CRONACA DAL TORTONESE 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   03/03/2021 00:00:02 

 

Contributi per 7 milioni a 14 comuni del Tortonese - Per la messa in sicurezza del territorio

 

E’ stato reso pubblico in questi giorni l’elenco riguardante 1.912 comuni che hanno ottenuto dallo Stato un contributo per la messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico. In tutto si tratta di finanziamenti per 1,85 miliardi di euro; di questi circa 7 milioni sono stati destinati a progetti a suo tempo presentati dai comuni del Tortonese, i cui importi sono riportati nella tabella. Un’ottima iniezione di denaro per gli enti locali, indispensabile in questo momento di crisi, ed una ottima dimostrazione di capacità progettuale da parte delle amministrazioni comunali.

 

 

Piemonte nel Cuore: legge regionale rifiuti in difesa dei Consorzi locali

 

Il consiglio regionale ha approvato a maggioranza il disegno di legge 88 che modifica la legge regionale 1 del 2018 sulla gestione dei rifiuti, che consente ai consorzi oggi esistenti di continuare a gestire i propri servizi eliminando l’obbligatorietà di accorpamento con quelli provinciali. “Una battaglia promossa da Piemonte nel Cuore come rappresentante del territorio tortonese e novese - dice Fabio Boveri - insieme a decine di sindaci e in special modo al sindaco di Tortona Federico Chiodi, che oggi diventa una vittoria per i nostri territori e soprattutto difende i piccoli e medi comuni che sarebbero stati schiacciati dalla legge “centralista” voluta dalla precedente amministrazione regionale. La contrarietà di Piemonte Nel Cuore e dei territori si basava su alcuni aspetti essenziali: • Con l’istituzione del Consorzio unico i comuni virtuosi avrebbero pagato le inefficienze di quelli in cui il costo della tassa rifiuti è più elevato; • I medi e piccoli comuni - uniti in un unico consorzio - non avrebbero contato   più nulla e di conseguenza i loro cittadini; • Ciò avrebbe causato un aumento dal 30 al 50% della tassa sulla raccolta dei rifiuti”. ”In questi ultimi quaranta anni - prosegue Boveri - la politica nazionale e le amministrazioni della nostra regione hanno affrontato il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti pensando solamente ad eliminare e smaltire del materiale di genere. Con l’approvazione di questa nuova legge è arrivato il momento di cambiare subito l’approccio mentale, logistico e tecnico al servizio che si sta erogando ai cittadini. Dobbiamo pensare che non stiamo raccogliendo della spazzatura, ma delle materie prime. Tutto il materiale che finisce nei cassonetti è riciclabile automaticamente, anche con investimenti modesti per ogni singolo bacino, per ogni singola società di raccolta e consorzio e può essere rivenduto quelli convenienti per abbassare i costi fissi della raccolta, e non facendoli aumentare. Basta con discariche ed inceneritori costosissimi. Potrebbero non servire più, tutto il materiale può essere suddiviso e riutilizzato e con l’umido si può semplicemente produrre energia rinnovabile pulita. Abbiamo esempi in tutto il mondo. Non serve che la Regione Piemonte e gli attuali consorzi impongano ai propri cittadini la raccolta Porta a Porta spinta, sapendo già che nei nostri centri zona, nelle campagne e nelle nostre vallate di montagna sarà fallimentare, così che scatterà automaticamente l’Eco Tassa, e obbligherà tutti i consorzi provinciali a conferire i rifiuti all’inceneritore privato di Torino a costi esorbitanti per tutti noi. Nel marzo del 2019, subito prima delle elezioni, l’allora governo della Regione Piemonte voleva eliminare anche questi ultimi, ma con un blitz 7 sindaci del Piemonte, tra cui il sottoscritto, allora sindaco di Costa Vescovato, avevano bloccato in consiglio regionale la proposta. Da adesso l’indirizzo degli amministratori dovrà essere quello di selezionare la spazzatura automaticamente e i gestori del servizio potranno vendere i prodotti suddivisi. Così facendo si potrà dimezzare la tariffa al cittadino, visto che non ci sarebbero più, o in parte ridotti, i costi dello smaltimento in discarica. Il superamento di questa legge era uno dei punti del programma del presidente Cirio proposta dai rappresentati della Lista Civica Piemonte nel Cuore. Per questo non possiamo che ringraziarlo con l’assessore Marnati e tutti i consiglieri che hanno voluto insieme a noi tutelare l’autonomia dei territori rurali e montani anche più marginali”.

 

PONTECURONE

 

Patto di amicizia con parrocchia spagnola

 

La delibera di giunta ricorda che Pontecurone è il paese natale di san Luigi Orione e di don Michele Cattaneo, cappellano dell’ospedale Bossi, maestro di don Orione e scultore. La statua più famosa legata al santo pontecuronese si trova a Posada de Llanes nelle Asturie presso una casa orionina, ed in quel paese inizia l’Opera di don Orione in Spagna. Per questi motivi la giunta ha voluto stringere un patto d’amicizia con la parrocchia spagnola con “l’obiettivo principale di promuovere la conoscenza della vita del santo anche attraverso l’approfondimento della storia personale e dell’opera del canonico don Cattaneo”.

