LA PAGINA FLASH DI SETTE GIORNI 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   14/01/2022 10:00:00 

 

Intervista al primario di malattie infettive Guido Chichino - Dobbiamo imparare a convivere con il virus

 

Mentre, purtroppo, in ospedale a Tortona si stanno liberando i letti del piano terra per ospitare più malati Covid, qualche buona notizia ci viene dal castelnovese dottor Guido Chichino, primario di malattie infettive dell’ospedale di Alessandria. Venerdì 7 per la prima volta in Piemonte la sua equipe ha usato come medicina il Molnupiravir, cioè la pillola anti Covid appena immessa sul mercato italiano, e 20 dosi sono state consegnate alla farmacia del nostro ospedale. Due i pazienti che per primi hanno potuto usufruire di questo farmaco, uno in ospedale per motivi logistici, l’altro a casa. «Questo farmaco è un antivirale, studiato come antinfluenzale da anni, deve essere somministrato nei primi giorni dell’insorgenza della malattia. La sua efficacia può essere calcolata al 30%. Ma è un farmaco “pesante” perché il dosaggio è molto alto: 4 pillole più altre 4 per cinque giorni consecutivi; 40 pillole, insomma, il che non è affatto poco. Ed è un farmaco che funziona come l’altro antivirale, il Remdesivir…

 

Commessa Usa da 1,85 miliardi di dollari per il Gruppo Gavio

 

Inizia con una bellissima notizia l’anno 2022 per il Gruppo Gavio (e, quindi per riflesso, anche per la nostra città) che, attraverso la controllata di Astm in Usa, Halmar International, tra le più grandi società di costruzioni del Nord America, ha vinto la gara per il raddoppio della linea ferroviaria Bronx - Manhattan e la costruzione di quella che viene chiamata “Penn Station Access”. Il valore dell’opera è di 1,85 miliardi di dollari. Astm, come noto, sta già lavorando negli Usa in progetti pubblico-privati sui progetti autostradali relativi alla «I-10 Calcassieu Bridge» nello Stato della Louisiana e «Penn Major Bridges» nello Stato della Pennsylvania. Il raddoppio della linea ferroviaria appena aggiudicata servirà come è specificato nella nota che la società ha diramato mercoledì, a «migliorare la connettività dei trasporti regionali del distretto di New York prevedendo il raddoppio dell’attuale linea ferroviaria “Metro-North” dal Bronx a Manhattan, con la drastica riduzione dei tempi di percorrenza di una tratta che risulta tra le più affollate e congestionate della città»…

 

Pandemia: quanta confusione!

 

Cosa scrivere ora, a quasi due anni dallo scoppio della pandemia che si sta rivelando la più drammatica del secolo, non è facile, posto che ormai è chiaro che la situazione è sfuggita di mano sia ai governanti nazionali che a quelli regionali. Da mesi scriviamo che i dati ufficiali della piattaforma regionale che pubblichiamo quotidianamente sulla pagina Fb del giornale e settimanalmente sul cartaceo non corrispondono alla realtà, spesso per diversità di qualche unità, alcune volte per qualche decina, e qualche giorno fa la stessa amministrazione comunale tortonese ha ammesso che dalla piattaforma regionale non sono cancellati 194 concittadini. Che dire del fatto che questa variante Omicron non viene sequenziata come avviene in altri paesi dell’Europa, per cui non si sa quanti malati hanno contratto questa variante e quanti la Delta o il virus originale (esiste ancora?)? Che dire del fatto che da Torino sono stati convocati per la terza dose concittadini per il 6 gennaio dimenticando che è - da sempre - giorno di festa? Oppure che nonostante si dica che è necessario vaccinarsi, che anzi lo si imponga (finalmente diciamo noi) agli ultra cinquantenni, a Tortona il centro vaccinale in gennaio rimane aperto solo per 11 giornate?…

 

La pandemia ci precede

 

Peccato, tre settimane fa ci eravamo lasciati con alcune speranze, che si sono dimostrate senza fondamento. Alla variante Delta, il cui picco era atteso per fine anno, si è aggiunta la variante Omicron il cui picco è atteso da metà mese in avanti e la situazione è veramente drammatica, sotto tutti i punti di vista, forse tranne quello dei ricoveri ospedalieri (almeno nella nostra zona). Ci eravamo lasciati con una sessantina di malati in città e nel giro di poche settimane ne troviamo oltre 700, con tutti i paesi del Tortonese che annoverano contagiati con percentuali di positività rispetto alla popolazione a due cifre. Qualcosa nella strategia del governo, e a scendere della Regione, non ha funzionato. La prepotenza di Omicron era stata annunciata, ma tutti nell’euforia delle festività non ci hanno fatto caso. Insomma è stato commesso un errore, ma costringere tutti a riprendere la propria attività come è stato fatto, nei luoghi pubblici, in quelli privati e a scuola, ci pare sia un altro errore, e come sappiamo perseverare…

