TROPPI CINGHIALI SULLE STRADE SERVONO PIANI DI ABBATTIMENTO 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   24/11/2021 00:00:05 

 

Anche per eliminare daini e caprioli che causano seri danni all’agricoltura

 

Comprendiamo che vi siano animalisti accesi che non approvano la caccia, ma vorremmo sommessamente porre l’accento su un fatto che trascende ormai dalla solita discussione sull’attività venatoria per entrare in un contesto più ampio ed importante: quello della sicurezza sulle strade. E intendiamo riferirci a quello che non può nemmeno più essere definito un fenomeno non frequente: l’invasione dei cinghiali sulle strade. Un tempo gli incidenti tra veicoli ed animali facevano notizia, perché erano rari. Ora non passa giorno, purtroppo, che in provincia, e spesso anche nel Tortonese, non venga segnalato un investimento di ungulato, spesso con danni molto seri alla vettura e, malauguratamente, anche alle persone. Un tempo il fenomeno era relegato ad alcune strade collinari, ma ora si è esteso in tutto il Tortonese, pianura compresa, a tal punto che praticamente ogni settimana vi è una segnalazione di investimento sulla provinciale per Castelnuovo. Gli allarmi si susseguono sia alle centrale operativa dei carabinieri sia in Provincia all’ufficio preposto. Non sono ufficiali i più recenti dati sugli incidenti causati da animali selvatici: nel 2018 in provincia furono 340 poi le segnalazioni hanno interessato più enti per cui la somma delle segnalazioni è andata persa. E’ da rilevare il forte impatto, molto pericoloso, sulle autostrade, in particolare la Torino - Piacenza. C’è poi da considerare un altro fatto: cinghiali ed altri selvatici come caprioli e cerbiatti distruggono i raccolti, le piantagioni, provocando danni per migliaia di euro agli agricoltori che già devono combattere contro le bizzarrie del clima. In questo caso non si annoverano feriti, ma danni ingenti.  Ebbene, il problema degli animali selvatici che ormai circolano liberamente anche nelle strade periferiche della nostra città deve essere affrontato seriamente una volta per tutte: dispiace dirlo, ma quale soluzione c’è per assicurare sicurezza lungo le strade che non sia l’abbattimento controllato?