DA CONQORD OIL A Q8OILS ITALIA 9 MILIONI PER AMPLIARE LEX ROL CON UN +20% DI DIPENDENTI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   13/10/2021 00:00:10 

 

Dalla vecchia Rol a Conqord Oil a Q8Oils Italia. Questa la nuova denominazione dello stabilimento di Castellar Guidobono che intende valorizzare l’appartenenza al Gruppo internazionale Q8 e che da un anno ha avviato la progettazione per rinnovare gli impianti con un investimento di 9 milioni di euro. Lo stabilimento rappresenta un’eccellenza in Europa nello sviluppo di lubrificanti, soluzioni per l’industria e lavorazione dei metalli. I 9 milioni sono stati stanziati per ammodernare i reparti che producono i fluidi più strategici. L’intervento ha lo scopo di potenziare la capacità produttiva aumentandone l’efficienza con più moderni processi di automazione e di migliorare stabilità e qualità dei prodotti finiti. Tutti ricordiamo quanto la vecchia Rol contò per l’economia del Tortonese nel dare lavoro agli abitanti di Viguzzolo, Castellar Guidobono e delle valli… La Q8 Oils, leader a livello mondiale, che conta 130 dipendenti tra le filiali di Firenze, Brescia, Napoli e Castellar Guidobono, resta l’unica realtà produttiva di rilievo della zona anche se oggi vi lavorano meno residenti. “Nei prossimi anni l’ampliamento porterà - come afferma Giovanni Romano presidente e amministratore delegato di Q8Oils Italia - un incremento del 20% della forza lavoro. Vogliamo assumere giovani e attrarre nuovi talenti e personale operativo altamente specializzato che condivida i nostri progetti. Rinnoviamo l’impianto e ci concentriamo sui settori industriali con maggiori margini di crescita anticipando le tendenze del mercato per le società più all’avanguardia e attente alla sostenibilità. Il progetto consente di crescere e consolidarci garantendo a Q8Oils Italia continuità e sostenibilità sul lungo periodo con conseguenti impatti positivi sul territorio. La tecnologia alla base di questi prodotti permette di avere maggiori benefici in termini ambientali con formulazioni sempre più sicure e performance più brillanti”.