 

L’amministrazione comunale e i fondi del Pnrr

 

A cavallo di fine anno è giunta in città la notizia di finanziamenti dal Pnrr di diversi milioni di ero ciascuno per 5 comuni dell’Alessandrino, in pratica i centri capozona esclusi Tortona ed Ovada. Si tratta di progetti di rigenerazione urbana che le amministrazioni, compresa la nostra, avevano presentato entro lo scorso giugno. Ne è nata subito una polemica per questa non inclusione tortonese nell’elenco dei beneficiari. L’associazione dei comuni italiani, Anci, ha poi inviato una lettera al governo chiedendo di rivedere queste assegnazioni, eccezionalmente punitive verso le amministrazioni comunali, ed in seguito l’amministrazione comunale ha diramato questo comunicato, che riportiamo. L’amministrazione comunale di Tortona fa chiarezza in merito alla notizia, diffusa dalla Regione Piemonte, relativa ai fondi finanziati tramite il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per progetti di “rigenerazione urbana” assegnati anche ad alcuni comuni della Provincia di Alessandria, fra cui non compare Tortona…

 

Matteo Gualco vice presidente della Provincia, alla Sgheiz l’edilizia scolastica

 

Il 28 dicembre scorso il sindaco di Borghetto Borbera Enrico Bussalino, eletto presidente della Provincia, ha assunto i poteri, convocando il primo consiglio e distribuendo le deleghe. Come avevamo anticipato Matteo Gualco è stato nominato vicepresidente con le deleghe in materia di Pnrr, contratti di fiume e polizia provinciale. La tortonese Anna Sgheiz, invece, ha avuto le deleghe a edilizia scolastica alla quale dovranno giungere ingenti fondi dal Pnrr e pianificazione territoriale. Bussalino, nel suo discorso inaugurale, ha dichiarato di aver “concordato un percorso di collaborazione per il bene dell’amministrazione” con i consiglieri d’opposizione, assicurando la sua disponibilità «ad agire “come provincia itinerante” per confrontarsi in loco con i sindaci delle diverse zone sulle questioni più rilevanti» rimarcando anche “l’assoluta necessità dell’approvazione definitiva del piano di riequilibro e della necessità di assumere personale per garantire il corretto funzionamento degli uffici”…

 

5 Valli Servizi verso l’amministratore unico

 

Finalmente una svolta per 5 Valli Servizi la società di raccolta rifiuti che serve una trentina di comuni del Tortonese e Novese. Come noto prima di Natale ci eravamo lasciati con le dimissioni in massa del consiglio d’amministrazione e del direttore. Il 27 dicembre i sindaci soci della società si sono riuniti per trovare una soluzione, che è invece stata trovata lunedì 10 gennaio. Alla presenza di tutti i primi cittadini interessati ed all’unanimità è stato deciso di modificare lo statuto e prevedere, così come è stato fatto a suo tempo per Gestione Ambiente, non più un CdA ma un amministratore unico. La decisione, come detto, è stata unanime e in questi giorni si stanno svolgendo incontri informali alla ricerca del nome da proporre. A fine settimana si dovrebbe svolgere un incontro tra il comitato di controllo analogo, presieduto da Luca Bigiorno di Villalvernia, ed alcuni sindaci per ufficializzare la proposta da presentare alla prossima assemblea dei sindaci che dovrà eleggere il nuovo amministratore unico…

 

Cinghiali malati di peste suina africana. Le zone infette nel Tortonese e in Liguria - Vietata tutta la caccia in provincia fino al 31 gennaio

 

Ormai i cinghiali sono ovunque, hanno colonizzato boschi, campi, colline, pianure e città e nulla è stato fatto dai governanti in questi anni, nonostante gli appelli di privati cittadini e associazioni agricole per diminuirne il numero sul territorio per arginare i danni alle colture e i pericoli per gli automobilisti. I cinghiali hanno proliferato senza sosta nell’indifferenza generale fino a questi giorni quando sono stati scoperti i primi casi di peste suina africana. Il minimo che potesse succedere visto il numero esagerato di cinghiali in circolazione senza controllo. La malattia molto contagiosa, è stata riscontrata in un cinghiale rinvenuto senza vita nei pressi di Ovada. Un automobilista notata una carcassa ha avvertito il comune ed il cantoniere che è andato a recuperarla, anche cacciatore, ha notato che l’animale non era morto a causa dello scontro con un mezzo e nemmeno aveva ferite da proiettile. Una morte inusuale che ha spinto a fare indagini…

