LA PAGINA DI CASTELNUOVO SCRIVIA 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   13/10/2021 00:00:01 

 

Le deleghe agli assessori ed il grazie di Gianni Tagliani

 

Mercoledì mattina abbiamo avvicinato Gianni Tagliani, reduce dalla sera precedente quando si era incontrato con i suoi nuovi consiglieri di maggioranza. Incontro chiarificatore per il futuro, nel corso del quale il sindaco ha deciso la composizione della nuova giunta. Paola Pisa sarà vicesindaco con le deleghe a Beni storici, artistici, museali e monumentali. Decoro, parchi e arredo urbano. Turismo. Le deleghe per Mario Ghibaudi sono Lavori Pubblici, Viabilità, Edilizia scolastica, Servizi cimiteriali, Decentramento e frazioni. A Paola Isetta sono state assegnate le deleghe per Pubblica Istruzione, Politiche per l’Infanzia, attività commerciali e artigianali. Gaia Breglia, la più votata dai castelnovesi, si dovrà occupare di: Politiche giovanili, digitalizzazione e comunicazione social. Riceveranno deleghe anche gli altri consiglieri eletti così da alleviare il lavoro dei componenti della giunta ed essere direttamente impegnati nell’amministrazione del paese. Gian Piero Vignoli si occuperà di Attività culturali e Biblioteca. Sanità; Lucia Moreschi di Servizi sociali, Volontariato, Progettazione europea, Formazione e orientamento al lavoro; Salvatore Fiorentino di Polizia Locale, Sicurezza, Protezione Civile; Stefano Casasco di Attività Produttive, Politiche del lavoro, sport e tempo libero. In capo al sindaco rimarranno le deleghe per Ambiente e Igiene Urbana; Bilancio, Economia e Finanze; Gestione Risorse umane; Urbanistica, Edilizia Privata; Agricoltura. Tagliani ci ha inoltre anticipato che Angelo Secondo sarà il coordinatore dei volontari di protezione civile. Al termine del colloquio il sindaco ha rilasciato questa dichiarazione: “Credo che questo risultato storico ci consegni una responsabilità importante di governo che deve proseguire nel solco di ciò che sinora è stato fatto. Chi mi conosce sa che il mio impegno in amministrazione è sempre stato totale e ispirato unicamente dalla passione nel fare qualcosa per gli altri in maniera diversa. Abbiamo rinnovato profondamente la compagine degli amministratori, alcuni sono alla prima esperienza e ciò significa che occorrerà affrontare la macchina comunale con ancora più impegno. Credo però nella valorizzazione di chi si avvicina a questa esperienza per la prima volta e sono sicuro che si riuscirà a ottenere buoni risultati grazie anche all'ottimo lavoro fatto sinora da chi è in scadenza. Il programma elettorale è ambizioso, abbiamo cinque anni intensi. Il calo dell’affluenza alle urne, generalizzato in queste amministrative anche nei comuni in cui il confronto era più acceso, non deve lasciarci indifferenti: se da una parte si erode lo zoccolo duro degli anziani che sanno cos’è costato il diritto al voto, dall’altra occorre infondere ancora più fiducia nelle istituzioni a ogni livello con una profonda operazione culturale e sociale. Personalmente ringrazio tutti gli elettori e i candidati della lista Insieme per Castelnuovo che hanno contribuito a un successo straordinario. E dedico la mia vittoria a mio padre Lucio e agli indimenticabili colleghi e amici di amministrazione Patrizia Ferrari e Lorenzo Librè”.

 

Una vittoria schiacciante, una disfatta annunciata

 

Prima di scrivere questo corsivo e riordinare alcuni appunti sparsi, ho letto ciò che scrissi cinque anni fa. E se allora affermai che saremmo stati "ai titoli di coda", oggi la disfatta della lista guidata dal candidato sindaco Ferrari mi smentisce. Solo qualche numero. Nel 2011 ottenne 1.250 voti, 5 anni dopo scese a 685, lunedì scorso si è fermato a 547. Esiste solo un termine attuale: resettare. Oggi più che mai. Resettare tutto e ripartire. Ma da zero, salvando e valorizzando chi ha dimostrato di essere già della partita, da giocare subito perchè la nave per la prossima meta è già salpata. Senza peraltro dimenticare ciò che è stato, perchè in politica la memoria è sempre una carta vincente da giocare. Mai abbandonarla, o peggio ancora, lasciarla incustodita nel cassetto. Spiace solo per chi è entrato in una centrifuga e non ne è uscito bene, ma anche da queste esperienze si può pensare e progettare il domani che verrà. Buon lavoro. La squadra di Gianni Tagliani ha stradominato. E il voto è l'indicatore più chiaro ed inequivocabile di una volontà, di un desiderio, di un progetto. Accanto al pluriconfermato sindaco, spicca lo strepitoso successo di Gaia Breglia, volto nuovo, giovane, bello, solare. Farà esperienza e sicuramente avrà lo spazio che merita una ragazza le cui idee sono già molto chiare come altrettanto chiara è la sua voglia di imparare, di ascoltare, di confrontarsi e di ritagliarsi un ruolo importante perchè 345 voti di preferenza rappresentano un grande tesoro da coltivare con entusiasmo ed attenzione non solo nei prossimi cinque anni. Altro volto nuovo, ma assai conosciuto in paese, quello di Gian Piero Vignoli che con 338 preferenze conferma la bontà di una scelta orientata a garantire ulteriore slancio alla crescita di Castelnuovo. Volutamente mi fermo ai primi due eletti che affronteranno questa nuova esperienza per la prima volta e che in questa tornata elettorale hanno superato il muro delle trecento preferenze. In questo senso va anche letto il voto castelnovese, purtroppo ulteriormente in calo rispetto a cinque anni fa, già in trend negativo: il paese, pur all'insegna della continuità, abbraccia un rinnovamento che è indice di attenzione e sensibilità alla collegialità, al confronto di idee, all'ascolto e valorizzazione di nuove proposte. La squadra di Tagliani, con in testa il suo leader, ha vinto tutta insieme, perchè anche chi non ha raggiunto la soglia necessaria ad essere eletto, ha portato voti "nuovi". Quando si raggiunge quasi il 78% dei consensi, qualsiasi altro commento è superfluo. Il paese ha scelto con estrema chiarezza chi per cinque anni dovrà raccogliere questo importante messaggio di fiducia e il nostro giornale a partire dai prossimi numeri conoscerà il pensiero, i progetti e le idee di chi siederà tra i banchi della maggioranza come anche tra quelli dell'opposizione. Ciascuno avrà il proprio ruolo, la propria autonomia comunicativa, i propri slanci anche un po' coloriti o silenzi traditi da espressioni molto più chiare ed inequivocabili delle parole. Oggi si avverte ancora un po' di tensione, tra scosse di assestamento trasversali. Domani, chissà... Concludo consegnando a chi leggerà questo corsivo una sintesi di saggezza di un indimenticato giornalista, Enzo Biagi: "Dobbiamo lavorare tutti insieme per qualificare paesi e città come beni comuni, coordinati da amministrazioni condivise". Un sogno, un'utopia? Forse. Ma se ciascuno riuscirà a garantirsi un suo ambito operativo, in funzione dello spazio che andrà ad occupare, allora forse questa nuova ed impegnativa scommessa si potrà anche vincere. Per il bene del nostro paese, di chi lo abita e di chi lo vive anche solo per un attimo.

