guadagnarsi la riconferma onorando la maglia e la città fino alla fine. Così il direttore sportivo Luca Sacco cerca di tenere alta la tensione all’interno del gruppo squadra che per tagliare la linea del traguardo dovrà ancora affrontare Chieri in trasferta, PontDonnaz al Coppi per chiudere poi la stagione a Varese. 

 

La situazione. Cosa è successo a Borgosesia. La squadra era scarica? “Scarica non direi - spiega il ds Sacco - piuttosto eravamo scollegati, non abbiamo proprio giocato da Derthona come sappiamo, abbiamo fatto una delle peggiori prestazioni della stagione. Siamo stati presi a schiaffi da una squadra con 8 giovani in campo che aveva più stimoli di noi dovendosi ancora salvare ed ha vinto con merito. Noi non possiamo permetterci di ripetere una prestazione del genere nelle gare che rimangono, dobbiamo trovare stimoli ulteriori e i ragazzi devono sapere, come abbiamo già detto loro e ribadito anche sulle colonne del giornale, che tutti sono sotto esame in queste gare. I ragazzi devono onorare la maglia per rispetto del campionato, della società, dei tifosi e della città”. Chieri e PDHA saranno due gare diverse ma da affrontare con lo stesso piglio quindi? “Sicuramente. Saranno due gare difficili perché giochiamo contro due avversarie di alto livello: il Chieri è da anni in categoria, ha uomini di esperienza e una difesa quasi impenetrabile (in casa solo 3 sconfitte e 12 reti subite) mentre il PontDonnaz è la sorpresa della stagione, una squadra forte con tanto talento che vorrà fare punti per i playoff. Dipende tutto da noi! Se giochiamo come a Borgosesia oltre a fare 0 punti faremo anche delle pessime figure quindi i ragazzi devono rimboccarsi le maniche ed entrare in campo con la giusta mentalità”. C’è qualche assente per Chieri? “Varela sarà squalificato, da valutare invece le condizioni di Kanteh”. Mercoledì invece ritroverete per la prima volta il pubblico al Coppi. “Finalmente, peccato sia solo per una gara e che sia infrasettimanale, tanta gente non potrà essere presente. Siamo comunque contenti e ci fa piacere poter far salutare la squadra dai nostri tifosi”. Il tuo futuro è ancora al Derthona? “Non ho ancora parlato con la dirigenza ma da come siamo rimasti credo che il mio futuro sia ancora qui al Derthona. Sono qui da 5 anni, sono innamorato di questa società e per me stare a Tortona è come fare la Champions”.

 

Chieri. L’avversario di sabato in maglia celeste, guidato in panchina da Marco Didu, sta vivendo un ottimo momento di forma con 4 risultati utili nelle ultime cinque gare e benché non abbia più nulla da chiedere al campionato, sarà un ostacolo difficile da superare. Con 44 punti occupa la 12ª posizione, frutto di 10 vittorie, ben 14 pareggi (la squadra che ha pareggiato di più in stagione) ed 11 sconfitte, 8 in trasferta e solo 3 in casa dove ha subìto solo 12 reti. Ha segnato 42 reti con 15 diversi marcatori subendone solo 35, 5ª difesa del girone. Didu ha costruito un team solido con alcuni elementi fondamentali che hanno fatto per tutta la stagione da traino al resto del gruppo. In difesa il trio di colonne è formato da Matteo Spera (34 presenze e 4 reti), Giuseppe Conrotto (33+3) e Matteo Pautassi (33) con il supporto di Fabio Benedetto (26+1), Daniele Letteriis (23) e Francesco Pezziardi (10). A centrocampo sono 4 gli elementi imprescindibili: Eros Castelletto (28+2), Giacomo Della Valle (27+1), Dennis Ozara (25+1) e Thomas Gerbino (27+2) a cui si aggiungono anche Federico Abelli (18), Andrea Benassi (15+1) e Jacopo Mosole (12+1). In attacco il bomber è Riccardo Ravasi a quota 13 reti in 33 presenze seguito a distanza da Diego Valenti (21+4), Daniele Ferrandino (35+3), Thomas Pedrabissi (31+3) e Alan Rossi (22+1). All’andata pari 1-1 al Coppi. Si gioca sabato, ore 16, al Piero De Paoli di Chieri (To). 

 

Precedenti. A Chieri 3 sconfitte sempre in Serie D: 3-2 2009/’10, 2-1 2013/2014 e 1-0 2014/’15. Due pareggi: 0-0 Serie D 2010/’11 e 1-1 la stagione successiva. Una sola vittoria: 1-2 nella D 2011/’12 con goal di Zirilli e Montingelli. 

 

PDHA. Mercoledì invece, ore 16 al Coppi, nell’ultimo infrasettimanale della stagione, penultima gara di campionato, i ragazzi di Zichella se la vedranno con il PontDonnaz di mister Roberto Cretaz, vera sorpresa di questa stagione. I valdostani, infatti, al momento in cui scriviamo, sono quarti in classifica con 64 punti frutto di 18 vittorie, 10 pareggi e solo 7 sconfitte e vantano una fase difensiva molto solida con sole 37 reti subite ed il 4º attacco del girone con 56 goal all’attivo (di cui addirittura 30 fuori casa). Cretaz ha a disposizione una rosa non molto profonda ma di talento ed esperta (quasi 24 anni di età media). In difesa spicca il nome di Daniele Ciappellano (30 presenze) a cui spesso si affiancano Filippo Scala (26), Andrè Sassi e Matteo Maffezzoli (24 entrambi), Emanuele Balzo (21+2), Andrea Ferrando (18) e Simone Montenegro (16). A centrocampo le gerarchie sono definite con Filip Costantin (33+4), Andrea Tanasa (31+5), Bernardo Masini (27+9), Libero D’Onofrio (22), Fabio Borettaz (19), Nicolò Gambino (19+1) e Luca Cena (14). L’attacco, autore di 33 reti, è formato da 4 elementi: Carmine Sterrantino (23+7), Alex Jantet (32+4) e dalla coppia di bomber Fabio Lauria (24+12) e Giancarlo Varvelli (33+12). All’andata 0-0, l’unica gara (dell’andata) in cui i valdostani non hanno segnato. Nessun precedente al Coppi fra le due squadre. 

Nella foto: il ds Luca Sacco

D.M.