R9: INCARICO PER STIMARE LE OPERE DI URBANIZZAZIONE DEGLI AMBITI 2 E 5 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   13/10/2021 00:00:11 

 

Proprio due anni fa pubblicavamo un articolo il cui titolo era: “Amministratori, ricordatevi di risolvere il problema della R9”, la famosa zona residenziale sorta agli inizi di questo secolo i cui abitanti lamentano di essere abbandonati dall’amministrazione comunale. L’articolo di allora era di stimolo alla nuova amministrazione che pochi giorni dopo discuteva proprio di questo aspetto in una commissione comunale divenuta famosa perché l’assessore competente dichiarò che si era in vista del “traguardo” e che l’amministrazione aveva intenzione di chiedere l’escussione delle varie polizze fideiussorie. Come noto, purtroppo, nonostante alcuni doverosi interventi in questi due anni (pulizia delle strade dopo le nevicate, intervento per la messa in sicurezza dei tombini dopo la caduta in uno di essi di un bambino) nessun risultato è stato raggiunto, e la zona rimane spesso al buio perchè i responsabili dei vari ambiti non pagano o pagano in ritardo le bollette elettriche, e così via.  In più tutti gli abitanti, oltre mille ormai, risiedono al civico 1.000 di via Guala, e sarà un bel problema quando la zona sarà presa in carico dal comune e le vie avranno una denominazione con relativo numero civico! Ora un piccolo passo in avanti è stato compiuto. Il geometra Christian Rosso di Volpedo per un onorario di 2.818 euro è stato incaricato di eseguire la perizia di stima delle opere di urbanizzazione degli ambiti 2 e 5. Ricapitoliamo la vicenda. Nell’aprile 1999 venne approvato il Piru (programma integrato di riqualificazione urbanistica) e nel 2006 venne approvata la variante con redistribuzione delle volumetrie edificabili in convenzione. Allo stato attuale sono approvati gli ambiti 2, 3, 4, 5 e 7b. Ad inizio dello scorso anno, come anticipato, l’amministrazione dispose l’e-scussione delle polizze fideiussorie per tutti gli ambiti, ma per ora si hanno contatti con la Allianz per l’ambito 2 (con polizze di 595 mila euro per le opere di urbanizzazione di comprensorio e di 197 mila per le opere di urbanizzazione d’ambito) e con la Ras per l’ambito 5 (con polizze rispettivamente di 137 mila e 58 mila euro). Ora le assicurazioni hanno chiesto diversa documentazione sui lavori ed in particolare il computo metrico di dettaglio delle opere di urbanizzazione ancora da realizzare. Da qui l’incarico al geometra.