CRONACA DEL TORTONESE 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   22/06/2022 00:00:02 

 

Appicca il fuoco alla casa dell’ex moglie: arrestato

 

Un episodio che ha dell’incredibile, ma che purtroppo è un inequivocabile segno dei tempi che stiamo vivendo, è accaduto mercoledì nel tardo pomeriggio in via Mazzini ad Isola Sant’Antonio. Il 45enne Damiano Tommaso Guida, coinvolto in una separazione probabilmente burrascosa con la propria moglie, ha infatti appiccato il fuoco all’interno dell’abitazione che il giudice aveva affidato alla consorte. Il pronto intervento dei vigili del fuoco ha permesso, pare, di limitare i danni senza intaccare la solidità dell’edificio. I carabinieri, chiamati sul posto, dopo brevi indagini hanno arrestato e portato in carcere il Guida per incendio doloso.

 

GARBAGNA

 

Il 24 giugno I DOC in concerto

 

L’estate a Garbagna, inaugurata con la Sagra delle ciliegie, prosegue venerdì 24 giugno, alle ore 21,30, nel cortile Rovelli, con i Doc in concerto che presentano “…Una storia sbagliata. Degradi, conflitti e la forza della musica”. Il gruppo suonerà a favore dell’associazione Librinscena. L’ingresso è ad offerta ed è necessaria la prenotazione a info@librinscena.it, telefono (o WhatsApp) 349 3358295 da lunedì a venerdì ore 11-15.

 

Il 25 giugno la Notte Romantica

 

Sabato sera 25 giugno si terrà in paese la Notte Romantica in uno dei Borghi più Belli d’Italia, cena a lume di candela nei ristoranti del borgo accompagnati da musica e suggestive scenografie nelle incantevoli location di piazza Doria, contrada e cortili fioriti.

 

Lavori

 

Le opere per il potenziamento della rete di itinerari cicloturistici ed escursionistici denominata “Il cammino del principe Doria” sono state affidate all’impresa Alessandro Mogni per un costo di 70.475 euro; la messa in sicurezza delle aree verdi comunali in località Castello ed il ripristino dell’intonaco ammalorato nei locali dell’asilo sono stati affidati alla ditta Torre Andrea srl, per 6 mila euro; la messa in sicurezza di strada per Pratolino è affidata alla Ngf srl per 36.776 euro.

 

SALE 

 

Si dimette l’assessore Cortese. E’ il terzo in tre anni

 

Ancora crisi all’interno dell’amministrazione comunale salese. In tre anni, infatti, con le dimissioni consegnate al sindaco nei giorni scorsi di Maria Cristina Cortese, con deleghe alle manifestazioni, sport, eventi e tempo libero, si è giunti alle terze dimissioni da assessore, dopo quelle di Simona Rivabella, rassegnate pochi mesi dopo le elezioni, e quelle di Alessandro Baldanza, dello scorso anno, sempre per forti dissapori con il “nucleo” forte della giunta composto dal sindaco Rina Arzani e dal vice Enrico Canobbio. Insomma, tre dimissioni in tre anni sono veramente troppe, anche se come quasi sempre accade le motivazioni sono per motivi personali. Abbiamo avvicinato l’ex assessore Cortese, che ci ha dichiarato: “E’ con estremo rammarico che mi trovo costretta a dimettermi da assessore, per motivi esclusivamente personali. L’incarico che ho accettato e svolto con tanto entusiasmo comporta un impegno serio e costante che purtroppo non sono più in grado di assicurare. Per questo motivo ritengo corretto e doveroso restituire le deleghe. Ho svolto il mio incarico in piena coscienza, senza mai avere altro scopo se non il bene pubblico e la tutela dell’ente, operando con la massima trasparenza e correttezza”. Le dimissioni sono solo da assessore? “Sì, resto consigliere comunale per portare a termine il mandato in piena sintonia con il volere dei cittadini salesi. Se posso, approfitto per augurare a tutti gli amministratori di proseguire proficuamente il cammino intrapreso insieme”. Insomma non si sbatte la porta, ma è chiaro che qualche tensione e qualche problema esistono per la sindaca Arzani. Vedremo come rimedierà a questa terza dimissione. 

