SALVO D’ACQUISTO: AFFIDATI GLI INCARICHI PER LA DEMOLIZIONE 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   18/01/2023 00:00:07 

 

E’ finalmente giunto il momento di iniziare l’opera di demolizione e ricostruzione dell’edificio scolastico di viale Kennedy che ospitava la scuola elementare Salvo D’Acquisto. Ad inizio dicembre è stato affidato il primo incarico: quello dello smontaggio e recupero dei quadri elettrici della scuola. Poco dopo è stata assunta la determinazione per contrarre un mutuo da 1 milione 750 mila euro con la Cassa depositi e prestiti. In seguito, verso fine mese, sono stati affidati i primi incarichi professionali. L’architetto Giuseppe Colucci che ha offerto uno sconto del 10,5% è stato incaricato per un onorario di 19.595 euro di fungere da supporto al Rup (responsabile unico del procedimento) per la fase di progettazione della gara di appalto; è stato poi approvato il progetto esecutivo relativo al secondo intervento riguardante l’opera, ovvero la demolizione del fabbricato dismesso, per un costo di 465 mila euro ed il progetto per la bonifica dall’amianto per 65 mila euro ed infine il progetto, sempre esecutivo, per lo spostamento della centrale termica per un costo di 190 mila euro. Tutta quanta l’opera è finanziata per 1 milione 750 mila euro con il mutuo acceso con la Cassa depositi e prestiti, per una identica somma con una richiesta di contributo al Gse, gestione servizi energetici, società pubblica per quanto riguarda la parte dell’efficienza energetica dell’edificio e per 5 milioni con fondi del Pnrr. Pochi giorni dopo la Gm costruzioni srl è stata incaricata per un costo di 25.375 euro della rimozione preliminare di elementi e manufatti propedeutici alla demolizione, lavoro che è attualmente in corso, la Ecogestioni srl con un ribasso del 6,21% si è aggiudicata i lavori di bonifica dell’amianto per un costo di 54.605 euro; la Getec Italia spa con uno sconto del 13,69% invece è stata incaricata dello spostamento della centrale termica per un costo di 109.054 euro; Gestione Ambiente, invece, provvederà alla raccolta e smaltimento degli altri materiali di risulta per un costo di 5.978 euro.