UN DERTHONA ORGOGLIOSO ACCAREZZA IL SOGNO PER 10 MINUTI MA CEDE 72-60 AI PRIMI DELLA CLASSE 
A cura di Redazione Sette Giorni,  pubblicato il   09/01/2022 19:45:00 

 

Storica “prima al Forum” per il Derthona Basket contro la gloriosa Olimpia Milano, in un Mediolanum Forum a tinte bianconere sugli spalti. Primo quarto da annali per il Derthona che schianta i padroni di casa con un incredibile 19-4 frutto di un gran ritmo offensivo e di una difesa a tratti impenetrabile, con dominio bianconero a rimbalzo difensivo. Nel secondo quarto la squadra di Ramondino subisce il ritorno dei padroni di casa senza riuscire a trovare le contromisure necessarie in difesa, andando sotto a rimbalzo, e in attacco non riuscendo a trovare la via del canestro come nei primi 10 minuti tanto che saranno solo 12 a fine quarto con Milano che chiude sul 32-31. Il terzo quarto, dopo un mini parziale di 7-2 del Derthona, viaggia punto a punto fino ad 1.40 dal termine dove Milano riesce ad allungare sul +4 per il 51-47. Nell’ultimo periodo di gioco vengono fuori i diversi valori delle due squadre con Tortona che riesce a mettere a segno solo 13 punti. Tortona si arrende, tra i cori di sostegno dei tanti tortonesi presenti al Forum, 72-60.

 

1º QUARTO. In un Mediolanum forum in pratica a tinte bianconere sugli spalti, il Derthona non sembra soffrire il palcoscenico e confenziona un primo quarto da annali: parte con un parziale di 12-0 nei primi 5 minuti di gioco frutto di un gran ritmo in attacco (5 di Daum, Macura dall’arco e 4 di Cain) e di una difesa impenetrabile (da highlights la stoppata di Daum su Hines) che manda fuori giri l’attacco milanese, molto impreciso al tiro. Nella seconda parte del quarto Tortona continua con lo stesso copione, chiudendo il primo quarto avanti non solo nel punteggio (19-4) ma anche nei numeri: 12-11 a rimbalzo (11 difensivi, a riconferma della prestazione difensiva degli uomini di Ramondino), 5-1 negli assist di squadra, 4-1 nelle palle recuperate e 2 sole palle perse contro le 5 milanesi. 

 

2º QUARTO. Nel secondo quarto la partita gira. Nei primi 4 minuti di gioco si segna pochissimo (6-2 il parziale per Milano) con Tortona che continua a faticare dai 6,75 trovando la retina solo con una magata di Macura. Wright cerca di dare la scossa ai suoi in attacco con 5 punti consecutivi ma Milano inizia a trovare le misure su ambo i lati del campo e con 2.55 sul cronometro ricuce sul -7 (28-21) costringendo Ramondino al timeout. Dopo un’infrazione dei 24” Tortona inizia a perdere sicurezza sia in attacco (solo 12 i punti finali del quarto) che in difesa dove va sotto a rimbalzo (25-20 per Milano) senza trovare gli aggiustamenti difensivi per contenere l’attaco milanese: infatti le triple di Hall e Grant portano la gara sul 27-28. Ancora Wright dai 6,75 prova a ricacciare indietro l’Olimpia che però trova con Devon Hall la tripla sulla sirena dell’intervallo lungo per il primo vantaggio milanese della gara (32-31).

 

3º QUARTO. Alla ripresa dei giochi Tortona sembra uscire meglio dagli spogliatoi con 3.30 minuti di gioco di buona fattura: parziale di 7-2 in attacco e ottime difese, costringendo Milano ad un’infrazione di 24” e ad alcune palle perse. Milano però tiene botta e la partita viaggia punto a punto fino a che non si sveglia Rodriguez che inizia a far girare la sua squadra e con i suoi primi 3 punti della gara firma il massimo vantaggio milanese +4 (48-44) con 2.05 dal termine del quarto. La tripla di un Severini sempre positivo quando chiamato in causa accorcia le distanze sul 49-47 ma Hines dalla media ristabilisce il gap di +4 per Milano per il 51-47 di fine terzo quarto.

 

4º QUARTO. Nell’ultimo periodo di gioco Milano inizia meglio allungando sul +8 dopo 2.30 di gioco, quando Tortona muove per la prima volta la retina con Cain. Filloy ricuce con la tripla del -5 ma Bentil risponde con la stessa moneta ristabilendo le distanze. Il tecnico fischiato a Messina regala un giro in lunetta a Macura che mette a segno il suo 15º punto della gara per il -7 a 5 dal termine. Dopo il jumper di Rodriguez del +9 Milano non si segna più per 2 minuti fino al 2/2 dalla lunetta di Wright per il 62-55 con 3.30 da giocare. La tripla di Grant sul 4º assist di Rodriguez porta Milano sul +10. Tortona non ci sta e di orgoglio tenta di riaprire la gara riuscendo però a trovare la retina solo dalla lunetta con Wright (2/2) e Sanders (1/2): saranno solo 13 i punti nel quarto per Tortona. La tripla del +12 di Rodriguez ad 1.28 dal termine indirizza definitivamente la gara in favore di Milano che controlla gli ultimi istanti di gara. Finale 72-60

 

Per Tortona 18 di Wright, 16 di Macura, 8 per Daum e Cain, 5 per Filloy, 3 di Severini e 1 per Sanders e Mascolo.