© riproduzione riservata

 

Ennesima ordinanza per i rifiuti

 

Ormai si è quasi perso il conto di quante ordinanze il comune abbia dovuto emanare, invano, per la questione dei rifiuti illecitamente stoccati in via Stramesi. L’ultima è dei primi giorni del mese nei confronti della società americana Colemann Stonelakes LLC alla quale è stato intimato di provvedere “entro 30 giorni al: •ripristino della continuità della recinzione perimetrale; •alla rimozione dei rifiuti depositati all’esterno in adiacenza del capannone; •al ripristino del funzionamento della stazione di pompaggio antincendi a servizio dell’insediamento”. In effetti a marzo funzionari del comune e militari del Noe hanno compiuto un sopralluogo dal quale è emerso “la sussistenza di un grave rischio di incendio dei rifiuti stoccati presso i capannoni, dovuto alla diminuzione dei valori di umidità nei cumuli di rifiuti per la progressiva decomposizione della frazione organica, ed alla presenza di un cumulo di carta e cartone in adiacenza alle pareti del capannone il quale in caso di inneschi dovuti a cause accidentali ovvero dolose, condurrebbe alla rapida propagazione dell’incendio alle aree interne di stoccaggio, nonchè alla aree limitrofe”. Venivano poi riscontrate altre manchevolezze, come l’indisponibilità della stazione di pompaggio, “l’impossibilità per le squadre dei vigili del fuoco di accedere a tutte le aree interne dovuta al quantitativo di rifiuti depositati all’interno del capannone, specialmente nel compartimento posto a nord e la presenza di varchi nella recinzione perimetrale per i possibili atti dolosi in considerazione della conseguente facilità di accesso all’area”. Da qui l’ordinanza che segue quella emessa nel 2019 a carico della Tommasi srl e della Immobiliare San Pietro srl, società che pochi mesi fa è stata incorporata nella società americana.

 

Nel Tortonese segnalata la presenza di Popillia Japonica

 

Segnalata nel Tortonese la presenza del pericoloso insetto Popillia Japonica. I rilevamenti sono iniziati il 4 giugno, molto in anticipo rispetto agli altri per le alte temperature. Altri rilevamenti nel Tortonese e a Guazzora anche a metà giugno. Risalgono al 2020 le prime sporadiche segnalazioni nel Tortonese a sud del Po, nell'area di pianura, nel 2021 ampie segnalazioni anche nelle zone collinari e danni rilevanti su coltivazioni in tutto l'Alessandrino. Questa prima segnalazione così precoce nel 2022 lascia presagire una stagione di ulteriore diffusione per la quale serve la massima attenzione da parte di tutti nel contenimento. Questo momento è molto delicato per cercare di contenerla, in caso contrario si andrà incontro ad una calamità naturale inarrestabile quando a fine mese e in luglio ci sarà il picco del volo dell’insetto. E’ quindi necessario agire immediatamente e sensibilizzare tutti per cercare di contenerne la diffusione per non trovarsi in una situazione di non ritorno.

 

Camion ribaltato

 

Spettacolare incidente stradale, venerdì mattina, sulla statale per Voghera poco prima dell’abitato di Pontecurone con un camion che si è ribaltato nel campo a lato strada. I vigili del fuoco hanno lavorato a lungo per riuscire a liberare l’autista, fortunatamente con ferite lievi, rimasto incastrato nell’abitacolo del pesante mezzo.

 

Scomparso Pierino Cereda, sindaco della vecchia scuola

 