Helenio Pasquali

 

Il grazie di Gaia Breglia

 

Ebbene sì, Castelnovesi… ce l’abbiamo fatta! Mi sento di parlare al plurale perché se sono riuscita ad ottenere questo risultato è perché “l’unione fa la forza!”. In primis ci tengo a ringraziare e a complimentarmi con il sindaco Gianni Tagliani e con tutti i miei compagni di squadra. È stata una bella esperienza che consiglio a tutti i miei coetanei di provare perché permette di conoscere e confrontarsi con tanta gente nuova. Come avevo scritto nella mia lettera di presentazione, sarò felice di rappresentare chi mi ha sostenuta ma anche e soprattutto chi non lo ha fatto, con un’attenzione particolare rivolta verso i Castelnovesi più giovani. Cercherò di ricoprire al meglio l’incarico che mi verrà affidato, facendo attenzione a non trascurare la scuola… a giugno mi aspetta l’esame di maturità! 345 grazie a tutti per la fiducia.

 

Gli eletti nel consiglio della Confraternita di San Desiderio

 

Domenica pomeriggio, nella chiesa di San Rocco, si sono tenute le elezioni per designare i nuovi rappresentanti che faranno parte del consiglio della Confraternita di San Desiderio. Sono stati eletti: Andrea Suigo (28 voti), Pietro Zeme (27), Maria Teresa Torti (26), Francesco Massone (26), Paola Isetta (26), Claudio Pengo (26), Adriana Lombardi (25), Carla Barbieri (24), Adele Moretti (19), Claudia Lorenzetti (15), Renza Isetta (14), Cecilia Sacco (14), Michele Sottotetti (13). Nel corso del primo consiglio di prossima convocazione verranno presentate le iniziative e i nuovi progetti della Confraternita insieme alla definizione degli incarichi da assegnare ai neo-eletti.

 

Tre vie al buio

 

Da alcune sere vengono segnalati guasti all'illuminazione pubblica, creando particolari disagi a via Mazzini, via Roma e ad un tratto di via Cavour, completamente al buio. Al momento in cui scriviamo il problema non è stato ancora risolto e i tecnici sono al lavoro per ripristinare in queste tre vie il regolare funzionamento dell'illuminazione pubblica.

 

Pannelli per i seggi

 

Per realizzare i seggi elettorali nella nuova sede del municipio sono stati acquistati pannelli divisori prefabbricati per una spesa di 8.174 euro.

 

Spese per la scuola 

 

Acquistate 6 lavagne magnetiche per le medie per una spesa di 561 euro; la Energeo srl è stata incaricata della manutenzione dell’impianto di riscaldamento della sede provvisoria della media per una spesa di 683 euro; l’allestimento della rete internet presso la nuova sede provvisoria delle medie costa 2.354 euro; liquidato l’onorario alla 4 Emme service pari a 6.600 euro per l’assistenza ed interpretazione dei dati per l’aula magna delle medie. Infine l’Unione Bassa Valle Scrivia ha incaricato la cooperativa Abete del servizio di accompagnamento bimbi su scuolabus verso la scuola dell’infanzia trasferita in un capannone artigianale per una spesa di 6.836 euro.

 

Pulizia d’autunno con il Gruppo Ambiente

 

Domenica prossima 17 ottobre il Gruppo Ambiente organizza la terza raccolta rifiuti annua comprendendo, questa volta, anche i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche. Il ritrovo è previsto alle ore 8 davanti all'ex mercato ortofrutticolo, zona Scrivia; saranno messi a disposizione mezzi ed attrezzature del Comune. I partecipanti dovranno essere muniti di guanti e scarpe adeguate, in alternativa stivali di gomma.