INCONTRI CITTADINI GESTIONE AMBIENTE SU RIFIUTI E COSTI RELATIVI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   21/07/2021 00:00:06 

 

Giovedì 8 luglio a Castellar Ponzano, venerdì 9 a Vho e martedì 13 a Mombisaggio sono continuati gli incontri organizzati da Gestione Ambiente con i cittadini tortonesi per illustrare le novità della nuova raccolta rifiuti e le nuove modalità per la relativa fatturazione. Serate partecipate, grazie anche al bel tempo che invitava a stare all’aperto, e che sono state sicuramente proficue. Da ricordare l’antefatto di Castellar Ponzano, ove all’inizio della seduta si è parlato d’altro. Presenti, infatti, erano il sindaco di Villalvernia, Franco Persi, e l’assessore Luca Bigiorno per parlare con i cittadini di un altro problema: la pista ciclabile ed il marciapiede che dovrebbero congiungere la frazione tortonese al più vicino centro abitato, appunto Villalvernia, ove i frazionisti trovano scuole, negozi, farmacia e medico di famiglia. E’ un problema annoso, che periodicamente si ripresenta, e che ha spinto negli anni scorsi una parte della popolazione a chiedere di divenire frazione di Villalvernia. Per ora, purtroppo per i castellaresi, pista e marciapiede che permettono di percorrere in sicurezza quei circa 700 metri che li separano da Villalvernia, rimangono un sogno. Per quanto riguarda, invece, i rifiuti le serate sono state una fotocopia di quella tenutasi a San Bernardino: tante domande, altrettante perplessità e diffidenza tra la maggior parte dei cittadini. Bisognerà giocoforza attendere che la raccolta differenziata diventi operativa, e poi tutti noi valuteremo. Ricordiamo comunque alcuni dati; la Regione nel 2018 aveva fissato alcuni obiettivi per la raccolta differenziata da raggiungere entro il 2020: 159 kg di secco non riciclabile per abitante, 65% di differenziato, quando la situazione nel Tortonese era di 282 kg e del 53,6% di differenziato. Nel 2020 in città si era, invece, a 310 kg di rifiuto ad abitante all’anno e al 48% di differenziato. Molto meglio per i primi mesi di quest’anno quando è iniziato il Porta a Porta: nelle zone che stanno già facendo la differenziata questo dato è salito al 73% e la produzione di indifferenziato è diminuita a 80 kg. Prima di chiudere occorre rilevare che la seduta di Mombisaggio è stata tra le più partecipate, sia in assoluto che in relazione alla popolazione interessata, e che a queste riunioni non ha mai partecipato un esponente della minoranza consiliare, così tanto per tenere i contatti con la popolazione. Perché, è giusto rilevarlo, tutti i frazionisti si sono lamentati di essere stati abbandonati dall’amministrazione in questi due anni, anche se a tenere distanti le persone più che la cattiva volontà è stato il Covid. Infine c’è da rilevare un particolare che mette in evidenza come l’attuale maggioranza fosse poco propensa alla raccolta differenziata “osé” come l’avevamo chiamata noi perchè Chiodi e C. non vogliono chiamarla “spinta”. A marzo, infatti, la giunta aveva assunto una delibera sulla raccolta differenziata nella quale si decideva di “predisporre, in via preferenziale, un sistema di raccolta analogo a quello previsto per il centro storico, ovvero tramite contenitori stradali con accesso controllato e calotta volumetrica”. Insomma si vuole evitare che nelle frazioni si attui il Porta a Porta. Ma a pochi mesi di distanza è chiaro che Gestione Ambiente preferisce questa seconda soluzione, più consona alla politica adottata in azienda, più semplice da gestire perchè è uguale a quella della maggior parte dei comuni, oltre ad essere, a nostro parere, più vantaggiosa dal punto di vista ecologico. Perchè, è evidente, i cassonetti sulla strada permetteranno sempre l’abbandono incontrollato, cosa che diverrà impossibile con la internalizzazione del servizio. Ed infatti dalle riunioni fin qui svolte quasi tutti i frazionisti paiono intenzionati ad optare per questa seconda scelta. Ma probabilmente se ne parlerà a settembre, perchè a quanto pare qualche amministratore, vicesindaco in testa, vorrebbe varare una specie di referendum frazione per frazione per la scelta del servizio. Ultimo appuntamento con le frazioni mercoledì 21 luglio presso la Pro Loco di Rivalta Scrivia.