Le sue condizioni di salute, nelle ultime settimane, erano progressivamente peggiorate. Dimesso martedì dall'ospedale di Tortona, a distanza di poche ore è morto nella sua abitazione a 82 anni. Con Pierino Cereda se ne va un altro sindaco storico del Tortonese, un riferimento importante per tutto il territorio. Ricordiamo solamente che ha ricoperto la carica di sindaco del comune di Guazzora per 7 mandati non consecutivi dal 1975, è stato vice-sindaco dal 2004 al 2009 ed attualmente in carica come primo cittadino. Numerosi gli incarichi ricoperti, dalla presidenza del Consorzio di bonifica del Bacino dello Scrivia, alla vice presidenza dell'A.T.O. 6 quale rappresentante dei comuni del Tortonese, e poi ancora presidente del Cisa dal 2001 al 2004. Nel 1991 ha ricevuto la laurea "honoris causa" in economia e commercio dalla Constantinian University di New York e nel 1997 gli è stato conferito dall'allora presidente della Repubblica Scalfaro il titolo di Cavaliere Ufficiale. "Per me è stato una guida importante - dice commosso ed emozionato il vicesindaco Cristiano Cervetti - avendomi insegnato tutto quello che spero di riuscire a fare, ormai senza di lui, fino al prossimo anno, a scadenza della consiliatura. Soprattutto bene come lui". Grande appassionato di ciclismo, Cereda aveva contribuito alla creazione del Trofeo Bassa Valle Scrivia per Elite e Under 23, che proprio nel Circuito Guazzorese aveva l'appuntamento più antico e uno dei primi in assoluto del calendario nazionale. Altra sua grande passione il mare e in particolare Lampedusa, dove faceva ritorno appena gli impegni glielo permettevano con grande gioia ed entusiasmo. Con quell'isola nacque veramente un grande amore che si leggeva dai suoi occhi che si coloravano di immenso, proprio come il mare che è unico, amava ripetere. Nel corso degli anni, con alcuni amici, erano diventate le vacanze della sua vita. Con Pierino perdiamo anche un sindaco della vecchia scuola, quando ci si formava politicamente perchè esistevano i partiti, ma soprattutto ci si rispettava condividendo un valore che è sempre stato un punto cardine, mai venuto meno con il passare degli anni: la passione di amministrare per il bene di un paese. Vorrei concludere con un ricordo personale: ogni anno teneva in modo particolare che i miei genitori ed io partecipassimo alla sua festa patronale quando invitava le migliori orchestre del panorama italiano. E la patronale di Guazzora di quegli anni era di richiamo per l'intera Bassa Valle Scrivia. Giovedì in comune è stata allestita la camera ardente e si è tenuto un momento di preghiera; alla sera in parrocchia si è celebrato il rosario. Venerdì, con il giornale già nelle edicole, il funerale per l'ultimo saluto a Pierino Cereda che lascia la figlia Federica, i familiari tutti e Piera Vignoli, sempre a lui vicina e che dal 2004 al 2009 gli è succeduta in qualità di sindaco. Ciao Pierino, saluta i tuoi amici anche per noi.          

H.P.

 

Carezzano - Franco Guernier nuovo sindaco

 

Unico comune del Tortonese a votare anche per le amministrative domenica 12 giugno era Carezzano dove è stato eletto Franco Guernier, 69 anni, falegname, che si era già candidato nel 2017 ma era stato sconfitto da Luigi Prati. Ora è sindaco con 122 voti e una percentuale del 55,71%, contro i 97 (44,29%) dello sfidante Mario Alvigini, assessore nella giunta uscente. Con il sindaco Guernier la maggioranza si compone di: Anna Maria Bello vicesindaco (18 preferenze), Elisa Romani assessore (10), ed i consiglieri Francesca Maiello (6 preferenze), Alberto Salomoni 8, Amilcare Alberti 27, Tiziano Zambosco 11, Giansisto Garavelli 4. Con Mario Alvigini siederanno in minoranza Stefano Ferretti con 12 preferenze e Roberto Nobile con 13. Il comune contava 377 elettori e alle urne sono andati in 224 (il 59,42%), 3 le schede nulle, 2 le bianche, nessuna contestata.

 

Cassano Spinola - Nuovi giochi

 

La ProLudic srl è stata incaricata per una spesa di 29.909 euro di fornire nuovi giochi per bambini presso il parco di piazza Indipendenza.

 

Cassano Spinola - Illuminazione pubblica

 

I lavori per l’ammodernamento della pubblica illuminazione sono stati affidati alla Aen srl di Acqui Terme che ha offerto un ribasso del 2% per un costo di 104.202 euro.

 

Berzano - Aggiudicazione lavori

 

I lavori di ripristino di strada Madrina e Cerreta sono stati affidati alla Performa srl che ha offerto un ribasso del 2,2% per 42.523 euro.