AUTOMOBILISMO - WEC - MONZA AMARA, PIER GUIDI 2º PER UNO SPLASH 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   24/07/2021 10:00:00 

 

Si chiude con il secondo posto finale la 6h di Monza della Ferrari GTE numero 51 di Af Corse guidata dal tortonese Alex Pier Guidi e dal britannico James Calado nella prima storica tappa del mondiale endurance sul suolo italiano. Una sei ore di intensa battaglia con protagoniste la Ferrari numero 51 e l’acerrima rivale della stagione, la Porsche di Estre e Jani. Battaglia già iniziata nelle qualifiche del sabato in cui la macchina tedesca è riuscita ad ottenere la pole per appena 65 millesimi di vantaggio sulla Ferrari di Pier Guidi con il pilota francese Estre bravo a sfruttare la scia per siglare il miglior tempo. Alla domenica in gara, dopo una partenza regolare le prime tre ore si sono sviluppate proponendo il duello fra la Ferrari e la Porsche che si sono allontanate ed avvicinate a seconda del traffico presente lungo i 6 km della pista. Poco prima della metà gara, dopo un Full Course Yellow (bandiera gialla) Calado superava Jani ma la Porsche, alla successiva sosta tornava al comando. Nel finale Pier Guidi protagonista: il campione del mondo 2017, con la sua guida super aggressiva, ha tentato il tutto per tutto ed è arrivato a contatto con la Porsche, a meno di un secondo, cercando con una strategia audace concordata con il team di ottenere la vittoria ma lo “splash” (rifornimento volante di benzina) a cui è stata costretto a 2 minuti dal termine, lo ha ha fatto chiudere in seconda piazza con 32 secondi di ritardo. Pier Guidi rimane così sempre secondo in classifica generale con 74 punti, due soli di distanza dalla vetta (76) e attende con ansia la prova regina del mondiale, e del motorsport in toto, la 24H di Le Mans che si correrà in Francia il weekend del 21-22 agosto con il presidente Ferrari Elkann a sbandierare l’avvio della gara. Prima però il pilota tortonese sarà impegnato in un altra 24h, a Spa, terza prova del GT World Challenge Europe (campionato endurance europeo) che si correrà nell’ultimo weekend di luglio. “A Monza abbiamo dato tutto cercando in tutti modi di vincere ma la Porsche ne aveva più di noi nonostante un Bop che l’aveva appesantita - dice Alex - in campionato siamo vicinissimi quindi la lotta è aperta e Le Mans sarà speciale, vogliamo ripetere il successo del 2019”.

 

Nelle foto: Pier Guidi e Calado sul podio a Monza; Alex Pier Guidi nell’abitacolo della Ferrari 488 GTE durante la gara

D.M.