 

Date prelievi Avis

 

L’Avis, Associazione volontari italiani sangue, sezione di Pontecurone ha reso noto il calendario dei prelievi per il 2021. Queste le date: 28 febbraio, 20 marzo, 25 aprile, 30 maggio, 27 giugno, 24 luglio, 26 settembre, 23 ottobre, 28 novembre, 11 dicembre. I volontari dell’Avis confidano nella sensibilità dei donatori.

 

VILLALVERNIA

 

Servizi a domanda individuale

 

La giunta ha scelto i servizi a domanda individuale che, per legge, devono essere in parte coperti dalle tariffe di chi ne usufruisce. Per la luce votiva calcolate spese per 7.500 euro ed entrate per 4.300 (copertura del 58%), per il micro nido 103 mila euro di spese e 60 mila di entrate (58%), mensa  scuola infanzia 25 mila euro di spese e 15 mila di entrate (60%), scuolabus 23.500 e 8.500 euro (36%) e mensa primaria 10 mila e 2.000 euro (20%).

 

Servizi PagoPa

 

Per attivare i servizi per il pagamento digitale da parte del cittadino è stata incaricata la Apk srl per una spesa di 1.750 euro.

 

Bilancio di previsione

 

La giunta del sindaco Persi ha approvato il preventivo 2021 che chiude pareggiando in 2 milioni 95.051 euro, con 60 mila euro di avanzo di amministrazione, 3.250 di utilizzo del fondo pluriennale vincolato, 662.500 di entrate correnti, 279.400 extratributarie, 286.301 in conto capitale, 64.100 trasferimenti correnti, 300 mila di anticipazione di cassa e 439.500 di partite di giro. Sul fronte delle spese 994.650 sono correnti, 346.301 in conto capitale, 14.600 rimborsi prestiti.

 

Destinazione multe

 

La legge prevede che il 50% dei proventi delle sanzioni per violazioni al codice della strada siano utilizzate per specifici compiti; la giunta ha calcolato questa cifra in 70 mila euro così destinati: 6 mila per strade e semafori, 5 mila per acquisto beni manutenzione verde, 6 mila per manutenzione viabilità, 3 mila per manutenzione parchi e giardini, 33.750 per spese per servizi connessi alle multe, 6 mila per personale ufficio e altrettanto quale 50% delle sanzioni da trasmettere alla Provincia. Infine 4.250 quale quota parte prevista dalla convenzione per i vigili di Novi Ligure.

 

Pulizia uffici

La Special Group di Carbonara Scrivia è stata incaricata della pulizia straordinaria di uffici, scala, servizi, infissi e disinfezione dei locali comunali per un costo di 1.750 euro; la stessa ditta ha il compito della pulizia ordinaria degli stessi locali da marzo fino a fine 2021 per un costo di 200 euro mensili.

 

Casalnoceto - “Rivolta” al Paolo VI

 

Domenica si sono avuti problemi al Centro Paolo VI, l’unica struttura che attualmente sta soffrendo ancora a causa del Covid, con numerosi contagi tra ricoverati e personale, ed un reparto, su tre, ancora chiuso. E proprio i ragazzi, quelli inviati al centro su ordine del tribunale, hanno inscenato una manifestazione di protesta, chiedendo di poter uscire, sfasciando mobili e suppellettili. Il pronto intervento in forze dei carabinieri dello locale compagnia, che prima di entrare hanno indossato adeguate protezioni contro i contagi, ha velocemente riportato la situazione alla normalità.

 

Raccolta ingombranti

 

A Momperone la raccolta ingombranti si terrà il 5 marzo con prenotazioni entro mercoledì 3; a Pozzol Groppo la raccolta avverrà il 10-11 marzo con prenotazioni entro lunedì 8; a San Sebastiano Curone la prossima raccolta ingombranti sarà svolta il 15 marzo, con prenotazione entro le 12 dell’11 marzo; a Gremiasco la raccolta si terrà il 17 marzo con prenotazioni entro il 15. Per tutti il numero da contattare è 0131 1800064.

 

Alluvioni Piovera - Sanificazione

 

La sanificazione dei mezzi e degli uffici comunali è affidata alla cooperativa Kepos per un costo annuo di 9.794 euro.

 

Alluvioni Piovera - Lavori

 

La ditta Arzani Daniele di Sale è stata incaricata di procedere alla riparazione della copertura a causa di infiltrazioni d’acqua degli immobili della scuola d’infanzia di Alluvioni, delle elementari di Grava, dell’edificio comunale ex sede municipale di Piovera e della sede dell’archivio storico di Alluvioni Cambiò per una spesa di 3.904 euro.

 

Sale - Pulizia strade

 

Da martedì 2 marzo riprenderà il servizio di spazzamento meccanico delle strade nei giorni e nelle fasce orarie indicate dalla segnaletica stradale. Ricordiamo, quindi, ai salesi di tornare a fare attenzione a questi segnali per evitare spiacevoli sanzioni.