 

C’è una storica Final Eight da conquistare - “Dopo la Supercoppa dovessimo fare anche la Coppa Italia saremmo molto contenti”

 

C’è una storica Final Eight di Coppa Italia da conquistare per il Derthona. I ragazzi di Ramondino dopo la bella prestazione di Milano al cospetto della corazzata di Armani, che avrà certo lasciato l’amaro in bocca ai leoni ma allo tesso tempo anche la consapevolezza di essere cresciuti e di potersela ormai giocare davvero con tutti in questo campionato, hanno maturato la giusta mentalità per affrontare questo sabato, ore 19 a Casale, la Vanoli Cremona, recupero della 14ª giornata e primo appuntamento casalingo del 2022. Una vittoria con i falchi di coach Galbiati significherebbe infatti al 99%, al netto dei tanti recuperi che si devono ancora giocare in Serie A, l’accesso alla Final Eight di Coppa Italia, un traguardo davvero speciale per una neopromossa alla prima esperienza in categoria. Coach secondo te la gara con Milano ha dato più consapevolezza alla squadra? “Non saprei dare una risposta - spiega Ramondino - ci sono state cose buone sulla falsa riga dell’ultimo periodo della squadra. La valutazione della nostra prestazione però non è stata facile, per il valore assoluto dell’avversario, perchè si giocava a pochissimi giorni di distanza da Reggio Emilia venendo da un periodo difficile con tanti ragazzi che escono da una o addirittura due settimane di inattività. Lo sforzo fatto è stato comunque un bel segnale”…

 

La pandemia ferma il Bcc - Under 15 protagonista a Roma

 

La recrudescenza della quarta ondata di contagi non poteva, purtroppo, lasciare immune il mondo della pallacanestro ed anche, di conseguenza, l’attività del Bcc. Dopo la negativa, in ogni senso, trasferta di Udine infatti in casa Autosped sono emersi alcuni casi di positività tra le atlete, cosa che ha costretto le giraffe a chiedere il rinvio non solo della gara in programma sabato 8 contro Brixia ma anche del match esterno di domenica 16 a Vicenza. Fermi fino al 20, per decisione invece del comitato regionale piemontese, tutti gli altri campionati che vedono protagoniste le formazioni castelnovesi…

 

Hsl Derthona - Intervista a Cherif Diallo - “Ho ambizione, fame di vittorie ed un sogno: voglio giocare fra i professionisti”. “La mia storia mi dà la forza per migliorare. I tifosi del Derthona sono fantastici”

 

Il campionato è fermo così abbiamo sfruttato l’occasione per incontrare e conoscere più da vicino uno dei protagonisti di questa bella annata bianconera, il bomber Cherif Diallo che con grande lucidità ci ha raccontato la sua storia, dalla giovinezza in Liberia all’«infernale viaggio» per raggiungere l’Europa, i primi anni da giocatore in Italia ed il suo arrivo a Tortona. Una storia toccante, ricca di coraggio, speranza e forza d’animo che rispecchia perfettamente la grande volontà e fame di vittorie che il bomber liberiano mette in campo in ogni gara del Derthona. Con un bel sogno da bambino che Cherif vuole fare avverare. Ciao Cherif raccontaci la tua storia. Dove sei nato? “Ciao a tutti. Sono nato a Monrovia la capitale della Liberia nel 1997”. Quando hai iniziato a giocare a pallone? Dove giocavi? “Ho iniziato fin da piccolino a giocare con gli altri bambini sulla strada. Lì non ci sono le scuole calcio o gli oratori, ci si sveglia la mattina e si va in strada con gli amici a giocare per divertimento o subito dopo la scuola. Il calcio è sempre stata una passione per me e per i miei amici, giocavamo senza nessuno che ci dicesse cosa fare e imparavamo da soli le cose, non avevamo allenatori. Poi crescendo si gioca sempre di più grazie alle scuole che organizzano dei tornei fra istituti e in quelle squadre siamo seguiti da allenatori che ci danno insegnamenti e qualche riferimento. Non ci sono le scuole calcio o le giovanili di squadre professionistiche”…

 

Recupero a Gozzano ancora rinviato - Il 23 si riparte al Coppi con il Novara

 

