CONTAGI IN DIMINUZIONE ED LORA DELLE TERZE DOSI PER GLI ULTRASESSANTENNI  
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   15/10/2021 19:30:00 

 

Il centro vaccinale tortonese sempre aperto fino al 28 ottobre

 

Il tema delle vaccinazioni è sempre in primo piano. Intanto diamo la notizia che dal 15 al 28 ottobre il centro vaccinale di Tortona rimarrà sempre aperto dalle 9 alle 12. In questi giorni si potrà accedere per le prime dosi sia su prenotazione che direttamente; con appuntamento per le seconde dosi; su convocazione da parte dell’Asl per le dosi addizionali per i soggetti immuno compromessi (solo per questa categoria è consigliata la terza dose a distanza minima di 28 giorni dalla seconda); sempre su convocazione per le terze dosi (Pfizer) agli ultra ottantenni; dal 18 al 31 ottobre per la terza dose agli ultra sessantenni con accesso diretto ma con un intervallo di almeno 6 mesi dalla somministrazione della seconda dose. Da novembre gli appartenenti a questa categoria di età potranno prenotare l’appuntamento sul portale ilPiemontetivaccina.it. Secondo l’ultimo comunicato Asl dopo il 28 ottobre ci potranno essere alcune aperture per i centri di San Sebastiano e Castelnuovo esclusivamente per completare la campagna 3ª dose agli ultra ottantenni. Sabato 16 dalle 8 alle 15 sarà aperto anche il centro di Pontecurone per la terza dose sempre agli anziani over 80: convocate 140 persone. L’Asl ricorda che per gli over 80 che hanno ricevuto la convocazione è possibile in caso di necessità modificare la data dell’appuntamento accedendo al portale ilPiemontetivaccina.it. Intanto essendo ormai in vigore l’obbligatorietà del Green pass per accedere al posto di lavoro, è stato reso noto che 630 mila piemontesi non hanno aderito alla campagna vaccinale; suddivisi per fasce di età, si tratta di circa 65 mila 12-15enni su un totale di 157 mila, 31 mila 16-19enni su 157 mila, 67 mila ventenni su 448 mila, oltre 92 mila trentenni su quasi 482 mila, oltre 109 mila quarantenni su 614 mila, oltre 110 mila cinquantenni su 716 mila, 79 mila sessantenni su 580 mila, 45 mila settantenni su 485 mila, 28 mila over80 su 407 mila. Infine da ricordare che l’aumento dei malati in provincia si mantiene abbastanza alto, anche se in diminuzione rispetto alla settimana precedente: sono 106 dal 7 ottobre, erano 149 la settimana precedente. Sempre oltre i 100 anche gli aumenti giornalieri in regione, ma in questo caso con un aumento: si è passati, infatti, da 1.096 della scorsa settimana a 1.129 di questa. Tortona tra i centri capozona è scesa al penultimo posto su 7 con 13 malati pari a 0,48 ogni mille abitanti ovvero lo 0,05%. Nel Tortonese sono ancora 13 i paesi con contagi (nuovi ingressi settimanali Villalvernia e Villaromagnano con 1 e 2 contagi, al posto di Castellania Coppi e Pontecurone) per un totale di 35 contagiati (-3 rispetto al 6 ottobre). In provincia sono 34 i ricoverati in totale, 29 in media intensità alla clinica Salus, 5 negli ospedali pubblici, di cui 3 a Tortona (1 rispettivamente in rianimazione, media intensità ed in attesa di test). In Piemonte sono ricoverati alla data dell’8 ottobre (ultimo dato disponibile) 19 pazienti in terapia intensiva, 16 dei quali non vaccinati (7 uomini e 9 donne) mentre dei 154 ricoverati in terapia ordinaria 76 sono non vaccinati.