Il campionato di Serie D, a causa del perdurare della pandemia e della continua crescita di contagi, ha posticipato la ripartenza fissandola al 23 gennaio e nel tardo pomeriggio di giovedì è stato ulteriormente rinviato il recupero della 15ª giornata che per i leoni era in programma a Gozzano mercoledì 19. La squadra novarese a metà settimana aveva ancora circa 11 positivi all’interno del gruppo squadra ed inevitabilmente è stata così costretta a chiedere il rinvio. Non solo Gozzano però perchè i leoni devono ancora recuperare la gara con l’RG Ticino, match che però non ha ancora una data. Come sta la squadra? Si è allenata molto in queste settimane? “La squadra sta bene - dice il dg Canepa - dopo la gara del 22 dicembre si è fermata solo per una settimana e poi ci ha dato dentro con grande impegno. Alla ripresa ci sarà la partita con il Novara e mi dispiace che il Coppi non potrà essere al completo per le regole anti Covid”…

 

Calcio - 1ª e 2ª: Si riparte il 23 gennaio? 3ª: attività sospesa fino al 30/1. Si torna in campo il 6/2

 

Visto l’ultimo comunicato emanato dalla federazione nella giornata di venerdì 7 gennaio, ad oggi la data fissata per la ripresa dei campionati di Prima e Seconda categoria è quella del 23 gennaio ma la situazione pandemica in corso porta con sè il rischio di un ulteriore rinvio. Intanto alcune squadre hanno ripreso l’attività. Cassano. “Crediamo che la ripresa sia piuttosto difficile - dice il ds Giacomelli - abbiamo pensato di riprendere gli allenamenti la prossima settimana ma personalmente sarei propenso a fermare precauzionalmente l’attività”. Sale. “Abbiamo ripreso in settimana gli allenamenti in totale sicurezza - dice il ds Delconte - con qualche precauzione in più. Abbiamo distribuito mascherine Ffp2, da indossare obbligatoriamente nello spogliatoio, ad ogni ragazzo ed allo staff, sanifichiamo gli ambienti dopo l’allenamento e abbiamo diviso i ragazzi in due spogliatoi valutando anche dei turni per cambiarsi e fare la doccia”…

 

AUTOMOBILISMO - IMSA - Pier Guidi in pista alla 24h di Daytona

 

Dopo una delle annate migliori della storia dell’endurance ma forse di tutto il mondo dell’automobilismo, Alex Pier Guidi è pronto a scendere di nuovo in pista per un’altra stagione a tutta velocità in cui sarà chiamato a difendere il titolo mondiale conquistato oltre che a competere in diversi altri campionati come l’ALMS (Asian Le Mans Series) o il GT World Challenge Europe. Da recuperare ancora inoltre la gara di Kyalami, in Sudafrica, rinviata per Covid, che potrebbe permettergli di aggiudicarsi anche l’Intercontinental GT Open della scorsa stagione. Ma la prima tappa, una delle più affascinanti del lotto, è certamente la 24h di Daytona in Florida (6,2 km per 12 curve). E’ ufficiale da questa settimana, infatti, che il pilota tortonese è stato scelto da Ferrari per gareggiare sui banks della pista americana insieme al socio di tante gare James Calado, a Daniel Serra e Davide Rigon…

 

Rugby - Intervista a Maya Tammone - Fiducia, rispetto e lealtà. Il rugby trasmette solidi valori. “Facciamo sparire i tanti, troppi pregiudizi verso il nostro sport”

 

Il rugby non è uno sport per ragazze! Quante volte abbiamo pensato o sentito dire una frase del genere. Niente di più sbagliato! Basta guardare a livello nazionale, dove le ragazze in maglia azzurra hanno conquistato un paio di anni fa il 2º posto al Sei nazioni dietro solo all’Inghilterra, risultato mai nemmeno avvicinato dalla nazionale maschile, ma anche alla passione che le leonesse tortonesi mettono ogni giorno in allenamento e nelle partite del massimo campionato italiano a cui partecipano con ottimi risultati. Sette Giorni ha così incontrato una delle veterane, sebbene ancora giovanissima, della squadra guidata da coach Bingo, Maya Tammone, per conoscerla meglio e capire davvero quanto amore per lo sport hanno queste ragazze. Ciao Maya, quanti anni hai? Da quanto giochi? Come è nata la tua passione per il rugby? “Ciao a tutti. Ho 22 anni, vivo a Spineto e gioco da quando ne avevo 17, dal 2016. La mia passione per il rugby è nata praticamente per caso, con una battuta diciamo. All’epoca non sapevo nemmeno che ci fossero squadre qui in zona, men che meno femminili. Un giorno un amico che giocava mi ha sfidata dicendomi che non ci sarei riuscita, che non faceva per me…

 

Il resto delle notizie lo potete trovare su “Sette Giorni” attualmente in edicola o sul sito a partire da mercoledì 19 gennaio